Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

El Shaarawy e la Roma avanti insieme. Mourinho punta ancora sul 'Faraone'

El Shaarawy e la Roma avanti insieme. Mourinho punta ancora sul 'Faraone'TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 20 agosto 2022, 08:15Serie A
di Dario Marchetti

Josè Mourinho su El Shaarawy ha deciso di puntarci. E il suo nome non è stato quasi mai nella lista di giocatori pronti per essere ceduti. C’è stato un momento in cui la Roma ha ragionato sul futuro del ‘Faraone’ perché poteva rientrare in qualche scambio di mercato (in particolare con l’Atalanta), ma nulla più di qualche riflessione. D’altronde è stato messo in vendita Zaniolo, per poi essere tolto dal mercato, figuriamoci se su El Shaarawy non si poteva fare questo tipo di ragionamento. A dieci giorni dal gong finale delle trattative, però, lo Special One è stato chiaro con la società, al netto degli esuberi (Kluivert, Diawara, Calafiori, Riccardi, Coric, Bionda e uno tra Felix e Shomurodov), il gruppo della prossima stagione dovrà rimanere quello attuale se possibile con l’aggiunta di un paio d’innesti, uno su tutti: Belotti.

Conferma dunque per Stephan che da Roma non è mai voluto andar via perché nella Capitale sta benissimo, lo dimostra la scelta di tornarci dopo la parentesi in Cina, e perché sente la fiducia del tecnico che spesso lo ha usato come jolly vista la sua duttilità o come asso da calare a partita in corso. Insomma, mai messa in dubbio la considerazione del tecnico per El Shaarawy, anzi. Come per Dele Alli al Tottenham, Mourinho ritiene che Stephan abbia un enorme potenziale e continuamente lo sprona a non accontentarsi per non avere rimpianti. In estate, inoltre, è stato apprezzato l’atteggiamento del calciatore: mai polemico anche quando le scelte non lo vedevano partire titolare. Vedi l’amichevole con lo Shakhtar dove entra nei minuti finali e confeziona l’assist per il gol di Zaniolo o con la Salernitana dove viene chiamato in causa fuori ruolo per difendere l’1-0.