Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

SudTirol, Bravo spiega l'esonero di Bisoli: "Venuto meno l'ambiente meraviglioso di un anno fa"

SudTirol, Bravo spiega l'esonero di Bisoli: "Venuto meno l'ambiente meraviglioso di un anno fa"TUTTO mercato WEB
mercoledì 6 dicembre 2023, 14:34Serie B
di Tommaso Maschio

Il direttore sportivo del SudTirol Paolo Bravo ha parlato della decisione di esonerare Pierpaolo Bisoli, grande protagonista della rimonta della scorsa stagione, spiegando di aver fatto questa scelta perché l’atmosfera nel gruppo non era più quella di pochi mesi fa: “La dinamica che ci aveva portato a ottenere un meraviglioso ambiente era venuta meno, avevo la sensazione di poter mettere a rischio il risultato di tutti. Così ho deciso e valutato, insieme al club, ed è arrivato a malincuore l’esonero di mister Bisoli. Il gruppo di lavoro resta lo stesso, quindi Valente non partirà da zero, si sono messi tutti a disposizione e li ringraziamo. - continua Bravo al Corriere dell’Alto Adige - Il nostro progetto è di sopravvivenza, abbiamo 17 punti, non uno e anche se avessimo 2-3 punti in meno, il nostro campionato è questo: ciò che si è visto lo scorso anno era fantascienza. Qui serve l’energia per fare bene e la coesione, i campioni al Südtirol non arriveranno mai, a parte Masiello non abbiamo giocatori che hanno fatto dieci anni di B o di A, siamo tutti scommesse, anche il sottoscritto”.

Poi Bravo torna ancora sulla decisione di esonerare il tecnico: “Non era programmato o mi sarei presentato qui con un allenatore che ha alle spalle anni di B o di A. Pensiamo che per il lavoro svolto in questi 5-6 mesi, Valente possa darci una mano perché ha dimostrato di saper stare in campo, di avere un’empatia particolare e ora la valutiamo. Si era un po’ persa l’abitudine alla sofferenza, la gioia nel saper soffrire, siamo diventati più bellini ma meno concreti”.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile