Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Bari, Mignani: "A Venezia partita proibitiva. Sbagliato pensare di andare a vincere facilmente"

Bari, Mignani: "A Venezia partita proibitiva. Sbagliato pensare di andare a vincere facilmente"TUTTOmercatoWEB.com
venerdì 7 ottobre 2022, 13:19Serie B
di Tommaso Maschio

In vista della trasferta di Venezia il tecnico del Bari Michele Mignani ha parlato in conferenza stampa soffermandosi anche sulla sfida contro Javorcic: “Venezia è una partita proibitiva, noi siamo una neopromossa anche se siamo partiti bene. Loro sono una squadra forte che lo scorso anno era in Serie A e che metto al pari di Genoa e Cagliari come organico. Hanno mantenuto dei giocatori dal campionato passato, acquistati per fare la massima serie, di cui alcuni sono nazionali. Non sono partiti benissimo, ma si sono ripresi e sabato scorso hanno dato 4 gol al Cagliari. In panchina c’è Javorcic che è un allenatore che appresso e ha fatto un’impresa lo scorso anno al SudTirol. Quest’anno ha avuto bisogno di più tempo per sistemare i meccanismi della propria squadra, ma viste le ultime partite il Venezia è in crescita. - continua Mignani come riporta Tuttobari.com - Non vorrei ce l’entusiasmo diventasse un pericolo, è chiaro che i risultati portano questo clima soprattutto in una squadra giovane, ma dobbiamo ragionare come se stessimo andando a Parma per la prima di campionato. Non voglio spegnere l’entusiasmo, ma vorrei che la gente percepisca che questo è un campionato tremendo, dove puoi vincere e perdere con tutti. Se qualcuno pensasse di andare in campo e vincere facilmente, allora sbaglia di grosso, se si pensasse che basta fare riscaldamento ed è fatta, saremmo morti in partenza. Non guardo la classifica, mancano troppe partite e le fughe sono difficili, per questo la mentalità deve essere sempre la stessa. Ballottaggi? Per me sono tutti titolari. Dorval ha dimostrato di poter stare in questo gruppo, ma io lo sapevo perché lo vedo allenarsi tutti i giorni. Sulla trequarti abbiamo sia Bellomo sia Botta che possono giocare. Cheddira? Se andrà al mondiale saremo contenti per lui, ma ci penseremo al momento opportuno”.

Primo piano
TMW Radio Sport