Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Bisoli consiglia il Cagliari: "Di Pardo simile a Spinazzola. Florenzi ha un futuro in A"

Bisoli consiglia il Cagliari: "Di Pardo simile a Spinazzola. Florenzi ha un futuro in A"TUTTOmercatoWEB.com
lunedì 20 giugno 2022, 23:34Serie B
di Tommaso Maschio

Intervistato da Centotrentuno.com il tecnico Pierpaolo Bisoli ha parlato di Alessandro Di Pardo, allenato al Cosenza in questa stagione e in procinto di approdare al Cagliari: “Si tratta di un giocatore dalle spiccate doti offensive, un po' come il primo Spinazzola che ho allenato a Perugia e che si è poi trasformato in terzino. Non so dove giocherà a Cagliari, ma se sarà in difesa dovrà abituarsi a fare le diagonali e ad adempiere a tutti gli altri compiti difensivi. In questo momento è più un quinto di centrocampo, ma ha grandi potenzialità e un motore importante, da Serie A. - continua Bisoli soffermandosi ed elogiando anche Aldo Florenzi, giovane centrocampista del Cosenza di grande prospettiva – Si tratta di un ottimo giocatore, l’ho definito un giovane-vecchio e infatti gli ho anche dato la fascia di capitano in una gara. È un ragazzo con spiccate doti tattiche, sa dove cade la palla e ha una capacità di recupero della palla e soprattutto sa pulirla bene. Ha il passaggio lungo, ma nel corto è davvero bravo tecnicamente ha uno stop importante, è un giocatore da un futuro, secondo me, da Serie A. Se vuole andare a giocare nella massima serie deve però spostarsi in mediana davanti alla difesa. Perché mezzala non ha quella fisicità che oggi hanno in quel ruolo, che vede tanti giocatori forti di testa e di inserimento. Se fossi una squadra con l’obiettivo di vincere lo prenderei subito, primo perché è un 2002 e secondo perché ha dei grandi margini di miglioramento“.