Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Atalanta, Gasperini: "Champions obiettivo massimo. Se ci sarà da fare la volata la faremo"

Atalanta, Gasperini: "Champions obiettivo massimo. Se ci sarà da fare la volata la faremo"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 28 gennaio 2023, 23:23Serie A
di Marco Pieracci

Gian Piero Gasperini, tecnico della Sampdoria, commenta così ai microfoni di Sky Sport la vittoria per 2-0 sulla Sampdoria: "Questo è un campionato strano, spezzato dalla sosta di metà novembre. Fino a quel momento si guardava poco la classifica, poi invece quando è ricominciato abbiamo visto e ci siamo accorti di essere in una buona posizione iniziando a mettere un po' di garra in più nelle ultime partite. Adesso la squadra è più concentrata".

Altro mattoncino verso l'obiettivo?
"Sembrano partite facili invece sono difficili, anche per per il valore della Sampdoria che chiudeva tutti gli spazi. Abbiamo dovuto giocare con coralità, loro non hanno mai mollato, nemmeno sul 2-0: è stata una partita aperta fino alla fine".

Sei uscito allo scoperto sull'obiettivo Champions?
"Come spesso succede sono state travisate le mie dichiarazioni. Mi è stato chiesto il risultato massimo per l'Atalanta e ho detto la Champions League, di sicuro non lo scudetto che è impossibile. Se ne parla dall'inizio dell'anno ma non serve a niente. Dobbiamo giocare e pensare a crescere, è appena iniziato il ritorno. Negli scorsi anni eravamo molto più avanti, poi se ci sarà da fare la volata la faremo".

Lookman sta facendo la differenza?
"Stasera ha fatto un grande gol, ci sta dando tantissimo come tutti. Un giocatore così, per numero di gol e apporto che dà alla squadra, è molto importante".

A La Spezia c'è stata la svolta?
"Di positivo quel giorno c'è stata la voglia di recuperare la partita, è stata una svolta perché in precedenza non c'era mai questo fuoco fino al 95'. Nei minuti finali sembravamo quasi rassegnati. A La Spezia non è stato così ma non stavamo facendo una brutta partita, siamo stati anche un po' fortunati poi a raddrizzarla".

L'attacco è il vostro punto di forza?
"Chiaro che quando cominci a fare dei gol come nelle ultime partite questo ti dà una spinta maggiore. La partita con la Juventus è stata molto importante come lo sarà quella con l'Inter per vedere quanto possiamo essere competitivi con questo tipo di squadre, a prescindere dal risultato finale".

Cosa ha detto a Boga?
"Gli ho detto di attaccare di più l'area, ha le potenzialità per farlo ed essere decisivo con assist e tiri. Può fare qualche gol in più ma per farlo deve avvicinarsi di più al portiere".

Che ricordo ha di Stankovic all'Inter?
"Non avevo giocatori contro, avevo un modulo contro perché nessuno voleva giocare con la difesa a tre. In quel momento era un'eresia totale. Purtroppo lui e qualche altro giocatore avevano qualche acciacco, speravo di ripartire con loro ma erano in pochi. Dejan era uno dei pochi che fece la preparazione, contro il Milan in Supercoppa fece una partita fantastica".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile