Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

LIVE TMW - Torino, Juric: "Forfait Ilic, ha preso una botta. Mi sento legatissimo a questa squadra"

LIVE TMW - Torino, Juric: "Forfait Ilic, ha preso una botta. Mi sento legatissimo a questa squadra"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca 2023
sabato 4 febbraio 2023, 17:57Serie A
di Emanuele Pastorella
fonte nostro inviato all'Olimpico Grande Torino
Premi F5 per aggiornare la diretta

17.00 - Al Torino rimane solo il campionato, mercoledì è arrivata l'eliminazione dalla coppa Italia e ora i granata cercano il riscatto contro l'Udinese: sarà uno scontro diretto per il settimo posto, quello che potrebbe valere la Conference League. A breve, dalla sala conferenze dello stadio Olimpico Grande Torino, il tecnico Ivan Juric presenterà la gara casalinga fissata per domani pomeriggio alle 15. Segui la diretta testuale su TuttoMercatoWeb.com.

Ore 17.29 - Comincia la conferenza stampa di Juric

Cosa può dare Ilic?
"Niente, domani non c'è. Ha preso una botta e non ci sarà. L'ho voluto fortemente, può essere il presente e il futuro. E' già un buon giocatore, ma al momento è meno forte di Lukic. Mi auguro che lo raggiunga e che lo possa superare. Viene da un infortunio lungo, poi 10 giorni senza allenamenti dopo il casino e adesso ha preso una botta. E' un investimento a lungo termine, può crescere e giocare bene. Gravillon preso perché Zima si deve operare, ne avrà anche per più di tre mesi: saremmo rimasti in quattro. Come caratteristiche sono giuste, quelle che ha visto Vagnati, e adesso dobbiamo inserirlo. Vieira è un giocatore che ci mancava, ha equilibrato la rosa perché è tosto"

Può esserci un miglioramento rispetto allo scorso anno?
"Non è facile...I giocatori non sono figurine, non funziona così. In un anno e mezzo abbiamo perso giocatori importanti e maturi, l'ultimo è Lukic. Ilic non è al livello di Lukic, ma sono convinto che con il lavoro può fare bene. Ci vuole tempo. Mi spiace tanto questa squadra, mi è piaciuta anche a Firenze per voglia di lottare nonostante le problematiche. Sono ragazzi a posto che vogliono crescere. Davanti a noi abbiamo un periodo da affrontare bene, con volontà e ambizione per crescere come gruppo e singoli. Non mi pongo obiettivi, voglio che si migliori"

E' stata una botta l'uscita dalla coppa Italia?
"Abbiamo fatto il massimo, il Toro ha giocato al massimo contro una squadra che individualmente e di squadra è superiore a noi. Ognuno dei miei ha dato il massimo, ma gli altri erano più forti. Per la prima volta in un anno e mezzo eravamo tristi, ho visto in spogliatoio che era un piccolo sogno e mi dispiace non essere arrivati nelle condizioni migliori per gli infortuni. Non eravamo al massimo come rosa, ho percepito per la prima volta una squadra abbattuta. C'era consapevolezza di non essere riusciti, ma il giorno dopo c'era voglia di continuare. E questo mi è piaciuto. Vogliamo fare la seconda parte di campionato al massimo"

Presi tre gol su palla inattiva: è un problema?
"E' un problema di altezza. Dite che rompo i cogl..oni con Pobega o con gli altri, ma è diverso se come vertice metti Beto o Linetty. Abbiamo preso gol non su disattenzioni: magari nel derby sì sul gol di Vlahovic, ma gli ultimi li abbiamo presi perché gli altri sono più forti. Alla lunga paghi i difetti che hai. Cercheremo di essere più tosti e provare a mettere ancora più voglia di non prendere gol"

Vlasic è un po' stanco?
"Sono d'accordo. L'ho detto a lui: l'ho spremuto, mi prendo le colpe perché hanno riposato un po' tutti e non lui. Ha sempre giocato e fino alla fine, la mia sensazione è quella. Ha voglia di aiutare, meno bene dove si decidono le partite. Abbiamo questa, poi venerdì e poi dieci giorni: così potrà scaricare un po"

C'è un salto di qualità caratteriale?
"Abbiamo perso ottimi giocatori, non mi ripeto. Non sono stato mai stato legato a una squadra come dopo Firenze, un legame forte con i ragazzi. E' andata via tanta gente, ma in quel momento a Firenze mi sono legato. Ricci sta facendo tutto, ricordiamoci il primo Ricci che era poca roba e adesso è completo da tutti i punti di vista. Amo Schuurs come persona, non parliamo di Buongiorno...Sento tanti ragazzi miei, sono legato a loro come gruppo. Molto più che in passato"

Come mai i quinti non segnano?
"E' un problema...Ci manca corsa, capacità di correre. E porta a chiudere le azioni e a difendere. E' lì che spingo tanto, i quinti hanno sempre fatto tanti gol con me. Faraoni ne faceva sei o sette, qui non riesco a tirare fuori da loro ciò che vorrei: Aina ha cominciato un po' ad essere pericoloso, altri molto meno"

Ci spiega meglio questo legame?
"Siamo tutti umani...Uno è allenatore e si creano i rapporti, loro valutano te e tu valuti loro. La mia sensazione è che, specialmente in quest'anno perché la scorsa stagione c'erano tanti problemi, sta nascendo una fiducia forte tra me e loro nonostante le difficoltà. Mi riferisco ai giocatori, alla squadra, e posso dire che siamo uniti completamente"

Ricci-Ilic può reggere?
"E' calcio champagne...Come squadra, rubiamo meno palloni ma sono caratteristiche dei giocatori. Schuurs ruba meno di Bremer e Ricci meno di Pobega. Stiamo andando su una strada in cui magari siamo più belli e non è semplice davanti ad Amrabat, ma devi scegliere cosa fare. Noi abbiamo preso questa scelta: magari avremo più possesso, cercando di migliorare in fase difensiva. Proveremo a prendere il meno possibile corner e punizioni, magari rischiando qualcosa in più con Vanja"

Domani quanto conta?
"Vorrei riprendere la nostra strada, sarei felicissimo di ripetere la partita di Firenze. La classifica non mi ossessiona così tanto come ad altri, ma voglio una prestazione convincente. Ci mancano tanti giocatori, vogliamo fare una bella partita contro una squadra che ha tanta fisicità e gioca su questo aspetto"

Quanto è importante porsi un obiettivo?
"Il più grande problema è proprio questo: ciò che è successo qualche anno fa pesa, qui devi avere un obiettivo. Parlare di obiettivi qui è un po' una presa per il c..., qui non puoi dirlo perché non sei costruito per quello. Vedo una squadra che cresce e non si pone limiti. Abbiamo fame e vogliamo vincere, faremo di tutto per diventare più forti. L'obiettivo è in ogni partita e in ogni allenamento, è il più grande obiettivo che può esserci. Il resto non è giusto nei loro confronti"

Come stanno gli infortunati?
"Radonjic fuori per affaticamento, mi dispiace per Ilic che ha preso una botta alla caviglia perché vorrei che capisse i nuovi compagni. Djidji a posto, Pellegri ha fatto un allenamento con noi e viene in panchina"

Con Lukic avrebbe parlato ancora meglio di questa squadra?
"L'anno scorso vidi due giocatori forti, Lukic e Bremer. Non giocavano bene per diverse ragioni, abbiamo fatto un lavoro splendido. Lukic si è meritato la Premier e Bremer la Juve. Mi dispiace per Lukic perché rinnovasse sei mesi fa, ma la società è stata svantaggiata perché non voleva firmare e c'era fretta di vendere. Ma hanno fatto bene: egoisticamente dico di no, ma non si sentiva ben voluto e poi c'era il rischio di fare come Skriniar che perdi un capitale. Il Toro ha fatto una scelta giusta economicamente, spero che in altri casi si faccia prima e che la società sia in vantaggio sui giocatori"

Come mai il Toro non segna su calcio di punizione?
"L'ultimo è stato Ljajic, è costruzione della squadra....Avevamo Lazaro che calciava bene, ora non ce l'abbiamo. A Verona c'era Veloso, festeggiavamo già quando fischiavano la punizione. Qui non abbiamo grandi tiratori di piazzati o di punizione. Non sono specialisti, mentre ci sono squadre che costruiscono sulla base dei calci piazzati: il Brentford si salva per i gol fatti sui piazzati. Ci manca quell'aspetto. Anche a noi mancano punti per i calci piazzati"

Ore 17.57 - Termina la conferenza stampa di Juric

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile