Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Hey, Jude: come bruci le tappe. Dortmund si gode Bellingham, 19 anni e già capitano

Hey, Jude: come bruci le tappe. Dortmund si gode Bellingham, 19 anni e già capitanoTUTTOmercatoWEB.com
giovedì 6 ottobre 2022, 13:57Calcio estero
di Gaetano Mocciaro

Nel Borussia Dortmund che ha strapazzato ieri sera il Siviglia è una volta di più emerso come i tedeschi abbiano l'occhio lungo per i giovani di talento: i protagonisti sono stati Youssoufa Moukoko (classe 2005) autore di due assist, Karim Adeyemi (classe 2002) e Jude Bellingham (classe 2003). Proprio quest'ultimo ha battuto un paio di record nella serata di ieri, diventando il primo teenager a segnare nelle prime tre partite di una fase a gironi di Champions League nonché il più giovane calciatore inglese a indossare la fascia di capitano in una partita del massimo torneo continentale.

IL PIÙ GIOVANE CAPITANO DI BUNDESLIGA - Solamente lo scorso weekend il centrocampista ha stabilito fascia al braccio un altro record: nella partita contro il Colonia è diventato il più giovane capitano di una squadra di Bundesliga a soli 19 anni. Numeri che fanno capire quanto a Dortmund puntino sul giocatore, tanto da respingere qualsiasi offerta arrivata dalla Premier League. "Un sogno diventato realtà" il commento dello wonder boy. Nelle gerarchie della squadra, Bellingham è il terzo capitano dietro Marco Reus e Mats Hummels.

A BIRMINGHAM HANNO RITIRATO LA MAGLIA - Per rende l'idea di chi abbiamo di fronte, basti pensare che il Birmingham, club che l'ha ceduto per 25 milioni nell'estate del 2020 ha persino ritirato la sua maglia numero 22. Aveva appena 17 anni, 10 dei quali passati con i bluenoses con i quali ha debuttato a 16 anni e 38 giorni, altro record. Una crescita esponenziale alla quale nemmeno il ct dell'Inghilterra, Gareth Southgate, è rimasto indifferente: terzo esordiente più giovane di sempre, dopo Walcott e Rooney. E pronto per un ruolo da protagonista fra pochi mesi in Qatar.

Primo piano
TMW Radio Sport