Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw radio

M.Orlando: "Batistuta-Firenze, Barone non vuole personaggi forti al suo fianco"

TMW RADIO - M.Orlando: "Batistuta-Firenze, Barone non vuole personaggi forti al suo fianco"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca
lunedì 26 settembre 2022, 15:50Altre Notizie
di TMWRadio Redazione

Massimo Orlando, ex calciatore, ha parlato delle questioni in casa Fiorentina a Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio.

Batistuta si dice pronto per tornare alla Fiorentina da dirigente. Quanto è importante una figura così nel club?
"Sono sempre dell'avviso che il grande giocatore dipende da cosa vuole fare. Vuole essere uomo immagine o dirigente alla Maldini? Essere stato un grande calciatore non vuol dire essere grande anche in un altro ruolo. Io so che con un Barone che non vuole persone che possano offuscare la sua immagine è difficile che possa tornare".

Quale il suo ruolo ideale?
"Vivo Firenze, Batistuta l'ultima volta che ci ho parlato mi ha detto che è stato molto chiaro con la società ma non era arrivato un accordo. Lo vedo autoritario, uno rispettabile anche nello spogliatoio. Sarebbe un colpo importante. L'unico dei grandi riuscito nel suo ruolo operativo è Maldini, altri sono solo di rappresentanza. Non vedo questa possibilità a Firenze per Batistuta. Lui è molto particolare come persona, è uno autoritario. Se ha studiato sono contento, viene da una terra in cui i giocatori non mancano".

Totti ad esempio come lo vede?
"Non lo vedo alla Roma oggi. Per me non è il suo ruolo quello di essere un dirigente. Mi sembra portato per fare ancora la vita da calciatore, invece devi cambiare pelle e diventare un'altra persona".

Primo piano
TMW Radio Sport