Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Il saluto di Goldoni al Napoli: "Ci ho messo tutto il cuore. Me ne vado a testa alta"

Il saluto di Goldoni al Napoli: "Ci ho messo tutto il cuore. Me ne vado a testa alta"TUTTOmercatoWEB.com
lunedì 16 maggio 2022, 18:49Calcio femminile
di Tommaso Maschio

A distanza di un paio di giorni dalla retrocessione in Serie B la centrocampista del Napoli femminile Eleonora Goldoni ha salutato dopo due stagioni la piazza partenopea ripercorrendo tutto il percorso e sottolineando come Napoli le resterà nel cuore: "Non ci sono parole adatte per descrivere bene cosa si provi. Mi ci sono voluti un paio di giorni per metabolizzare. Non so nemmeno da dove iniziare. Ho imparato che ci sono momenti in cui il calcio, lo stesso elemento che più amo nella vita, può essere proprio ciò che fa stare più male in assoluto. Immaginavo un finale diverso, sognavo di buttarmi a terra a fine partita stremata ma felice. Non è stato così. Non rimpiango nulla perché ho dato veramente tutto, ho lasciato a questi colori forse oltre a ciò che avevo a disposizione. (...) Di una cosa sono più certa che mai: ho messo tutto il cuore, la passione, la forza che avevo a disposizione, sempre. Questa retrocessione purtroppo è un segno indelebile, ma è per me stimolo in più per ripartire, ancora una volta, con tanta esperienza in tasca e una voglia matta di continuare a lottare per i miei sogni. Sono convinta che per farlo si passi anche da questi momenti. E che bella storia potrò raccontare un giorno ai miei figli.
Triplice fischio amaro. Me ne vado a testa alta con un pezzo di me nella città partenopea".