Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Il Verona è salvo aritmeticamente. Baroni: "Nessuno avrebbe scommesso su di noi"

Il Verona è salvo aritmeticamente. Baroni: "Nessuno avrebbe scommesso su di noi"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 21 maggio 2024, 00:42I fatti del giorno
di Andrea Losapio

Il Verona è aritmeticamente salvo. Batte la Salernitana per 2-1 all'Arechi, con i gol di Suslov e Folorunsho, riconfermando la categoria nonostante un inverno di cessioni pesanti. Un capolavoro firmato dall'allenatore Marco Baroni, così come del direttore sportivo Sean Sogliano, bravo a cambiare completamente il volto di una squadra che rischiava la retrocessione con firme ben più pesanti di quelle che poi sono rimaste. "Sicuramente è uno dei gol più importanti - ha detto Folorunsho, autore del gol salvezza - sono contento perché ce lo meritavamo dopo aver superato tante difficoltà. L'obiettivo sembrava impossibile ma non abbiamo mai mollato grazie anche al lavoro del mister, ci siamo compattati. La nostra è stata una stagione pazzesca, formativa a livello caratteriale, avevamo responsabilità enormi e siamo contenti di esserci riusciti".

Raggiante anche Baroni, tecnico del Verona. "Come ho detto ai ragazzi devo dirgli grazie di cuore, ma anche al direttore Sean Sogliano perché a gennaio ci siamo guardati ed eravamo rimasti sulla barchetta, con un remo per uno in mano. Quello che è capitato al Verona è stata una cosa anomala, ma ho avuto grande partecipazione da parte di tutti, anche il sostegno da parte dei nostri tifosi. Si è creata quella simbiosi tra pubblico e squadra che ci ha portato a dare qualcosa di più. Questa squadra nel girone di ritorno sarebbe decima, mi ha sempre dato certezze durante la settimana, è stata subito ricettiva capendo la situazione e calandosi dentro senza titubanze. Mi ha seguito e devo ringraziarla, così come il mio staff che sono bravissimi, più di me. Dobbiamo festeggiare, gioire con la città, per quello che ci è successo nessuno avrebbe scommesso un centesimo su di noi però io ci ho sempre creduto, nel lavoro perché anche se avevamo perso tanti giocatori c'era un gruppo che è rimasto e ha capito la grande opportunità".

Tutt'altro che felice il tecnico della Salernitana, Stefano Colantuono, per la prestazione dei suoi. "Stasera ho poca voglia di parlare, sono piuttosto arrabbiato perchè mi sarei aspettato qualcosa di diverso. Nel primo tempo in particolare non ho visto quello che volevo, sono amareggiato soprattutto per quello che ci ha dimostrato la nostra tifoseria. Nella ripresa un pochino meglio, loro non ci hanno impensierito più di tanto, ma dopo la buona prestazione offerta con la Juventus era lecito immaginare una Salernitana differente. E' lo specchio della stagione, ora è inutile andare a premere su una ferita fresca e aperta".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile