Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
live

Coronavirus, il piano anti-Covid per Euro 2021. Oggi in Italia 15.746 nuovi casi

LIVE TMW - Coronavirus, il piano anti-Covid per Euro 2021. Oggi in Italia 15.746 nuovi casi
domenica 11 aprile 2021 18:47Altre Notizie
di Redazione TMW

18.47 - Il bollettino di oggi in Italia - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 253.100 tamponi e individuati 15.746 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 533.005, 71 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 331 persone affette da Coronavirus per un totale di 114.254 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 533.005
Deceduti: 114.254 (+331)
Dimessi/Guariti: 3.122.555 (+15.486)
Ricoverati: 30.836 (-406) di cui in Terapia Intensiva: 3.585 (-3)
Tamponi: 53.054.866 (+253.100)
Totale casi: 3.769.814 (+15.746, +0,42%)

16.13 - Europei, il piano anti-Covid UEFA: sarà introdotta vaccinazione obbligatoria per tutti i calciatori - L'Europeo che comincerà il prossimo mese di giugno vedrà impegnati ben 600 calciatori e, secondo il Corriere dello Sport, la UEFA sta pensando ad un piano anti-Covid che comprende la vaccinazione obbligatoria per tutti loro. In campo e sugli spalti tutti vaccinati e/o immunizzati - si legge - altrimenti non ci sarà la competizione. La UEFA, attraverso la propria commissione medica, è al lavoro per predisporre un protocollo per la kermesse estiva che prevede la vaccinazione necessaria di tutti i calciatori delle 24 squadre qualificatesi alle fasi finali. E' questo per il massimo organo calcistico europeo l'unico modo per una competizione senza trappole virali che sono ancora in agguato, come dimostra il caso Italia.

10.17 - Cluster Nazionale, la FIGC riflette su cosa non ha funzionato: comportamento a rischio a Parma? - Alla luce del cluster scoppiato in Nazionale e dopo il ricovero di Daniele De Rossi allo Spallanzani per una polmonite da Covid, la FIGC ha capito che qualcosa non ha funzionato rispetto al recente passato, ha cominciato a porsi delle domande anche in vista dei prossimi impegni, al fine di evitare che si ripeta una brutta situazione. A scriverlo è il Corriere dello Sport. Cosa non è andato? Tra settembre e novembre 2020 l'Italia ha messo insieme una trentina di giorni di lavoro, con 8 partite di cui 3 all'estero, eppure non ci sono stati contagi. Ora con gli stessi protocolli è scoppiato il focolaio. Come mai? Secondo il quotidiano è possibile che ci sia stato un comportamento a rischio a Parma, visto che il primo caso sintomatico si è verificato il giovedì mattina nella città emiliana.

9.39 - Napoli, nessuna sorpresa dai tamponi effettuati dopo la mezzanotte: tutti negativi al Covid-19 - Non ci sono sorprese in casa Napoli dopo l'ultimo giro di tamponi svolto dopo la mezzanotte. Nessun positivo al Covid-19 e, quindi, tutti a disposizione di Rino Gattuso per la sfida con la Sampdoria. Ad annunciarlo è il club azzurro tramite Twitter: "Tutti negativi a Covid-19 i tamponi molecolari effettuati, ai componenti del gruppo squadra, stanotte dopo le 24:00".

DOMENICA 11 APRILE

18.55 - Emilio Fede ricoverato in gravi condizioni - Il giornalista Emilio Fede è ricoverato in condizioni molto gravi all'ospedale San Raffaele di Milano. L'ex direttore del tg4, che compirà 90 anni a giugno, era stato ricoverato lo scorso novembre al Covid residence di Ponticelli, una struttura dell'Asl di Napoli per le persone contagiate con sintomi non gravi. A darne la notizia è l'agenzia ANSA.

18.18 - Il bollettino di oggi in Italia - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 320.892 tamponi e individuati 17.567 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 533.085, 3.260 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 344 persone affette da Coronavirus per un totale di 113.923 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 533.085
Deceduti: 113.923 (+344)
Dimessi/Guariti: 3.107.069 (+20.483)
Ricoverati: 31.242 (-507) di cui in Terapia Intensiva: 3.588 (-15)
Tamponi: 52.801.766 (+320.892)
Totale casi: 3.754.077 (+17.567, +0,47%)

17.12 - Lady Inzaghi ricoverata allo Spallanzani di Roma - Gaia Lucariello, moglie di mister Simone Inzaghi, è stata ricoverata all'ospedale "Spallanzani" di Roma dopo aver contratto il Covid nei giorni scorsi. A riportarlo è Il Messaggero, che informa come per la donna ci sarebbe il sospetto di aver sviluppato una polmonite. Lady Inzaghi è stata portata nella stessa struttura capitolina dove si trova ormai da giovedì anche Daniele De Rossi, in seguito all’emergere di una forte tosse. Ricordiamo che anche il tecnico biancoceleste è positivo, ma in isolamento domiciliare in quanto asintomatico.

16.23 - Pescara, nota del club: positività al Covid-19 di un giocatore della prima squadra - Positività al Covid-19 in seno al Pescara. Ecco la nota del club abruzzese: La delfino Pescara 1936 comunica la positività al COVID -19 di un giocatore della prima squadra già posto in isolamento fiduciario sotto la supervisione dello staff medico Biancazzurro.

13.36 - De Rossi ricoverato per Covid. Il direttore dello Spallanzani: "Condizioni buone, siamo ottimisti" - Daniele De Rossi da giovedì 8 aprile è ricoverato all'ospedale Spallanzani di Roma dopo il focolaio covid nato la scorsa settimana all'interno della Nazionale. L'ex centrocampista giallorosso è stato ricoverato all'istituto per le malattie infettive per una polmonite, le sue condizioni sarebbero "discrete" e la situazione è ritenuta sotto controllo. Dello stato di salute di Daniele De Rossi ha parlato Francesco Vaia, direttore sanitario dello Spallanzani: "L'ex calciatore della Roma è stato ricoverato a causa di una polmonite, le sue condizioni sono attualmente buone e posso dire che siamo ottimisti", le parole del dottore a Radio Kiss Kiss Napoli.

10.40 - Da lunedì altre 6 Regioni in zona arancione: la nuova mappa e le regole per lo sport - In Italia cambiano ancora una volta i colori delle Regioni. Da lunedì 12 aprile maggiori libertà in gran parte della penisola, con solo 4 regioni che vanno in rosso e prevalenza invece di arancione. E’ questa infatti la decisione della cabina di regia, validata dal Cts. In zona rossa rimangono Campania, Valle d’Aosta e Puglia, mentre vi entra la Sardegna, la sola ad essere stata bianca prima di Pasqua. Passano in zona arancione Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Toscana e Calabria. Che si aggiungono ad Abruzzo, Basilicata, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Sicilia, Umbria, Veneto e alle province autonome di Bolzano e Trento, che già lo erano in precedenza.

SABATO 10 APRILE

23.55 - Campionato sospeso a Malta, Hamrun Spartans campioni - Gli Hamrun Spartans sono stati dichiarati campioni della Premier League per la prima volta in 30 anni dopo la sospensione ufficiale del massimo torneo maltese a causa della pandemia di coronavirus. Gli Spartans avevano cinque punti di vantaggio sui rivali dell'Hibernians e 10 in più del Gzira United a sei partite dalla fine del campionato, che non arriva alla naturale conclusione per il secondo anno consecutivo.

23.01 - Il Karagumruk perde 2 pezzi alla vigilia del Galatasaray: Biglia e Borini positivi al coronavirus - Due vecchie conoscenze del calcio italiano, oggi protagonisti in Turchia con il Karagumruk, sono risultati positivi al coronavirus. Si tratta di Fabio Borini e Lucas Biglia, come ha annunciato lo stesso club sui canali social: "A seguito dei test effettuati sulla nostra squadra prima della partita contro il Galatasaray, Fabio Borini e Lucas Biglia sono risultati positivi al coronavirus. Le condizioni generali di salute dei nostri calciatori sono buone e al momento sono in isolamento nelle rispettive abitazioni".

22.17 - Finale di Copa del Rey 2021, la RFEF annuncia: a Siviglia porte chiuse come sabato scorso - Esattamente come sabato scorso, quando si è giocata la finale dell'edizione 2020 (vinta dalla Real Sociedad 1-0), anche l'ultimo atto della Copa del Rey 2021, quello tra Barcellona e Athletic Bilbao, si disputerà a porte chiuse. La Federazione spagnola (RFEF) ha confermato la sua decisione, mettendo fine alle speculazioni sulla possibilità di un'apertura parziale al pubblico. La partita giocherà allo Stadio Olimpico di Siviglia sabato 17 aprile.

19.50 - Nessuna sorpresa in casa Napoli: l'intero gruppo squadra negativo all'ultimo giro di tamponi - Nessuna sorpresa: in casa Napoli sono ancora tutti negativi al Covid-19, eccezion fatta per un membro dello staff sanitario già comunicato in precedenza. Il club azzurro, tramite il suo account Twitter, ha fatto sapere che all'ultima tornata di tamponi non sono state riscontrate ulteriori positività: "Tutti negativi al Covid-19 i tamponi effettuati questa mattina ai componenti del gruppo squadra".

18.20 - Euro 2020, comunicato dell'UEFA: 8 città garantiscono presenza di pubblico, Roma ancora no - Attraverso un comunicato ufficiale, la UEFA ha annunciato che ci sarà il ritorno di spettatori nelle sedi scelte per ospitare le partite di EURO 2020. Clicca qui per leggere la news completa.

18.01 - Protezione Civile, il bollettino: 18.938 nuovi contagiati (-7.955 positivi rispetto a ieri). 718 morti in 24h - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 362.162 tamponi e individuati 18.938 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 536.361, 7.955 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 718 persone affette da Coronavirus per un totale di 113.579 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 536.361
Deceduti: 113.579 (+718)
Dimessi/Guariti: 3.086.586 (+26.175)
Ricoverati: 31.749 (-765) di cui in Terapia Intensiva: 3.603 (-60)
Tamponi: 52.480.874 (+362.973)
Totale casi: 3.736.526 (+18.938, +0,51%)

17.25 - De Rossi ricoverato per Covid all'Ospedale Spallanzani. Era risultato positivo in Nazionale - Daniele De Rossi è ricoverato allo Spallanzani di Roma a causa del contagio al Covid-19. Sono stati numerosi, infatti, i casi di positività emersi dopo gli ultimi impegni della Nazionale italiana che hanno coinvolto - oltre ad altri membri dello staff azzurro - anche l'ex capitano giallorosso, alla sua prima uscita con l’Italia dopo aver siglato un accordo con la FIGC. Positivo al Coronavirus, da ieri sera è stato ricoverato a scopo precauzionale, in modo da monitorare da vicino le sue condizioni.

16.36 - Serie C, salta un'altra gara - L'esistenza di un focolaio Covid nel gruppo squadra del Catanzaro (martedì ultimo aggiornamento con 12 positivi) ha indotto la Lega Pro a rinviare al 21 aprile la partita contro la Juve Stabia, valida per il girone C di serie C, che avrebbe dovuto giocarsi domenica.

15.08 - Ripert: "Chi veniva dal Covid ha dovuto avere pazienza" - Fabio Ripert, preparatore atletico della Lazio, analizza così la diffusione del virus nella squadra biancoceleste: “Ci sono stati anche casi Covid che hanno influenzato. Chi veniva dal Covid ci ha messo 2-3 settimane per tornare con una frequenza cardiaca normale. Sull’aspetto atletico con una settimana non riusciamo a condizionare un atleta, ce ne vogliono almeno 6. Questo ha portato anche il mister a fare determinate scelte tattiche".

13.15 - Locatelli: "Alcune Regioni passeranno in zona arancione" - Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità, è intervenuto su Sky TG24 per fare il punto della situazione in Italia in merito alla diffusione del virus: "L'indice Rt è in miglioramento e alcune Regioni passeranno in zona arancione. Le parole di Draghi su chi salta la fila? Il messaggio del presidente è un appello alla sensibilità, alla coscienza e allo spirito civico".

11.10 - Draghi: "Con che coscienza uno che non ha bisogno salta la lista?" - Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha parlato in conferenza stampa circa le polemiche sul vaccino AstraZeneca. "La raccomandazione è usarlo per coloro che hanno più di 60 anni di età. Quello che deve attirare l'attenzione è il rischio di decesso, che è fissato a 75 anni. Dobbiamo vaccinare quindi gli over 80, poi gli over 75, i 70 e i 60. Uno, banalizzando, dovrebbe dire che non bisogna vaccinare sotto i 60 anni. Con che coscienza uno che non ha bisogno salta la lista?".

9.10 - Tamponi per tutti in casa Lazio - In casa Lazio, dopo la positività di Simone Inzaghi e famiglia, sono scattati protocolli e bolla (casa-Formello-casa) per i giocatori, in larga parte colpiti dal Covid in autunno. Ieri primo giro di tamponi. Seguiranno ogni 48 ore e anche domenica mattina a Verona (test rapido). Le preoccupazioni sono contenute. Tutti i nazionali, compresi gli stranieri, dopo essere rientrati a Roma erano risultati negativi ai controlli. L’unico contatto tra Inzaghi e la squadra risale a martedì per la ripresa degli allenamenti.

VENERDÌ 9 APRILE

22.12 - Vicedirettore OMS: "Chi va allo stadio deve vaccinarsi" - Ranieri Guerra, vicedirettore dell'OMS e membro del CTS, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Kiss Kiss circa il possibile rientro negli stadi italiani del pubblico: "Ricordiamo che l'Italia ha optato di vaccinare classi lavoratrici specifiche. Approccio corporativo porta poi alla antipatica usanza degli amici degli amici. Non si è vaccinato prima le categorie a rischio e per fascia di età. AstraZeneca ha avuto un percorso travagliato accompagnato da una comunicazione imbarazzate. Il vaccino vale ed è ottimo ed ha dimostrato degli effetti collaterali bassi. Le proporzioni di rischio sono basse e sappiamo da cosa dipendono. Ad oggi il vantaggio è maggiore. Ad oggi il vaccino non è impedito viene solo raccomandato al di sopra di una certa età ma non viene sconsigliato. Riaprire gli stadi? La presenza deve essere proporzionale alla capienza e chi va alla partita deve essere vaccinato".

20.46 - Mi aspetto i tifosi sugli spalti l'anno prossimo - Andrea Costa, sottosegretario al Ministero della Salute, è intervenuto quest’oggi sulle frequenze di Radio Kiss Kiss per parlare della possibilità di disputare gli Europei con il pubblico in Italia: "Il Governo ha dato indicazione chiara dopo la richiesta della UEFA. Vogliamo che Europei si svolgano anche in Italia, perché è un segnale di fiducia. Se piano vaccinale continua dobbiamo dare un piano con delle date per aperture. Spero che dalla prossima settimana potremo provare a calendarizzare le riaperture degli esercizi commerciali che necessitano di tempo per prepararsi. Confido che a luglio e agosto ci sia una situazione epidemiologica tale da poter vivere le vacanze in tranquillità. Lo sport è importante per il nostro paese. Per il prossimo campionato confido si possa ripartire con il pubblico anche se a capienza ridotta e seguendo protocolli stabiliti dal CTS. Mi aspetto i tifosi sugli spalti della serie A l’anno prossimo”.

19.11 - L'esperienza della famiglia Inzaghi - L'allenatore della Lazio Simone Inzaghi è risultato, nella giornata di ieri, positivo al Covid e con lui anche la moglie Gaia. Proprio Lady Inzaghi ha parlato al Messaggero di questa poco piacevole situazione: "Mi hanno detto che capita spesso che ci siano persone che hanno tutti i sintomi del Covid ma risultano negative al tampone. E che non sempre il test, specie il rapido, individua la positività. Sto male. Mi sto curando come se stessi in ospedale. Cortisone, eparina. E' molto peggio di quello che si pensa. Guai a chi dice che è una semplice influenza. Come lo abbiamo preso? Non ne ho assolutamente idea, siamo sempre stati attentissimi".

18.03 - Il bollettino della Protezione Civile - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 362.162 tamponi e individuati 17.221 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 544.330, 3.507 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 487 persone affette da Coronavirus per un totale di 112.861 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 544.330 (-3.507)
Deceduti: 112.861 (+487)
Dimessi/Guariti: 3.060.411 (+20.229)
Ricoverati: 32.514 (-485)
di cui in Terapia Intensiva: 3.663 (-20)
Tamponi: 52.117.901 (+362.162)
Totale casi: 3.717.602 (+17.221, +0,47%)

17.24 - Napoli, tamponi negativi per gli italiani - Con una nota sul proprio profilo Twitter il Napoli ha comunicato che tutti i tamponi svolti dai giocatori che erano stati impegnati con la Nazionale italiana hanno dato esito negativo: "Negativi al Covid-19 i tamponi molecolari supplementari effettuati, questa mattina, ai tre nazionali azzurri. L’intero gruppo squadra ripeterà il test molecolare domani mattina".

16.23 - Euro 2020, la RFEF annuncia: "Improbabile che si possa giocare a Bilbao con il pubblico" - L'obiettivo della UEFA, in vista dell'Europeo, è quello di avere spettatori in tutte le sedi designate per ospitare le partite della manifestazione. Per questo motivo ha annunciato che prorogherà fino al 28 aprile il termine per presentare un piano che preveda la presenza d pubblico negli stadi. Le 12 città coinvolte, quindi, lotteranno contro il tempo soddisfare le condizioni e garantire che si giochi nella massima sicurezza. Qualcuno, come Dublino e Monaco di Baviera, ha già espresso forti dubbi e potrebbe tirarsi fuori. E ieri la Federcalcio spagnola (RFEF) ha rilasciato un comunicato in cui ritiene "impraticabile che ci siano spettatori a Bilbao a causa delle restrizioni sanitarie stabilite dal governo basco". Lo stadio San Mamés (53.289 posti) ospiterà quattro partite: le sfide della fase a gironi della nazionale spagnola contro Svezia (14 giugno), Polonia (19 giugno) e Slovacchia (23 giugno), oltre a un ottavo di finale (27 giugno).

13.59 - Empoli, nota del club: negativizzati al Covid-19 quattro calciatori. Sono stati reintegrati in gruppo - Buone notizie in casa Empoli in vista del ritorno in campo di domani contro la Reggiana. Ecco il comunicato del club toscano che fa il punto della situazioni sulle positività al Covid-19 emerse nei giorni scorsi: "Empoli FC comunica che, a seguito degli ultimi controlli effettuati nella giornata di ieri, quattro calciatori precedentemente positivi al Covid-19 sono risultati negativi e sono stati reintegrati nel gruppo squadra dopo aver svolto i controlli previsti dal protocollo per la regolare ripresa dell’attività agonistica".

13.20 - Cagliari, buone notizie dopo la positività di Cragno: tutti negativi i tamponi di squadra e staff - Tamponi covid tutti negativi in casa Cagliari. È l'esito degli ultimi test sui componenti di squadra e staff. Un risultato rassicurante dopo gli ultimi giorni di apprensione per la positività del portiere Alessio Cragno, legata verosimilmente al focolaio esploso in Nazionale in occasione delle ultime tre gare di qualificazione ai Mondiali. La positività di Cragno era stata registrata domenica scorsa dopo che il portiere era regolarmente sceso in campo sabato contro il Verona, anche in seguito ai test negativi di giovedì e venerdì. Prossimo controllo domani.

11.50 - Europei, il Cts gela la FIGC: "Impossibile confermare ora la presenza dei tifosi". La posizione della UEFA - "Non è possibile", ad oggi, confermare che gli incontri degli Europei di calcio previsti in Italia tra giugno e luglio si svolgeranno con la presenza del pubblico. È quanto è stato messo in evidenza nel verbale emesso nelle ultime ore da parte degli esperti del Cts. In pratica, secondo il Comitato tecnico scientifico del governo, non è ancora possibile dare il via libera definitivo alla presenza di pubblico all'Olimpico di Roma per i quattro incontri dell’Europeo, pur sottolineando la "disponibilità" a rivedere la questione nelle prossime settimane "alla luce dell'evoluzione del quadro epidemiologico e dell'andamento della campagna di vaccinazione in corso in Italia". Clicca qui per leggere la news completa.

11.43 - Il Tottenham apre la campagna abbonamenti 21-22. Rimborsi in caso di dietrofront del governo - Dopo l'accelerazione della campagna vaccinale, in Inghilterra si guarda sempre di più con fiducia a un pronto ritorno alla normalità. Il Tottenham è il primo club a lanciare la campagna abbonamenti per la prossima stagione: i rinnovi al via da lunedì 12 aprile. Prezzi congelati e possibilità di rimborso per la singola partita se il governo inglese dovesse fare marcia indietro sulla riapertura completa degli stadi.

09.31 - La Scozia dice sì al pubblico per Euro2020: "Hampden Park aperto fino al 25% della capacità" - La Scozia dice sì agli spettatori per Euro2020. Per la manifestazione internazionale che si svolgerà dal prossimo giugno, il governo scozzese ha dato la sua approvazione per l’apertura di Hampden Park fino al 25% della capacità totale dello stadio.

GIOVEDÌ 8 APRILE

21.56 - Lazio, Simone Inzaghi positivo - Con una nota pubblicata sul proprio sito ufficiale la Lazio ha comunicato un nuovo caso di Covid-19: "La S.S. Lazio comunica di aver appreso da un membro dello staff tecnico che lo stesso è risultato positivo al Covid-19, a seguito di un esame privato cui si è sottoposto insieme ad alcuni membri del proprio nucleo familiare. La società, per quanto di propria competenza, ha già messo in atto tutte le misure previste a tutela dei suoi tesserati".

Poco dopo, sul proprio profilo Instagram, la moglie di Simone Inzaghi ha annunciato: "Ciao a tutti, ci tenevamo a dirvi che purtroppo tutta la nostra famiglia dopo un tampone fatto a domicilio è risultata positiva al Coronavirus. Stiamo bene e in isolamento come da protocollo. Un abbraccio".

17.44 - Il bollettino della Protezione Civile - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 339.939 tamponi e individuati 13.708 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 547.837, 7.868 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 627 persone affette da Coronavirus per un totale di 112.374 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 547.837 (-7.868)
Deceduti: 112.374 (+627)
Dimessi/Guariti: 3.040.182 (+20.927)
Ricoverati: 32.999 (-81) di cui in Terapia Intensiva: 3.683 (-60)
Tamponi: 51.755.739 (+339.939)
Totale casi: 3.700.393 (+13.708, +0,37%)

16.14 - Fiorentina, tamponi negativi per il gruppo squadra. Sospiro di sollievo per Biraghi e Castrovilli - Buone notizie in casa Fiorentina dal fronte tamponi. Secondo quanto riporta FirenzeViola.it, infatti, gli ultmi test molecolari effettuati su tutta la squadra sono risultati negativi. In particolar modo, a destare le principali preoccupazioni erano i due calciatori viola che hanno fatto parte della spedizione azzurra.

15.48 - LaLiga, il presidente Tebas ottimista: "Potremmo avere dal 10% al 25% di pubblico negli stadi" - Javier Tebas, è ottimista circa il ritorno del pubblico sugli spalti. A margine dell'evento che ha sancito l'accordo tra LaLiga e Banco Santander fino alla stagione 2013/14, il presidente di Lega ha dichiarato: "Credo che avremo tra un 10% e un 25% di pubblico negli stadi per il finale de LaLiga. Secondo i dati che stanno emergendo dopo Pasqua, penso che ci sia la possibilità di un ritorno del pubblico". Tebas ha comunque specificato che sarà una decisione che dovrà prendere l'Alto Consiglio dello Sport e il Ministero della Sanità.

15.10 - Euro 2020, Amsterdam dà il via libera ad almeno 12mila spettatori allo stadio - C'è il via libera da Amsterdam per i tifosi in vista di Euro 2020. La "Johann Cruijff ArenA" potrà ospitare almeno 12mila spettatori per gli Europei, numero che potrà aumentare o diminuire a seconda degli sviluppi del coronavirus a giugno. Questo è l'accordo stipulato dalla Federcalcio (KNVB), il Ministero della Salute, del Welfare e dello Sport e il Comune di Amsterdam. La capitale olandese ospiterà 4 partite, 3 della fase a gironi ossia le partite dell'Olanda contro Ucraina (13 giugno), Austria (17 giugno) e Macedonia del Nord (21 giugno). Più un ottavo di finale, in programma il 26 giugno.

15.04 - Costa (Sottosegretario Salute): "Vogliamo portare 15000 persone all'Olimpico per l'Europeo" - A Radio Punto Nuovo è intervenuto Andrea Costa, Sottosegretario di Stato al Ministero della Salute: “Europei aperti al pubblico? Questa decisione rappresenta un inizio. In base ai numeri, al piano vaccinale ed alle dosi da somministrare, per gli Europei saremo in condizione di fare una serie di valutazioni positive. Passaporto vaccinale? Sono a favore. Credo che sia un tema da affrontare nel momento in cui tutti i cittadini avranno la possibilità di vaccinarsi, altrimenti possono crearsi delle discriminazioni. Da parte dell’UEFA c’è stata la richiesta di riempire per circa 25% gli stadi, varrebbe a dire 14-15.000 spettatori all’Olimpico di Roma. Mi permetto di dire che è anche l’obiettivo del Governo. Abbiamo già incaricato il CTS per stilare un protocollo e garantire questa presenza".

13.40 - Cluster Italia senza fine: anche Pessina è positivo al Covid-19. Il comunicato dell'Atalanta - L'Atalanta ha comunicato che, in seguito ai test molecolari effettuati nella giornata di ieri, il centrocampista Matteo Pessina è risultato positivo al Covid-19 (il giocatore è asintomatico e in isolamento). La società, scrive nel comunicato, ha attivato tutte le procedure previste dal protocollo in vigore e informato le autorità per le procedure correlate. Questo il comunicato: "Atalanta B.C. comunica che, in seguito ai test molecolari effettuati ieri, martedì 6 aprile, il calciatore Matteo Pessina è risultato positivo al Covid-19. Il tesserato è asintomatico ed è in isolamento. La Società ha attivato tutte le procedure previste dal protocollo in vigore e informato le Autorità per le procedure correlate".

12.20 - Napoli, positivo un membro dello staff sanitario. Negativi invece i tamponi del gruppo squadra - Il Napoli nella notte ha effettuato un nuovo ciclo di tamponi per la positività - emersa nella giornata di ieri - di un componente dello staff sanitario. Di seguito il comunicato ufficiale: "In seguito alla positività al Covid-19 di un componente dello staff sanitario rilevata ieri mattina e non presente a Torino, in accordo con le autorità sanitarie e secondo i protocolli FIGC, il gruppo squadra ha effettuato, dopo le 24:00, un nuovo ciclo di tamponi molecolari risultati negativi". Questa la nota del Napoli in vista della sfida contro la Juventus, che vedrà dunque la squadra al completo.

11.32 - Stasera Inter-Sassuolo, Conte sorride: tutto il gruppo squadra negativo all'ultimo giro di tamponi - Anche oggi arrivano ottime notizie in casa Inter dai test molecolari svolti ieri: tutto il gruppo squadra è risultato infatti negativo dall'ultimo giro di tamponi, quindi nessun problema per Antonio Conte in vista del recupero contro il Sassuolo (in programma oggi alle 18.45). Si temeva soprattutto per le posizioni di Barella, Sensi e Bastoni, i tre nazionali di Mancini, dopo lo scoppio del focolaio nel ritiro azzurro nell'ultima sosta.

09.59 - Bayern, Gnabry positivo: stasera niente PSG - Il tedesco sta bene ed è in isolamento domiciliare: scelte obbligate in attacco vista anche l'assenza di Lewandowski. Flick: "Il Psg non è cambiato molto rispetto alla finale dello scorso anno, dovremo essere in grado di fermare il loro giro palla". Questa sera alle 21 il "replay" della finale dello scorso anno.

09.50 - Juve stasera in campo: Bernardeschi positivo, Demiral torna negativo - Nella mattinata di ieri, con una nota sul proprio sito, la Juventus ha comunicato la positività di Federico Bernardeschi. Il calciatore è in isolamento e asintomatico. Dopo l'esito dei test torna invece a disposizione Demiral. Tutti negativi al Napoli, che è partito per Torino. Stasera il recupero della terza giornata di Serie A, calcio d'inizio alle 18.45.

MERCOLEDÌ 7 APRILE

23.47 - Infantino: "C'è la luce alla fine del tunnel. Con i vaccini il calcio tornerà a riunire le comunità" - Il presidente della FIFA, Gianni Infantino, vede la luce in fondo al tunnel per quel che riguarda il ritorno degli spettatori ad assiepare gli stadi e il ritorno al regime di normalità nel mondo del calcio. In un articolo a sua firma suUN Chronicle spiega: "La pandemia COVID-19 è stata un periodo di sofferenza e di perdite senza precedenti nel mondo intero. Prima di tutto per la tragica perdita di persone care che tanti hanno subito. Abbiamo anche perso in gran parte la nostra vita sociale e l'interazione umana, comprese le attività quotidiane come partecipare o assistere a una partita di calcio. Ma c'è luce alla fine del tunnel, e con il lancio dei vaccini, speriamo che la vita torni come dovrebbe essere vissuta: insieme, senza barriere e le costrizioni imposte dalla pandemia. Come in passato, il calcio, lo sport più popolare al mondo, svolgerà un ruolo centrale nel riunire le comunità. Attraverso il calcio potremo rimetterci in forma fisicamente, socializzare con i nostri compagni e rivali e riempire nuovamente gli stadi. Recupereremo parte di ciò che è stato perso nell'ultimo anno e speriamo di riportare gioia e sorrisi".

21.16 - Euro 2020, Dublino verso la rinuncia. Le 4 partite assegnate in Inghilterra - L'Inghilterra ospiterà almeno quattro partite in più del prossimo Europeo in seguito alla probabile rinuncia di Dublino. A due giorni dalla scadenza ultima per l'assegnazione delle singole partite di Euro 2021, sembra ormai scontata - scrive oggi il tabloid Sun - che l'Irlanda ritirerà la propria candidatura, a favore dell'Inghilterra che da tempo si è detta pronta ad ospitare più gare del torneo. Finora il comitato inglese si è assicurato sette partite, che verranno tutte giocate a Wembley: qualora il numero di gare aumentasse, la scelta ricadrebbe tra lo stadio del Tottenham e quello del Manchester United. Ma sembra che l'Uefa, preferisca l'Ethiad stadium, lo stadio del Manchester City, ritenuto più moderno ed efficiente.

20.10 - Cagliari, tamponi tutti negativi alla ripresa degli allenamenti dopo la positività di Cragno - Tamponi tutti negativi in casa Cagliari alla ripresa degli allenamenti in vista della gara di domenica prossima con l'Inter dopo la positività di Cragno. Situazione da monitorare giorno dopo giorno, ma per ora il club rossoblù, già segnato quest'anno da diversi stop per Covid, tira un sospiro di sollievo. Il caso del portiere è verosimilmente da ricondurre al focolaio che ha coinvolto giocatori e staff della Nazionale. Proprio per evitare possibili contagi per Cragno, una volta tornato in Sardegna, era stato seguito un particolare percorso precauzionale proprio per evitare contatti con gli altri componenti della squadra.

19.56 - Olanda, torna il pubblico sugli stadi a partire dal 23 aprile. E c'è già Ajax-AZ - Una bella notizia per i tifosi olandesi. La Federcalcio (KNVB) ha annunciato che le partite di calcio professionistico saranno considerate per il Governo eventi in cui sarà consentito fare test rapidi. Coloro che parteciperanno dovranno avere un tampone negativo fatto 24 ore prima dell'evento e farne un altro 5 giorni dopo. Chiunque abbia un risultato negativo può mostrarlo al cancello dello stadio tramite l'app 'CoronaCheck' e può entrare. Gli spettatori devono rispettare la distanza obbligatoria di 1,5 metri in tribuna. L'esperimento è gestito dalla Fieldlab Events, che ha attuato già la pratica in due incontri di seconda divisione e nella sfida di qualificazione ai Mondiali fra Olanda e Lettonia. Pertanto, a partire dal 23 aprile, sarà consentito al pubblico delle squadre di casa di entrare allo stadio. Con limiti (ad esempio il big match Ajax-AZ potrà avere un massimo di 7.500 spettatori), ma comunque un segnale importante. Già a inizio stagione l'Eredivisie aveva aperto inizialmente al pubblico, se pur riempiendo parzialmente gli stadi.

19.50 - Due tamponi negativi per Demiral: è guarito dal Covid. Da domattina in gruppo con la Juve - Merih Demiral ha effettuato, come da protocollo, 2 controlli con test molecolare (tampone) per Covid-19 con esito negativo. Il giocatore pertanto guarito e non più sottoposto al regime di isolamento - sottolinea la nota ufficiale della Juventus - si unirà alla squadra domattina presso il JTC.

19.03 - Pubblico all'Europeo? Il Cts valuterà l'ipotesi sulla base del quadro epidemiologico - "Il governo italiano ha chiesto parere al Cts, per valutare, sulla base del quadro epidemiologico e dell'andamento delle vaccinazioni, la possibilità di prevedere una presenza limitata di pubblico per gli Europei di calcio che si terranno a partire dall'11 giugno". E' quanto si apprende da fonti di Governo che ribadiscono che sarà il Comitato tecnico scientifico a valutare tale possibilità sulla base dell'andamento dell'epidemia.

19.00 - Sì all'Europeo all'Olimpico col pubblico. Gravina: "Disponibilità del governo un ottimo risultato" - "La disponibilità acquisita dal Governo italiano è un ottimo risultato che fa bene al Paese, non solo al calcio. Ringrazio in particolare il Ministro della Salute Roberto Speranza perché ci ha comunicato di aver dato incarico al CTS di individuare le migliori soluzioni che consentiranno la presenza di pubblico allo stadio Olimpico di Roma in occasione del prossimo campionato Europeo". Così il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, che aggiunge: "In un momento tanto complesso, è stata comunque manifestata chiaramente la volontà di veder confermata la presenza italiana a questo grande evento, dando fiducia alla Figc. Collaboreremo in maniera sinergica con la Sottosegretaria Valentina Vezzali che ci sta accompagnando in questo percorso. Ci è stato inviato un segnale in forte prospettiva sulla ripresa che noi trasferiremo prontamente alla Uefa".

18.57 - Direttore ASL Torino: "Juve-Napoli si giocherà" - Ospite di Radio Kiss Kiss, emittente ufficiale del Napoli, Carlo Picco, direttore dell’ASL di Torino, ha rassicurato circa i casi di Covid-19 che stanno colpendo la Juventus in questi giorni, specie in ottica recupero contro gli azzurri: "Ho appena incontrato il Prof. Testi, Direttore del Dipartimento di Prevenzione. Il quadro sui casi di positività alla Juve non è mutato, Juventus-Napoli si giocherà regolarmente domani alle 18.45".

17.53 - La pandemia in Italia: i numeri di oggi - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 112.962 tamponi e individuati 7.767 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 555.705, -14.391 in più rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 421 persone affette da Coronavirus per un totale di 111.747 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 555.705 (-14.391)
Deceduti: 111.747 (+421)
Dimessi/Guariti: 3.019.255 (+21.733)
Ricoverati: 33.080 (+558) di cui in Terapia Intensiva: 3.743 (+6)
Tamponi: 51.415.800 (+112.962)
Totale casi: 3.686.707 (+7.767, +0,21%)

17.36 - Pubblico negli stadi, il governo ha dato l'ok per gli Europei - Il governo - apprende l'ANSA - ha appena dato alla Federcalcio la sua disponibilità per la presenza di pubblico allo stadio Olimpico per le partite degli Europei di calcio al via l'11 giugno. Il ministro della salute Speranza ha infatti inviato al presidente della Figc Gravina una lettera con il suo assenso (che verrà immediatamente girato all'Uefa): nella mail si afferma che toccherà ora al Cts "chiarire i protocolli che consentano di svolgere in sicurezza gli eventi". L'indicazione del governo italiano arriva alla Figc in una giornata in cui altre realtà europee, come la Germania, faticano a trovare un'intesa.

16.22 - Atalanta: Toloi e Pessina si alleneranno isolati - Nonostante siano scesi in campo entrambi da titolari nell'ultima uscita contro l'Udinese, in casa Atalanta c'è preoccupazione per i nazionali azzurri Matteo Pessina e Rafael Toloi: da oggi i due si alleneranno isolati dal resto del gruppo in seguito ai tanti casi relativi a nazionali azzurri risultati positivi nelle ultime ore. Oggi è stata la volta di Bernardeschi, ma nel weekend hanno pagato dazio anche Alessandro Florenzi, Vincenzo Grifo, Salvatore Sirigu e Marco Verrati.

15.00 - Empoli-ChievoVerona sub iudice - Ha tenuto banco il caso Empoli-ChievoVerona, gara della 32^ giornata del campionato di Serie B che non si è giocata per l'assenza della formazione toscana allo stadio "Castellani". Motivo di tale mancanza? L'USL locale, oltre ad aver sospeso l'attività del club, ha messo in quarantena tutto il gruppo squadra, dopo il cluster Covid-19 che ha colpito anche la formazione Primavera. Era quindi attesa la decisione del Giudice Sportivo in merito, ma la partita è stata messa sub iudice.

13.41 - Varane positivo al Covid-19 - Tegola per Zinedine Zidane in vista della gara di questa sera contro il Liverpool in Champions League. Come comunicato dal club spagnolo sul proprio sito ufficiale, Raphael Varane è infatti risultato positivo al Covid-19 e non sarà a disposizione per l'andata dei quarti di finale.

13.05 - Juve-Napoli al momento non a rischio - Juventus-Napoli, recupero della terza giornata di Serie A, non è a rischio dopo la positività di Federico Bernardeschi al Covid-19. La ricostruzione fatta da TMW nei minuti successivi alla positività al Covid-19 del fantasista della Nazionale è quella di un ASL di Torino che in questo momento non è preoccupata per un possibile focolaio presente all'interno del gruppo squadra bianconero.

In questo momento, sono tre i giocatori della Juventus positivi al Covid-19. Si tratta di Leonardo Bonucci, Merih Demiral e, appunto, Federico Bernardeschi, tutti calciatori che sono risultati positivi dopo gli impegni con le rispettive nazionali. Bonucci e Demiral però non hanno mai avuto contatti col gruppo squadra di rientro dagli impegni della Nazionale. L'unico calciatore che ha avuto contatti col gruppo squadra bianconero risultato positivo è Federico Bernardeschi, che ha giocato sabato contro il Torino ma già da ieri non si allena col resto del gruppo.

È chiaro che, dovessero emergere nuovi positivi, lo status quo potrebbe essere rimesso in discussione. Ma ad oggi non è così: per l'ASL di Torino, Juventus-Napoli in questo momento può andare in scena.

12.19 - Juve, Bernardeschi positivo - Si allarga il cluster dei positivi dopo gli impegni della Nazionale di Roberto Mancini. Ad annunciarlo la Juventus, con una nota apparsa sul sito ufficiale: "Juventus Football Club comunica che, nel corso dei controlli previsti dal protocollo in vigore, è emersa la positività al Covid 19 di Federico Bernardeschi. Il calciatore è in isolamento e asintomatico. La Società rimane in contatto con le Autorità Sanitarie in attuazione dei protocolli previsti per consentire le attività di allenamento e di gara del Gruppo Squadra".

Gli altri calciatori risultati positivi al Covid-19 dopo gli impegni della Nazionale sono Bonucci, Florenzi, Verratti, Sirigu, Grifo e Cragno, oltre a quattro membri dello staff.

11.44 - Skorupski torna negativo - Buone notizie in casa Bologna. Sinisa Mihajlovic per i prossimi impegni della squadra rossoblù avrà di nuovo a disposizione il portiere Lukasz Skorupski. Risultato positivo al Covid-19 lo scorso 27 marzo, il calciatore polacco è risultato negativo all'ultimo tampone e potrà quindi prendere parte ai prossimi allenamenti col resto della squadra. Domenica il Bologna scenderà in campo all'Olimpico contro la Roma.

9.59 - La Corea del Nord rinuncia ai Giochi di Tokyo - A tre mesi e mezzo dall'inizio della più grande manifestazione sportiva del mondo, la Corea del Nord è il primo Paese a rinunciare ufficialmente all'Olimpiade di Tokyo a causa della pandemia di coronavirus. Il sito web del Ministero dello sport nordcoreano riporta che il Comitato olimpico nazionale ha deciso di non partecipare ai Giochi. Il Comitato Olimpico giapponese non è stato ancora informato della decisione, che sembra definitiva.

9.34 - Tamponi negativi in casa Inter - Nessun nuovo caso di positività al Covid-19 per i giocatori dell'Inter. Sono infatti risultati tutti negativi i tamponi molecolari svolti dal gruppo squadra nella giornata di ieri, con i nerazzurri che saranno impegnati nel recupero contro il Sassuolo domani pomeriggio.

MARTEDÌ 6 APRILE

20.36 - Altro positivo dalla Nazionale: è Cragno Il Cagliari Calcio comunica la positività al Covid-19 di Alessio Cragno: monitorato con attenzione dal suo rientro dagli impegni con la Nazionale italiana, il calciatore ha eseguito un nuovo test diagnostico nella giornata di ieri, domenica 4 aprile, e si trova attualmente in isolamento. Il Gruppo Squadra ha già iniziato l’isolamento fiduciario domiciliare e si atterrà rigorosamente a quanto previsto dal Protocollo. Il Club ha avviato tutte le procedure del caso ed è in costante contatto con le autorità sanitarie competenti.

15.13 -Torino, un giocatore positivo al Covid-19 Il Torino Football Club comunica che, nel corso dei costanti esami previsti dal protocollo in vigore, è emersa la positività al Covid-19 di un calciatore della prima squadra. Il tesserato, in accordo con le Autorità sanitarie, è già stato posto in isolamento fiduciario sotto la supervisione dello staff medico granata. Il Torino FC continuerà a seguire l’iter previsto dai protocolli vigenti. Ciò consentirà a tutti i soggetti negativi ai controlli di svolgere la regolare attività.

11.13 - Cluster Italia, anche Grifo positivo Prima Bonucci, poi Verratti e nelle ultime ore Florenzi. Ma non solo. Attraverso il sito del Friburgo si apprende della positiva anche di un altro calciatore della Nazionale italiana dopo la parentesi azzurra. Si tratta di Vincenzo Grifo, calciatore che è stato messo subito in quarantena.

10.13 - Florenzi positivo - Dopo Marco Verratti anche l’altro italiano del PSG, Alessandro Florenzi è risultato positivo al Covid-19. A darne notizia lo stesso club transalpino con un post sul proprio account Twitter. Florenzi, si legge, “rispetterà l'isolamento ed è soggetto al protocollo sanitario appropriato. Come promemoria, il giocatore era stato in isolamento per alcuni giorni in via precauzionale”.

LUNEDÌ 5 APRILE

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000