Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

75' di grande Bologna, poi crolla tutto. Una Juventus in stile #finoallafine lo ferma sul 3-3

75' di grande Bologna, poi crolla tutto. Una Juventus in stile #finoallafine lo ferma sul 3-3TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 20 maggio 2024, 22:38Serie A
di Simone Lorini

E' appena terminata al Dall'Ara di Bologna una gara folle, che ha visto i padroni di casa condurre il risultato per 83 minuti, la gran parte dei quali passati con un doppio e persino triplo vantaggio. Ma la Juventus si riscuote nel finale e trova un clamoroso pareggio, che almeno evita la figuraccia ai bianconeri, stritolari dagli avversari nei primi 45'.

Ad impressionare in negativo all'inizio è la partenza della squadra bianconera, che concede tre tiri in appena novanta secondi all'avversario. Al terzo tentativo ecco il gol, firmato da Calafiori, uno degli obiettivi preminenti della campagna estiva di Giuntoli. Al Dall'Ara è un vero e proprio show Bologna, in grado di mettere in ginocchio l'avversarui già dopo dodici minuti: cross di Ndoye da sinistra e ben due felsinei sovrastano Danilo in area di rigore, toccandola entrambi. Prima Urbanski e poi Santiago Castro, che sembra essere l'ultimo a sfiorarla: di certo c'è il 2-0 del Bologna, che pochi secondi dopo sfiora anche il tris. La Juve prova a reagire e alla mezz'ora di affaccia in molto molto timido anche in area avversaria. Punizione di Vlahovic, torre di Bremer ma nessun compagno è pronto ad avventarsi sulla sfera, che è facile preda di Skorupski.

La ripresa si apre con una Juve sicuramente più convincente e che va finalmente al tiro con Rabiot, ma è bravo Skorupski. Il Bologna riesce a trovare anche il terzo gol, ancora una volta lo segna Calafiori. Bremer verticalizza centralmente per l'attacco ma la furia di Calafiori frutta l'anticipo, il difensore segue l'azione e va a raccogliere una corta respinta di Danilo andando a superare Szczesny con un pallonetto di destro, piede debole del centrale di scuola Roma. Da sottolineare, in tribuna, il sorriso di Luciano Spalletti, che di certo avrà cerchiato in rosso il nome del difensore italiano dopo la prestazione di stasera.

La gara entra nell'ultimo quarto d'ora di gara e improvvisamente svolta: Chiesa approfitta di una leggerezza di Lucumì per battere Skorupski e rimettere in partita la Juve. Passano 7 minuti e Milik trafigge il connazionale con una bomba su calcio di punizione e 30 secondi dopo ecco arrivare il clamoroso 3-3. Palla persa in costruzione dal Bologna, Yildiz si incunea centralmente e col destro trova la traiettoria giusta per beffare ancora il portiere di casa. Finisce così una partita incredibile, che per 75' ha visto un Bologna stellare, ma incapace di mantenere il sangue freddo fino alla fine.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile