Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Al-Khelaifi, nuovo attacco al Barça: "Se è legale quello che sta facendo? Non lo so"

Al-Khelaifi, nuovo attacco al Barça: "Se è legale quello che sta facendo? Non lo so"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di TUTTOmercatoWEB.com
mercoledì 28 settembre 2022, 16:57Calcio estero
di Alessio Del Lungo

Nasser Al-Khelaifi, presidente del PSG, ha rilasciato un'intervista al Politico, dove ha parlato della situazione del Barcellona e dello stratagemma delle leve utilizzato per risanare il club: "È giusto? No, non è giusto... È legale? Non ne sono sicuro. Se glielo consentono, gli altri faranno lo stesso. La UEFA ovviamente ha i propri regolamenti finanziari. Di sicuro guarderanno tutto".

Inoltre ha ancora una volta chiuso alla Superlega: "Sono davvero fiducioso che nessuno permetterà che ciò avvenga. Dobbiamo pensare a tutti, non solo a noi stessi. La Superlega riguardava solo se stessi e non mi sarei mai unito ad un progetto del genere".

Al-Khelaifi è a sua volta accusato, per la sua posizione di presidente di beIN Media Group, di spendere i milioni per i diritti tv per proiettare in alto il calcio francese e le competizioni UEFA: "Quando ci sono problemi, hanno bisogno di me, io sono lì per aiutare. Nessuno vede alcun conflitto. Nasser non è quello che va sul mercato e vende i diritti, ma li stiamo spingendo ad aumentare il prezzo. Il mio interesse è garantire il massimo per il mio club e per i club dell'ECA. Semmai, è dannoso per beIN quando l'ECA fa aumentare i costi dei diritti".