Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Amoruso sui Rangers: "Proposi Tavernier in Serie A. Ramsey malissimo, neurone impazzito"

Amoruso sui Rangers: "Proposi Tavernier in Serie A. Ramsey malissimo, neurone impazzito"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca
mercoledì 18 maggio 2022, 13:42Calcio estero
di Gaetano Mocciaro

Serata storica per i Rangers, questa sera impegnati in finale di Europa League contro l'Eintracht Francoforte. L'ex capitano degli scozzesi, Lorenzo Amoruso, ha dichiarato: "Con i tifosi scozzesi e tedeschi i pub andranno a gogo. Mi aspetto almeno 40-50 se non 60mila persone a Siviglia".

Sul percorso in questa coppa
"C'erano squadre sicuramente più forti dei Rangers, almeno sulla carta. Ma sul campo hanno meritato. Ricordiamoci che 4 anni fa i Rangers erano in Serie B. Il fallimento? Nessuno si riesce ancora a dare una spiegazione logica"

Su Van Bronckhorst
"Ragazzo splendido, da spogliatoio. Era giovane quando è arrivato a Glasgow e in campo si faceva sentire, non aveva problema di personalità"

Su Tavernier
"Lo proposi in Italia già un paio d'anni fa quando era poco conosciuto perché ha predisposizione ad attaccare molto, è rapido, sa difendere. Io l'ho proposto in Italia ma nessuno mi ha curato di questa situazione. Purtroppo è un po' quello che è successo anche a me: miglior giocatore di Scozia, ho fatto prestazioni incredibili eppure non sono mai stato convocato in Nazionale".

Sull'impatto di Ramsey
"Malissimo. Sembra un altro giocatore rispetto a quello che abbiamo conosciuto all'Arsenal e in Galles. In Italia è arrivato e non si è integrato, lo stesso qui. Sembra un neurone impazzito in un organigramma in cui funziona tutto per bene".