Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Le pagelle dell'Inter - Dimarco, che gol! Calha fa la differenza, Lautaro in ombra

Le pagelle dell'Inter - Dimarco, che gol! Calha fa la differenza, Lautaro in ombraTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 24 settembre 2023, 14:30Serie A
di Ivan Cardia

EMPOLI-INTER 0-1
(51' Dimarco)

Sommer 6,5 - Al solito: primo tiro al minuto 66, lo svizzero c'è. Attento anche in altre occasioni, utile nel gioco coi piedi.

Pavard 6,5 - Seconda di fila da titolare, in crescita, anche perché è difficile paragonare i pur talentuosi ragazzi di Andreazzoli ai colleghi della Real Sociedad.

Acerbi 6 - I guizzi del giovane Shpendi lo mettono in difficoltà: spende molto presto un cartellino giallo. Ma, si sa, è tale la fiducia di Inzaghi nel suo leone che per lui la regola non vale.

Bastoni 6 - La sua missione domenicale è dimenticare la topica dell'Anoeta. Abbastanza riuscita, con qualche minima incertezza sugli spunti di Baldanzi e il consueto contributo alla manovra. (Dal 71' De Vrij 6 - Attento nei modesti tentativi toscani del finale).

Darmian 6,5 - Una scommessa: da prima alternativa a mezza squadra, a fine stagione avrà un minutaggio più alto rispetto a diversi "titolari". Affidabile, come al solito.

Frattesi 5,5 - Qui cinque gol nella sua seconda stagione tra i "grandi" e oggi l'esordio da titolare in nerazzurro. Prima in chiaroscuro: più a suo agio quando si tratta di infilarsi negli spazi che di crearli col palleggio. (Dal 71' Barella 6 - Alla quinta giornata, riposa pure lui. Entra diligente, in una gara che l'Inter deve solo pensare a condurre in porto.).

Calhanoglu 7 - Senza il turco l'Inter non sa stare, con la sua regia la macchina riprende a girare in maniera nettamente più fluida di quanto visto in Spagna. Preciso anche in alcune coperture difensive, tocca 131 palloni e ne sbaglia neanche una decina.

Mkhitaryan 6 - L'impressione è che Klaassen ne dovrà mangiare, di pane tosto, prima di vedere il campo. Solido, senza particolari acuti, ma un po' ovunque nella mediana nerazzurra.

Dimarco 7 - Altro ex della gara: nel primo tempo fa le prove generali con un bel tiro dalla distanza e un tentativo di gol olimpico. È il suo mancino al volo, davvero un gran bel gol, a sbloccare il match nella ripresa. (Dall'81' Carlos Augusto s.v.).

Thuram 6 - Svaria da destra a sinistra: si prende la responsabilità dell'uno contro uno, non sempre a buon fine. Segna un gol annullato per fuorigioco, ne sfiora un altro col destro a giro già esibito nel derby. (Dall'81' Sanchez s.v.).

Lautaro 5,5 - Altro che riposo, almeno fino a un certo punto. Tallonato da Ismajli, gira al largo e in area di rigore la sua assenza si sente. Prima gara senza almeno un gol o un assist in questa stagione. (Dal 71' Arnautovic 6 - Un altro che ha da farsi perdonare una brutta serata europea. Sufficienza d'incoraggiamento per l'infortunio patito nel finale).

Simone Inzaghi 6,5 - Sei cambi rispetto alla formazione di San Sebastian: il turnover è ormai prassi consolidata. Ritarda parecchio i cambi, soprattutto in attacco dove la Thu-La oggi non si accende: i fatti, comunque, gli danno ancora ragione. Ennesimo messaggio di solidità della sua Inter al resto del campionato: porta a referto il settimo marcatore stagionale e lancia la volata per lo scudetto.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile