Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Salernitana, i tre granata al mondiale con alterne fortune. Brilla Dia, si attende Piatek

Salernitana, i tre granata al mondiale con alterne fortune. Brilla Dia, si attende PiatekTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com
lunedì 28 novembre 2022, 09:15Serie A
di Luca Esposito

Per la prima volta nella sua storia, la Salernitana ha ben tre calciatori convocati dalle rispettive nazionali per i mondiali. Ad ora, però, i tre granata hanno vissuto l'esperienza in Qatar con alterne fortune. Di Boulaye Dia abbiamo detto praticamente tutto: primo "salernitano" a segnare in questa competizione, eletto migliore in campo nel secondo match del girone eliminatorio e oggetto del desiderio di importanti club di caratura internazionale. La Salernitana lo riscatterà dal Villareal entro il prossimo 30 giugno per 12 milioni di euro, poi toccherà al giocatore prendere una decisione: restare in Campania per essere parte integrante di un progetto ambizioso in una piazza che lo adora e lo trascina o firmare da subito per una squadra che disputa le coppe europee. In quel caso occhio alla destinazione inglese, Iervolino lo lascerebbe partire soltanto in presenza di un assegno da 20 milioni di euro a salire. Il suo partner d'attacco, Piatek, non ha ancora lasciato il segno con la sua Polonia. Certo, se la concorrenza risponde al nome di Lewandowski è comprensibile abbia disputato appena una ventina di minuti su 180. Ma chissà che non possa essere gettato a sorpresa nella mischia dal primo minuto nello scontro decisivo contro l'Argentina. I granata, a fine anno, potrebbero decidere di riscattarlo dall'Hertha Berlino, ma i costi sono elevati. Meno reclamizzato, ma comunque efficace anche il difensore Dylan Bronn, arrivato ad agosto per oltre 2,5 milioni di euro. Ottimo esordio, poi una prova insufficiente. La terza gara con la sua Tunisia sarà indicativa per poter dare un giudizio definitivo al suo mondiale. Esperienza che lo farà tornare a Salerno comunque con maggiore consapevolezza dei propri mezzi.