Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Psicodramma Brasile: dal gol di Neymar ai rigori falliti. La Croazia è più fredda e va in semifinale

Psicodramma Brasile: dal gol di Neymar ai rigori falliti. La Croazia è più fredda e va in semifinaleTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 9 dicembre 2022, 18:49Qatar 2022
di Tommaso Maschio

Psicodramma Brasile ai quarti di finale del Mondiale. La squadra di Tite infatti ai supplementari sembra prendere in mano la qualificazione grazie a un gol di Neymar al termine di un'azione da playstation iniziata dallo stesso numero 10. Quando tutto sembra pronto per la festa verdeoro però Petkovic pareggia i conti e porta tutti ai rigori. Dagli undici metri i balcanici non sbagliano un tiro, mentre i sudamericani falliscono con Rodrygo e Marquinhos dando il via al dramma brasiliano. Festeggiano invece i croati che dopo il secondo posto di quattro anni fa sono ancora fra le prime quattro del Mondo.

POCHE FIAMMATE, VINCE L’EQUILIBRIO - Gara veloce, a tratti vivace, con la Croazia che pressa e chiude gli spazi per poi ripartire sfruttando le corsie laterali, mentre il Brasile cerca le giocate in velocità con i quattro attaccanti che si muovono su tutto il fronte dando pochi punti di riferimento. Il più attivo è Vinicius che nei primi dieci minuti ha due buone occasioni tagliando dalla sinistra, ma non riesce a concretizzarle. Il primo brivido per i sudamericani arriva al 12° con Pasalic che affonda sul suo lato e mette in mezzo un pallone che Perisic, perfetto nel taglio, che però colpisce male e manda a lato. A metà della prima frazione la gara si accende con un paio d’occasioni per parte che però non vengono concretizzare a dovere tanto che il solo Livakovic deve compiere una parata, piuttosto semplice, su Neymar. Il Brasile vive sulle fiammate dei singoli non riuscendo a sviluppare il gioco che lo ha contraddistinto nelle quattro gare precedenti visto l’atteggiamento e il modo di stare in campo di una Croazia che appare più collettivo dei verdeoro e non rinuncia ad attaccare sfruttando le corsie esterne.

I VERDEORO SBATTONO SU LIVAKOVIC - Il Brasile parte subito all’attacco e sfiora subito il vantaggio in due occasioni che vedono salire in cattedra un Gvardiol attento e preciso nelle chiusure. Il Brasile continua a palleggiare alla ricerca di varchi nella retroguardia e quando li trova, come al 54’ con Richarlison che serve Neymar, ci pensa Livakovic a chiudere la porta a doppia mandata. Il portiere slavo si ripeta altre due volte rispondendo presente agli assalti verdeoro portati da Paquetà e Neymar. La Croazia appare in sofferenza e debito d’ossigeno lasciando sempre più spazi agli avversari a ridosso dell’area di rigore e non riuscendo più a ribaltare l’azione come accaduto nel primo tempo.

BROZOVIC SBAGLIA, NEYMAR LA SBLOCCA CON UNA GIOCATA - Nel primo tempo supplementare il copione non cambia con il Brasile che continua a giocare cercando un pertugio nella difesa attenta degli slavi e la Croazia che con una ripartenza va vicinissima a un gol che sarebbe una beffa per i verdeoro, ma Brozovic da buona posizione spreca la giocata sopraffina di Petkovic. Proprio in chiusura di tempo arriva la fiammata che incendia la torcida. Neymar dà il via a un’azione da playstation e si propone in area di rigore sgusciando fra le maglie avversarie, salta Livakovic in uscita e deposita in rete il pallone.

PETKOVIC LA PAREGGIA - Nel secondo supplementare è la Croazia che prova un tardivo risveglio andando all’assalto dell’area avversaria per provare a conquistare i rigori. Al minuto 116 arriva così il pareggio dei biancorossi con una giocata di Modric che serve in profondità Orsic che mette subito in mezzo per Petkovic. Il centravanti gira subito il pallone verso la porta, trova la deviazione di un difensore e batte Alisson alla prima vera conclusione in porta dei croati.

RIGORI - Ai calci di rigore la Croazia è perfetta, mentre il Brasile sbaglia prima con Rodrygo - parata di Livakovic - e Marquinhos - che calcia sul palo - facendo sprofondare il popolo verdeoro nel dramma. Gli slavi conquistano dunque la semifinale e attendono la vincente di Olanda-Argentina.

Primo piano
TMW Radio Sport