Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Le pagelle dell'Inter - Skriniar, la testa è già a Parigi? Male Handanovic, Asllani promosso

Le pagelle dell'Inter - Skriniar, la testa è già a Parigi? Male Handanovic, Asllani promossoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 1 ottobre 2022, 20:04Serie A
di Ivan Cardia

INTER-ROMA 1-2
(29' Dimarco; 40' Dybala, 76' Smalling)

Il racconto di Inter-Roma

Handanovic 4,5 - A gioco fermo si supera due volte, ma quando l'azione è regolare viene meno: più che parabile il tiro di Dybala che vale l'1-1. Bloccato, ma non colpevole, sulla rete di Smalling.

Skriniar 4,5 - Di questo passo, più del mercato e del rinnovo, il tema diventeranno le sue prestazioni. Altra serata stonata: perde Smalling e l'Inter perde la partita. In settimana il suo entourage vedrà la dirigenza: è dal campo che però ci si aspetta qualcosa di diverso. Nel finale Abraham lo grazia.

Acerbi 6 - Ormai ha definitivamente superato De Vrij nelle gerarchie nerazzurre e dall'intraprendenza, in fase sia difensiva che di impostazione.

Bastoni 6 - In crescita rispetto alle ultime uscite, poteva chiudere su Dybala in occasione del pari giallorosso, ma sarebbero stati straordinari. (Dall'81' Gosens s.v.).

Dumfries 5,5 - Brutto cliente Spinazzola: quando l'azzurro spinge sono dolori. Alcune palle interessanti, non incide nel complesso. (Dall'81' Bellanova s.v. ).

Barella 5,5 - Costruisce entrambi i gol del primo tempo: quello dell'Inter con una finezza per la corsa di Dimarco, quello della Roma con l'errore che dà il via alla sgroppata di Spinazzola. Alla fine della fiera, pesa di più il secondo.

Asllani 6,5 - Mezzo voto in più perché, con appena trenta punti sulle spalle, non era semplice gestire un esordio così. Va pure vicino al gol nel secondo tempo. (Dal 78' Correa 5 - Sarebbe l'uomo giusto per cambiare le partite. Sarebbe).

Calhanoglu 6 - Recuperato a tempo di record, si fa carico di dare una mano al giovane compagno qui sopra. L'incrocio dei pali trema ancora, per quanto con i se non si vada molto lontani. (Dal 78' Mkhitaryan 5,5 - Come tutti i subentrati, deve dare altro in momenti così).

Dimarco 6,5 - Il gol in Nazionale l'ha galvanizzato: trasforma a suo favore il mismatch con Celik, evidente quando il turco attacca buttandola sul fisico, trovando un buco nel quale l'avversario non riesce a infilarsi. Bravo e coraggioso nel tentare la conclusione col destro. (Dall'88' Carboni s.v.).

Dzeko 5 - Quando si gira, un po' alla Giroud se nessuno si offende, e segna, sembra la serata giusta. Annullato il gol per fuorigioco, scompare dalla partita.

Lautaro 5 - Altro giro, ancora nessun gol e inizia a diventare un caso. Si sbatte, si muove, si danna, però la mira imprecisa e l'Inter non riesce ad aggrapparsi alle corna del suo Toro per risalire la china.

Inzaghi 4,5 - In settimana ha gonfiato il petto: comprensibile, dopo una buona ventina di giorni passati a essere trattato come l'ultimo fesso, cosa che ovviamente non è. Però la quarta sconfitta su otto è pesantissima da mandare giù, e i cambi sono ancora una volta tardivi. Non svolta.