Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Menichini sulla Salernitana: "Non è automatico risalire subito dopo una retrocessione"

Menichini sulla Salernitana: "Non è automatico risalire subito dopo una retrocessione"TUTTO mercato WEB
domenica 26 maggio 2024, 22:34Serie B
di Alessandra Stefanelli

Intervistato da salernitananews.it, il tecnico della Turris Leonardo Menichini ha parlato così della stagione della Salernitana, conclusasi con la retrocessione in Serie B: "Cinque punti nel girone di ritorno sono davvero pochi. Almeno in quello d’andata c’erano stati un paio di sussulti. Una discesa così è dura da digerire. La gente salernitana ha però dimostrato il solito".

Sulla Serie A: "La Serie A è competitiva e difficilissima, lo dimostra il fatto che, all’ultima giornata, non si sappia ancora chi sarà la terza retrocessa. Nessuno pensava che il Sassuolo potesse scendere e che l’Udinese fosse a rischio. La Salernitana aveva le qualità per lottare per la salvezza, probabilmente i troppi cambi di allenatore hanno dato confusione e insicurezza tattica. Personalmente, quando subentro in panchina, bado prima a dare solidità difensiva. Se non prendi gol, prima o poi riesci a segnare. La stagione della Salernitana ha preso una piega negativa ed è diventato difficile raddrizzarla; anche gli episodi non hanno aiutato".

Chiosa sulla prossima stagione in Serie B: "La società saprà sicuramente cosa fare. Il campionato di Serie B è complicato, non è automatico risalire subito. Può succedere anche in due o tre anni, deve esserci un progetto. A Salerno ci sarà sicuramente l’assillo della vittoria, c’è il pensiero che la Salernitana dovrà condurre il campionato dall’inizio alla fine e vincerlo con 20 punti di vantaggio. L’ambiente però deve avere pazienza e calma. Al nuovo allenatore dovrà essere dato tempo, prendendogli calciatori funzionali, ma soprattutto affamati. Chi vorrà restare, dovrà avere entusiasmo, chi invece non lo ha, dovrà giustamente chiedere di andare via", ha concluso.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile