Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Jovetic: "Sono felice. Chiudere la carriera alla Fiorentina? Sarebbe bello, hanno il mio numero"

Jovetic: "Sono felice. Chiudere la carriera alla Fiorentina? Sarebbe bello, hanno il mio numero"TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
giovedì 30 maggio 2024, 00:54Serie A
di Alessio Del Lungo

Stevan Jovetic, fantasista dell'Olympiacos ed ex Fiorentina, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria per 1-0 contro i viola in finale di Conference League: "Sono strafelice perché ho sofferto tanto per arrivare a questo punto, è la prima medaglia europea. Quest'anno non è stato facile, abbiamo giocato contro grandissime squadre, abbiamo fatto un bel lavoro. Voglio ringraziare compagni, mister, staff e i nostri tifosi, che sono pazzeschi. Si festeggerà tanto questa notte. Voglio salutare la Fiorentina, mi dispiace perché è la terza finale in due anni che perdono. Non è stato facile giocare oggi, la porto sempre nel cuore, ho passato 5 anni bellissimi a Firenze, gli auguro il meglio".

Ci spiega il significato di questa maglia (ha la foto del padre, ndr)?
"Mio papà che purtroppo non è con noi da 5 anni, sono stato molto legato a lui, sarei molto felice se fosse qua. Almeno così lo porto io qua".

Ha ancora contatti con chi giocava con lei alla Fiorentina?
"Sì, sento tanti ex giocatori con cui ho giocato, ovviamente c'è anche gente che lavora ancora lì, ho un bel rapporto con loro. Sono tornato contro l'Inter, ma poi no... O c'è la Nazionale o il club, non sono tornato altre volte, ma Firenze è sempre una città speciale per me".

Quagliarella parla con Jovetic: "Peccato che tu abbia vinto proprio contro la tua Fiorentina".
"È il destino ci ha giocato... Eri un grande giocatore, ti saluto, facevi dei gol pazzeschi".

Quale sarà il suo futuro?
"Ho firmato un anno più un anno, vedremo. Volevano parlare, ma gli ho detto che la cosa più importante era cercare di vincere, ne parleremo. Non so, vediamo, il mio obiettivo era vincere, per questo gioco a calcio".

Le piacerebbe chiudere la carriera alla Fiorentina?
"Hanno il mio numero, vediamo. Non si sa mai nel calcio, Firenze è speciale, sarebbe bello, il calcio italiano è bello".

Lo Jovetic migliore è stato quello visto a Firenze?
"Sì, penso di sì perché ho avuto più continuità, stavo meglio fisicamente. Con tutto quello che mi è successo, ho avuto tanti infortuni gravi, per me è importante fare sempre bene quando sono in campo e non è facile. Quest'anno grazie a Dio non mi sono mai fermato, è difficile quando ti fermi 3-4 volte all'anno essere sempre a 10-12 gol, questo la dice lunga sulla mia forza mentale".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile