Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw radio

Sconcerti: "Scudetto, derby di ritorno decisivo. Totti, propaganda su Dybala"

TMW RADIO - Sconcerti: "Scudetto, derby di ritorno decisivo. Totti, propaganda su Dybala"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Marco Piccari
sabato 21 maggio 2022, 07:02Altre Notizie
di TMWRadio Redazione

A Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, il direttore Mario Sconcerti ha parlato dei temi del giorno.

Atto finale di questo campionato: da assegnare Scudetto, zona Europa e zona salvezza. Che ne pensa?
"Penso che definire mediocre questo campionato sia ingiusto. Credo che comunque il livello non sia stato altissimo, è mancata la Juventus, ci sono state 5-6 squadre che potevano fare sicuramente di più. Mediocre è troppo ma sicuramente il fatto che questo campionato sia stato combattuto non significa che sia stato di qualità e questo campionato ha dimostrato la nostra povertà economica". 

Snodo fondamentale per la lotta Scudetto?
"Allora per me ci sono stati due momenti fondamentali. Il primo è stato nei mesi settembre e ottobre dove i nerazzurri hanno lasciato nove punti ai rossoneri, basta pensare che l’Inter ha sette punti in meno rispetto all’anno scorso che sono stati persi in quel periodo, naturalmente riconducibili al periodo di adattamento di Simone Inzaghi. Snodo davvero fondamentale è stato il derby dove l’Inter sembrava aver chiuso la pratica e invece poi è stato riaperto". 

Che ne pensa della stagione di Pioli?
"Pioli va detto che comunque è un grande allenatore. Quando fece male a Milano sponda nerazzurra era l'Inter che non andava bene non lui. E’ stato fortunato nel trovare un gruppo di giovani con cui lui è riuscito a fare il maestro e a farli crescere piano piano anno dopo anno. Questa stagione super positiva è stata data anche dall'esplosione di Leao, una crescita impressionante di Tonali e la sorpresa Kalulu. Ricordiamoci che ha saputo gestire molti problemi dei rossoneri come gli infortuni e l’allontanamento lento ma non senza polemiche di Kessie a fine anno".

Un commento sulle parole di Francesco Totti?
"Allora forse sarebbe più corretto che si parlasse di cose di cui si può parlare. Mi sembra una dichiarazione abbastanza propagandistica, Totti può spiegare le bellezze di Roma a Dybala ma poi comunque ci sono tanti discorsi economici da fare. Va detto che rischia di mettere in imbarazzo la società, quando si mischiano soldi e amore bisogna stare attenti. Mi sembra una bella dichiarazione ma propagandistica".

Dove devono intervenire per l’Europa per l’anno prossimo il Milan e l’Inter?
"Sicuramente il Milan deve trovare un centravanti perchè fa troppa fatica a trovare il gol. Deve cercare anche qualche centrocampista che aggiunga goal. Credo poi che se troverà qualcosa di migliore sulla fascia destra lo faccia, visto che su quella zona deve trovare una soluzione, Non dimentichiamoci che deve sostituire Kessie. Per quanto riguarda l’Inter deve risolvere la soluzione con Perisic e rinforzarsi in quattro ruoli dove sinceramente non penso ci siano alternative, ossia per quanto riguarda Skriniar, Brozovic, Barella e Calhanoglu. Bisognerà anche capire quando si vuole fare affidamento su Correa e Dzeko".