Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Bakker rischia di essere allo snodo decisivo in Italia. Stasera osservato speciale (come Hien)

Bakker rischia di essere allo snodo decisivo in Italia. Stasera osservato speciale (come Hien)TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 28 febbraio 2024, 14:25Serie A
di Andrea Losapio

"Siamo in tanti in questo momento, siamo tutti e 21. Sto pensando a Pasalic, Hien, ma anche a Bakker. Io non sono per i grandi turnover, l'abitudine di giocare insieme è sicuramente importante. Scalvini comunque sta bene". Le parole di Gian Piero Gasperini portano a una svolta abbastanza chiara: in un momento come questo c'è bisogno di tutti. Anche di chi, a gennaio, rischiava di andare via. In questo senso il gol di Bakker contro il Sassuolo può essere una chiave nella stagione dell'olandese. Sicuramente quella di stasera, se dovesse giocare dal primo minuto come sembra, sarà una svolta importante della sua carriera nerazzurra.

Bakker è arrivato a luglio dopo una stagione non straordinaria con il Bayer Leverkusen. Xabi Alonso lo ha lasciato partire non tanto per le qualità, ottime, ma per alcuni lati caratteriali che lo hanno limitato anche finora a Bergamo. Qualità atletiche e tecniche importanti, anche perché altrimenti non avrebbe giocato in squadre come Ajax e Paris Saint Germain.

Insomma, Bakker avrà di fronte forse l'avversario più difficile della stagione. Per Hien invece sarà un crash test interessante, dopo una prima parte di annata senza un centrale difensivo. Lo svedese, nelle idee, è il titolare di domani. Non è detto che però non possa esserlo sul finire della stagione. Infine Pasalic: non c'è bisogno di presentazioni, ma con il Bologna alle porte - domenica - il suo contributo può essere decisivo.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile