Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
TMW

Espina (AS): "Dani Olmo il nostro Frattesi, Rodri come Busquets. Calafiori-Ramos? Calma"

Espina (AS): "Dani Olmo il nostro Frattesi, Rodri come Busquets. Calafiori-Ramos? Calma"TUTTO mercato WEB
lunedì 17 giugno 2024, 15:08Euro 2024
di Raimondo De Magistris
fonte Dal nostro inviato a Iserlohn, Germania
José Antonio Espina, giornalista di Diario AS, è inviato in Germania al seguito dell'Italia di Luciano Spalletti

José Antonio Espina, Frattesi in conferenza stampa ha detto che la Spagna è avanti rispetto all'Italia e che Rodri è il miglior centrocampista al mondo. E' così?
"Può essere pre-tattica, ma credo che su Rodri abbia completamente ragione. Per me, per tanta gente, è il miglior centrocampista difensivo del momento. E' il giocatore di riferimento della Spagna, probabilmente il migliore nel suo ruolo. Contro la Croazia la Spagna ha dimostrato di essere una squadra molto forte, molto potente. Mentre questa Italia non è una grande Italia. Però questo è un classico del calcio europeo e come tale è aperto a qualsiasi risultati risultato".

Chi è il Frattesi della Spagna?
"Dani Olmo, senza dubbio. Frattesi è meno attaccante, Dani Olmo gioca più come trequartista però come caratteristiche è quello che si avvicina di più. Fabian Ruiz ha caratteristiche diverse, Merino è più difensivo e più organizzatore di gioco".

I migliori giocatori delle due squadre sono due centrocampisti: Rodri da un lato, Barella dall'altro
"Ma sono due centrocampisti completamente differenti. Rodri è un punto di riferimento davanti alla difesa, Barella è molto più un giocatore box to box, gira di più il campo, somiglia di più a Xavi o a Iniesta. Rodri è un centrocampista alla Busquets".

Luis Enrique lo schierò difensore all'ultimo Europeo
"Meglio adesso... E' il miglior centrocampista del mondo, in difesa era sprecato. Poi per carità, gioca bene anche in quel ruolo ma meglio in mezzo al campo".

S'è parlato molto del fatto che contro la Croazia la Spagna, per la prima volta dal 2008 in una gara ufficiale, abbia concluso una partita con meno possesso dell'avversaria
"Quella Spagna che dominava nel possesso palla era una squadra che aveva Xavi, Iniesta e Busquets, ma anche Fabregas e David Silva: forse i cinque migliori centrocampisti in quel momento. Gli avversari con quel centrocampo la palla non la toccavano mai. Ora la situazione è differente: Rodri è il migliore, è vero, ma gli altri sono solo buoni giocatori, lontani da quel livello. Merino è un buon giocatore, Fabian Ruiz è un buon giocatore ma non sono i migliori del mondo. La verità è che oggi la Spagna ha un paio di fuoriclasse: Rodri, appunto, e anche Carvajal. Poi un giocatore dal grande futuro come Yamal e un altro velocissimo come Nico Williams. Gli altri sono buoni giocatori. Detto ciò, de la Fuente non ha rinunciato allo stile della Spagna: contro la Croazia erano avanti 3-0 e nella ripresa si sono limitati alla fase difensiva, ha ragione Frattesi. E' una bugia dire che la Spagna gioca in un altro modo: aveva dominio sul possesso palla da 136 partite e in 14 partite alla guida c'era l'attuale commissario tecnico. La Spagna s'è velocizzata ma non ha perso il suo stile".

Capello ha detto che Calafiori gli ricorda il primo Sergio Ramos
"Fisicamente c'è una bella differenza, poi uno è destro e l'altro è sinistro. Sergio Ramos anche da terzino era impressionante, molto offensivo. Calafiori ha grande futuro, però parlare di nuovo Sergio Ramos... Mah, quel giocatore era un'altra cosa".

In cosa l'Italia è migliore della Spagna?
"Che l'Italia è l'Italia. La sua storia, ha vinto la Coppa del Mondo per quattro volte. Tre anni fa ha vinto l'Europeo con una squadra che non è forte come questa: è vero che in quella squadra c'erano Chiellini e Bonucci, ma questa ha più qualità".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile