Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Hegerberg critica: "Il Lione va avanti, ma il calcio francese è fermo a sette anni fa"

Hegerberg critica: "Il Lione va avanti, ma il calcio francese è fermo a sette anni fa"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 12 febbraio 2024, 18:49Calcio femminile
di Tommaso Maschio

“Il Lione resta un club attraente, basta guardare i nomi delle calciatrici in rosa, ma la realtà è che la Francia è rimasta indietro a livello calcistico”. Quello di Ada Hegerberg è un duro attacco al calcio femminile transalpino, un movimento che la stella norvegese, prima vincitrice del Pallone d’Oro in rosa, conosce alla perfezione militando nel Lione dal 2014: “Sono qui da dieci anni e non ho visto quasi nessuno sviluppo nel campionato e nello status di calciatrice professionista. - spiega l’attaccante L’Equipe - Anche con il potere di cui dispone, Jean-Michele Aulas (ex presidente del Lione e ora vicepresidente della Federcalcio francese NdR) non potrà cambiare tutto da solo. C’è innanzitutto una mentalità che deve evolversi”.

Hegerberg si sofferma poi sull’arrivo di Michele Kang alla guida del Lione femminile di cui ha acquisito il 52% delle azioni: “La sua dinamica è diversa, è troppo presto per dire se è ciò di cui il club aveva bisogno. L’avventura è stata lunga e forte con Aulas e ora siamo all’inizio di qualcos’altro, ma l’OL deve continuare a innovare per far sì che le cose accadano. - continua la norvegese – Dobbiamo però porci le domande giuste sul perché questo club continua a fare i passi avanti, mentre la situazione è ferma a sette anni fa”.

Spazio anche al nuovo format, con i play-off per decretare la vincitrice del campionato, che non convince la calciatrice: “È quanto di più ingiusto possibile, forse il Lione è diventato troppo superiore, quindi è diventato necessario creare o play-off. Ma non abbiamo vinto tutti i nostri titoli per divertimento”.

Infine un pensiero al futuro con il contratto in scadenza, che per la neo proprietaria è una priorità, e le voci di un Barcellona che vorrebbe strapparla alle rivali continentali: “Voglio un buon contratto, so cosa merito. Ci sono discussioni con il Lione e altrove”.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile