Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Fiorentina, da Pulgar già in Brasile fino a Dragowski: c'è una formazione in vendita

Fiorentina, da Pulgar già in Brasile fino a Dragowski: c'è una formazione in vendita
© foto di Giacomo Morini
venerdì 29 luglio 2022, 08:45Serie A
di Dimitri Conti

Mentre la preparazione della Fiorentina prosegue e vive la sua seconda fase (pronta a sfociare in amichevoli di crescente livello), proseguono le dinamiche del calciomercato: la società viola è alle prese, in questi giorni, con le uscite. Già definita la cessione di Pulgar al Flamengo, quella che permetterà di inserire Dodo anche nelle liste della Serie A, molto presto ne arriveranno altre. Su Dragowski sembra essersi fatto sotto con forza lo Spezia, mentre - al di là della ben nota, e differente, questione Milenkovic - potrebbero uscire entrambi i serbi Nastasic e Terzic. Un piede fuori anche per Ranieri (lo segue l'Empoli oltre alla Salernitana che vuole il bis) e lo stesso vale per Rasmussen.

Da definire i destini dei centrocampisti "in esubero" Benassi e Zurkowski: il primo è già stato bocciato da Italiano, il secondo è diviso tra vari scenari che vanno dalla permanenza all'ennesimo ritorno a Empoli fino ad altri lidi (Sartori lo vorrebbe a Bologna). Ultimi, ma non ultimi, gli attaccanti. Gori è diviso tra Ascoli e Reggina, meentre si è già scritto più volte di come la Fiorentina si sbarazzerebbe volentieri alla svelta di Kokorin, non ricambiata però dal russo. Rimane da capire poi se Kouame abbia realmente convinto il suo allenatore a tenerlo in rosa dopo il primo periodo di ritiro vissuto assieme. Le sensazioni e gli indizi raccolti, però, fanno pensare che sia probabile un suo nuovo addio. Come già spiegato, non sarà il solo: a contarli tutti c'è una formazione in vendita. Senza considerare, in conclusione, i vari altri giovani non citati ma presenti, ai quali sarà necessario garantire sistemazione o conferma.

Primo piano
TMW Radio Sport