Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

…con Manuel Gerolin

…con Manuel GerolinTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
sabato 10 dicembre 2022, 00:00A tu per tu
di Alessio Alaimo

“Il Mondiale? Alcuni valori sono venuti fuori. Dispiace per il Brasile, adesso le più accreditate sono Francia e Argentina. Il connubio meravigliosa tra tecnica e spensieratezza del Brasile è stata però una delle parti più belle”. Così a Tuttomercatoweb Manuel Gerolin”.

La sorpresa: il Marocco.
“Sapevamo che il Marocco è forte, ma certamente è la sorpresa. Tanti marocchini giocano in Europa a buoni livelli. Hanno dimostrato di essere forti tecnicamente e di stare bene fisicamente”.

Fin qui certamente non è stato il Mondiale di CR7…
“Non vive da protagonista tutta la stagione. Deve anche un po’ arrendersi all’età. Ha costruito tutto a livello fisico. Ha fatto capire a tutti che il talento bisogna costruirlo e lui la sua carriera l’ha costruita piano piano. Però non è bionico. Si sono arresi tanti campioni”.

Dove lo vede?
“O negli Emirati Arabi o negli Stati Uniti. In quei Paesi può dare molto”.

Che idea s’è fatto della vicenda Juve?
“Intanto bisogna rispettare e aspettare i verdetti. Gli ultimi anni nel calcio però la segreteria è diventata più importante della parte tecnica”.

Questa storia influirà sul mercato di gennaio?
“Sicuramente si. Tutti lo faranno con le antenne dritte. E di soldi non ce ne sono molti”.

Primo piano
TMW Radio Sport