Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Juve, il rinnovo di De Ligt prioritario. Ma è (quasi) tutto nelle mani dell’olandese

Juve, il rinnovo di De Ligt prioritario. Ma è (quasi) tutto nelle mani dell’olandeseTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 25 giugno 2022, 07:00Serie A
di Simone Dinoi

Una situazione tutta da monitorare che la Juventus avrebbe serenamente fatto a meno di vivere nel corso di quest’estate che si preannuncia di ricca di cambiamenti. Matthijs de Ligt restano due anni dei cinque di contratto firmati nel 2019 quando la Juventus l’ha prelevato dall’Ajax per 75 milioni di euro più 10,5 di bonus. E adesso, in maniera anche un po’ inattesa, la gestione è diventata più complicata del previsto.

Prolungare De Ligt è una priorità per la Juve.
Giovedì mattina è andato in scena un incontro tra Rafaela Pimenta e la dirigenza della Juventus in quel di Milano per portare avanti, fra gli altri argomenti di discussione, anche i colloqui attorno alla figura di Matthijs de Ligt. Il punto di partenza è un contratto in scadenza fra due anni che, in caso di non prolungamento, costringerebbe la società bianconera a cedere a prezzo di saldo nell’estate del 2023 il centrale olandese per evitare di perdere un capitale a parametro zero. La priorità per Madama, come detto, corrisponde a un prolungamento del contratto. Come sempre però, i matrimoni si fanno in due ed è atteso a questo punto un passo dal giocatore che non pare però predisposto ad andare incontro alla politica del taglio degli ingaggi nelle idee bianconere.

La Premier League bussa alla porta.
Le sirene di mercato attorno a un giocatore del calibro di De Ligt non sono mai spente, a maggior ragione quando il legame che lo lega alla società si avvicina a esaurirsi e il giocatore non è così convinto di rinnovare alle nuove condizioni del club di appartenenza. Cosi i primi sondaggi sono già partiti, col Chelsea intenzionato a trovare i sostituti di Rudiger e Christensen ma anche col Manchester City di quel Guardiola che stima profondamente il centrale olandese. Hanno dunque già cominciato a bussare alla porta oltremanica e con tutta probabilità lo faranno sempre più intensamente col passare dei giorni. E la decisione, più che mai in questo caso, è nelle mani del giocatore: o sarà rinnovo o sarà addio. Con una clausola rescissoria da circa 120 milioni di euro alla quale, oggi, la Juve fa affidamento in caso di cessione.