Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Allegri e il mercato Juventus: "C'è unità d'intenti. Serve mix, con tutti giovani è dura vincere"

Allegri e il mercato Juventus: "C'è unità d'intenti. Serve mix, con tutti giovani è dura vincere"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 21 maggio 2022, 23:13Serie A
di Marco Conterio

Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, parla dopo il 2-0 patito a Firenze contro la Fiorentina. "C'eravamo allenati un giorno e mezzo, c'era gente che non s'era allenata. Abbiamo concluso degnamente l'annata, ora pensiamo velocemente al prossimo anno".
Chi sono i nomi sul mercato per l'estate?
"Sono contento perché abbiamo unità d'intenti. Abbiamo tanti giocatori, diversi dovranno uscire. Chiellini ha smesso, Bernardeschi e Dybala sono a fine contratto. Poi c'è il mercato ma va fatto tutto con calma e lucidità. La squadra va sistemata con calma".
Di Maria ha pianto dopo l'ultima col PSG
"Ogni giorno escono tanti nomi, da lunedì iniziamo a pensare a come sistemare la squadra. La base buona c'è, dovremo far meglio".
Sarà un mix di opportunità e giocatori esperti in estate e giocatori alla Vlahovic-Locatelli?
"Negli undici ci sono già dei giovani, ne abbiamo cinque. Vlahovic, Locatelli, De Ligt, Chiesa, poi Miretti ha fatto gare buone. La squadra cresce, è normale che all'interno della squadra serve un mix altrimenti con tutti giovani è più difficile vincere. Esperienza e malizia ci vogliono. De Ligt ha tante gare nelle gambe, Vlahovic e Locatelli si sono inseriti bene. Servirà equilibrio nella squadra".
Nelle ultime 5 stagioni la Juventus è andata sempre in calando come punti fatti
"La rivoluzione non dovrà essere marcata. Però c'è un fattore psicologico: abbiamo fatto una rincorsa e siamo arrivati alla gara con l'Inter giocandoci qualcosa di importante. 83 punti non bastavano, vedremo se il Milan arriverà a 86 ma detto questo, perso con l'Inter, abbiamo giocato con 12 giocatori per tre mesi. Questi 70 punti sono falsi, non dicono la verità sulla squadra: quando raggiunti l'obiettivo, qualcosa viene a mancare. Sono 70 punti falsi ma per tornare a vincere serve fare di più".