Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Lecco, Foschi dopo il ko con il Cittadella: "Capire quali sono le scelte giuste diventa complicato"

Lecco, Foschi dopo il ko con il Cittadella: "Capire quali sono le scelte giuste diventa complicato"
domenica 1 ottobre 2023, 19:19Serie B
di Daniel Uccellieri

Luciano Foschi, tecnico del Lecco, è intervenuto in conferenza stampa dopo la sconfitta subita sul campo del Cittadella. Queste le sue parole raccolte da LeccoChannelNews: "Tatticamente non è successo niente, oggi c’è il caso e basta. C’è stata una partita giocata bene, continuo a ricevere i complimenti degli avversari per questo. Difficile commentare una sconfitta che avrebbe già visto andare stretto un pareggio. Abbiamo preso gol su mischia, è poco prevedibile: possiamo parlare di mille cose che lasciano il tempo che trovano; la squadra ha giocato bene e voleva la vittoria a ogni costo per dare una sterzata. Per l’ennesima volta ci troviamo a commentare una sconfitta immeritata: in 5′ abbiamo buttato via quanto di buono fatto per 85′: possiamo solo abbassare la testa, rimanere lì a lottare con impegno e determinazione per venirne fuori al più presto perché non meritiamo la classifica che abbiamo. Noi possiamo mettere la squadra nelle condizioni di vincere e questo l’abbiamo fatto perché i ragazzi hanno dato di tutto e di più: il morale è basso, chiaramente, perché raccogliamo poco rispetto alle prestazioni".

La formazione iniziale ti ha dato ragione. La differenza è stata nei cambi?
"Probabilmente si, anche se devo rivederla. Sono stati cambi forzati e questo mi dispiace perché non sono dettati da una situazione tattica: c’era gente con i crampi che non riusciva più a stare in campo. A oggi abbiamo usato quasi tutti i giocatori, capire quali sono le scelte giuste diventa complicato. Rinforzi? No, il mercato è anche chiuso. In questo momento noi siamo incudine e non martello: dobbiamo arroccarci e chiuderci nello spogliatoio per capire cosa fare".

Siete mancati negli ultimi 16 metri:
"Sicuramente almeno lo 0-2 l’avremmo meritato. Abbiamo concesso solo un episodio casuale come il rigore, prima del pari sono passati altri 20′. Ripeto, in questo momento faccio fatica a dire qualsiasi cosa anche per non essere interpretato male. Continuiamo a fornire le giuste prestazioni, perché se giochiamo male sicuramente perdiamo".

Ci sono errori difensivi nei due gol subiti:
"Non so cosa ci sia di mestiere nei gol del Cittadella. In tribuna ci possono essere 200 persone con 200 opinioni diverse, la bellezza del calcio è anche nel fatto che è pienamente opinabile. Può essere vero, chi prende gol fa un errore e su questo non c’è dubbio: nell’esaminare la partita andrò a capire dove abbiamo sbagliato. A volte c’è la bravura dell’avversario, più che l’errore del difensore: sul gol di Ionita non c’è del caso, era preparato; sulla mischia, invece, c’è poco di preparato. Le partite sono tutte equilibrate, abbiamo fatto la partita sul nostro vantaggio e abbiamo pagato dopo non aver concretizzato le altre occasioni".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile