Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Torino-Hellas Verona 0-0, le pagelle: Montipò saracinesca, bene la difesa granata

Torino-Hellas Verona 0-0, le pagelle: Montipò saracinesca, bene la difesa granataTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 3 ottobre 2023, 06:08Serie A
di Andrea Piras

Risultato finale: Torino-Hellas Verona 0-0

TORINO
Milinkovic-Savic 6 - Non deve compiere grandi interventi fra i pali. Svolge ordinaria amministrazione dando sicurezza al reparto sui cross che arrivano dal fondo. Attento sul tiro-cross di Faraoni nella seconda frazione di gara.

Sazonov 6 - Mostra segnali più che incoraggianti dopo il buono spezzone di Roma. Usa il fisico per andare a contrastare gli avversari. Toccato duro nel primo tempo prova a stringere i denti ma poi è costretto ad alzare bandiera bianca. Dal 26’ Tameze 6,5 - Entra nel ruolo di braccetto di destra. Non è il suo ruolo ma lo svolge in maniera impeccabile ringhiando alle spalle degli attaccanti del Verona. Nella ripresa sfiora il gol dopo un colpo di testa su corner.

Schuurs 6,5 - Senza Buongiorno tocca a lui prendere le redini della difesa. Sempre molto puntuale nella chiusura sull’avversario, punto fermo della retroguardia granata di Ivan Juric. Nella ripresa prova la conclusione potente della distanza che termina di poco fuori.

Rodriguez 6 - Sempre presente al centro della difesa nell’allontanare i palloni di testa. Qualche errore invece in fase di impostazione ma alla fine non portano gravi conseguenze per fortuna del suo Toro.

Soppy 6 - Juric lo schiera dal primo minuto al posto di Bellanova. Vince il confronto con Lazovic dalla sua parte senza mai consentire al serbo di andare sul fondo o cercare il cross. Incisivo anche quando spinge sulla corsia. Dall’80’ Bellanova s.v.

Ricci 6 - Soffre la fisicità di Folorunsho in mezzo al campo. Aiuta la retroguardia e si fa dare il pallone per iniziare l’azione anche se perde qualche duello di troppo con i gialloblu. Alza il proprio baricentro nella ripresa risollevando la sua prestazione ma calcia malissimo sul regalo di testa di Montipò.

Ilic 5,5 - Schierato nuovamente titolare dal tecnico granata, vale lo stesso discorso per il suo compagno di reparto. Combatte in mezzo al campo ma spesso viene superato dai giocatori scaligeri. Dal 53’ Linetty 6 - Dà sostanza al centro del campo, disputando uno spezzone tutto sommato ordinato.

Lazaro 6 - Viene cercato poco dai compagni sulla corsia di sinistra. Dalla sua parte Terracciano e, quando si allarga Suslov, hanno spazio per poter aggredire la profondità. Si accende nel finale di tempo quando si gira su Terracciano e chiama Montipò al grande intervento.

Radonjic 5,5 - Si accende a sprazzi, prova qualche giocata ma alla fine viene fermato dalla retroguardia gialloblu. Si vede pochissimo nella fase di costruzione e mai in quella di finalizzazione dell’azione. Dal 53’ Vlasic 5,5 - Entra per dare nuova linfa all’attacco granata, prova con la sua verve a creare pericoli alla difesa dell’Hellas senza però riuscirci.

Seck 6 - Sorpresa di formazione per Ivan Juric, impiega meno di un minuto per rendersi pericoloso quando parte sulla destra, entra in area e calcia con potenza trovando al risposta di Montipò. Dall’80’ Karamoh s.v.

Zapata 5,5 - Non è facile divincolarsi dalla marcatura dei difensori dell’Hellas. Cerca l’appoggio per l’inserimento dei compagni di squadra ma vanifica alcune azioni dopo essere partito in velocità, sua arma principale.

Ivan Juric 6 - Secondo punto in tre partite per la sua squadra che regge l’urto del Verona ma non riesce a creare tanti pericoli alla porta di Montipò. Un pareggio che gli permette di agganciare il gruppone al nono posto in classifica ma per vincere occorre di più.

HELLAS VERONA (a cura di Andrea Carlino)
Montipò 7 - Primo tempo sicuro, bravo su Seck e Lazaro. Stilisticamente non perfetto, ma efficace anche nella ripresa. Un’uscita rischiosa, ma concreta nel finale.

Magnani 6,5 - Fa a sportellate con gli attaccanti avversari. Gara decisa e senza fronzoli, nulla da eccepire.

Dawidowicz 6,5 - Buona gara in mezzo alla difesa. Annulla Zapata nel primo tempo. Si conferma tra i difensori più in forma. Via, però, dopo un tempo per un problema fisico. dal 46' Coppola 6 - Zapata si accende a intermittenza, il difensore non ha troppi problemi a metterci una pezza quando chiamato in causa.

Amione 6,5 - Si integra bene con gli altri compagni, buona prestazione in fase difensiva. Si fa, però, male poco dopo l’ora di gioco. dal 60’ Faraoni 6 - Si rende pericoloso in avanti, aiuta in fase difensiva.

Terracciano 6 - Bloccato sulla fascia, non riesce a spingere. In difesa, però, sbaglia poco o nulla.

Folorunsho 6,5 - Quantità e qualità a centrocampo. Fronteggia con vigore i calciatori avversari. Corre fino alla fine, si sacrifica in fase di non possesso.

Suslov 6,5 - Disciplinato, svolge il suo ruolo in mezzo al campo con sufficienza. Non si risparmia, guizzante e buoni spunti in mediana. Dall’84’ Hongla s.v.

Lazovic 6 - Il serbo dà il suo contributo di esperienza e sagacia tattica, ma gli spazi per spingere sono pochi.

Duda 5,5 - Non è continuo nella manovra, lampi, ma anche lunghe pause. Alla fine non emerge e nella ripresa praticamente scompare. Potrebbe far decisamente meglio.

Ngonge 5 - Nel grigiore generale non spicca. Non c’è la giocata per innescare le punte e per colpire a rete. Anche lui finisce nella rete degli avversari. Evanescente. dal 75’ Saponara 6 - Ci prova a rendersi pericoloso, ma senza fortuna.

Cruz 5 - Per il figlio di Julio Ricardo, gara complicata: pochi palloni giocabili, annullato da Schuurs. Occasione sprecata per mettersi in mostra. Ma non è tutta colpa sua. dal 60’ Diuric 6 - Fa bene quello che non riesce all’argentino. Appena ha un pallone si rende pericoloso: bella la rovesciata con cui impegna Milinkovic-Savic.

Marco Baroni 6,5 - : Gara difensiva pressoché perfetta. Il Torino fa poco, ma in attacco c’è tanta difficoltà. Un punto, però, che sposta la classifica. Gli scaligeri devono fare di più in avanti, senza goal non ci si salva.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile