Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Bigica contro Calzona: alla guida delle delusioni i tecnici meno conosciuti della Serie A

Bigica contro Calzona: alla guida delle delusioni i tecnici meno conosciuti della Serie ATUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
mercoledì 28 febbraio 2024, 16:21Serie A
di Andrea Losapio

Oggi quella fra Sassuolo e Napoli è una sfida fra le due delusioni di questa Serie A. Da una parte c'è il Napoli scudettato, partito con Rudi Garcia, passato per Mazzarri e finito a Calzona, in condizioni obiettivamente inadatte a quanto visto nella scorsa stagione, con Osimhen che oramai è già stato venduto - e nessuno ne fa mistero - Kvaratskhelia che per mesi ha chiesto un aumento contrattuale, Zielinski che viene eliminato dalla lista Champions e chi più ne ha più ne metta. Dall'altra parte c'è il Sassuolo, partito per la classica stagione a metà classifica, con un attacco atomico che, finora, non ha funzionato. Anche qui c'è stato il cambio di allenatore, meno repentino rispetto a quello azzurro, ma dopo tre settimane di voci Carnevali ha scelto Emiliano Bigica.

Ecco, i due tecnici sono probabilmente i meno conosciuti della A. Perché uno è stato il secondo di Sarri, fino al trasferimento al Chelsea, ed è diventato selezionatore della Slovacchia proprio grazie ai buoni uffici con Hamsik e a una telefonata alla pompa di benzina. Dall'altra Bigica è stato per anni un ottimo allenatore di Primavera, che poteva finire ad allenare i grandi prima ma che, per un motivo o per l'altro, non è riuscito a fare quel grande salto che ora il Sassuolo gli ha dato.

Ecco, la partita di oggi rischia di essere, per entrambi, il viatico per il finire della stagione. Rilanciarsi e ritrovare il sorriso oppure rischiare di sprofondare ulteriormente dopo settimane non semplici.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile