Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Festa azzurra al Bentegodi: il Napoli schianta 5-2 il Verona! È già Kvara-mania per i campani

Festa azzurra al Bentegodi: il Napoli schianta 5-2 il Verona! È già Kvara-mania per i campaniTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 15 agosto 2022, 20:27Serie A
di Luca Chiarini

Il Napoli di Spalletti passeggia al Bentegodi al debutto stagionale in Serie A: 5-2 il risultato raccolto dai campani, trascinati da uno straordinario Kvaratskhelia, autore di un gol e un assist. Di Osimhen, Zielinski, Lobotka e Politano le altre reti dell'incontro, alle quali fanno da contraltare i sigilli ininfluenti siglati da Lasagna ed Henry.

Le scelte dei due allenatori: due esordi nel Napoli
In casa azzurra i riflettori sono puntati su Kim e Kvaratskhelia, al debutto in Serie A con la maglia dei campani. A completare il tridente offensivo è Lozano, con Anguissa e Zielinski a fare da scudieri al vertice basso Lobotka qualche metro più indietro. Cioffi ripropone il tandem Henry-Lasagna e 'rischia' Amione, schierandolo nel ruolo di braccetto al posto dello squalificato Ceccherini.

Lasagna illude i veneti, poi l'uno-due dei campani
Per mezz'ora è un monologo azzurro: il Napoli avvolge l'avversario con il suo palleggio, crea pericoli, ma non concretizza. E allora è il Verona a sbloccarla, alla prima vera occasione prodotta: sugli sviluppi di un corner, Lasagna si avventa su una deviazione aerea di Gunter e batte Meret con il piattone. La squadra di Spalletti incassa il colpo, ma non perde le proprie certezze. Al contrario, le rinnova: l'1-1 porta infatti la firma del nuovo arrivato Kvaratskhelia, in gol con un gran terzo tempo su assist di Lozano. Prima dell'intervallo c'è spazio anche per il raddoppio: a siglarlo è Osimhen, che trafigge Montipò con un'esecuzione molto simile a quella di Lasagna sul momentaneo vantaggio gialloblù.

Botta e risposta Henry-Zielinski, Lobotka e Politano chiudono i conti
L'Hellas non ci sta e riequilibra il punteggio con Henry: prima rete in gialloblù per il francese, che rompe il ghiaccio davanti al proprio nuovo pubblico con la specialità della casa, il colpo di testa. Una scarica d'adrenalina subito smorzata dal blitz di Zielinski, che approfitta di una voragine in zona centrale non presidiata dai difensori del Verona e batte Montipò su invito di uno scatenato Kvaratskhelia. Il Verona si riversa in avanti, ma il Napoli è implacabile in contropiede: a chiudere i conti è uno straordinario assolo di Lobotka, che bypassa indisturbato il rientro pigro di Ilic e Hongla e sigla il poker con un colpo da biliardo. Finisce in disfatta per la banda di Cioffi, punito anche dal subentrante Politano, a segno con il mancino su imbeccata di Victor Osimhen.