Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
TMW

Amoruso: "Palladino non è lontano da Italiano, ma sono 3 anni che Vlahovic va sostituito"

Amoruso: "Palladino non è lontano da Italiano, ma sono 3 anni che Vlahovic va sostituito"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
venerdì 7 giugno 2024, 11:38Serie A
di Giacomo Iacobellis
fonte da Santa Margherita Ligure, Andrea Piras

L'ex difensore della Fiorentina, Lorenzo Amoruso, è intervenuto ai microfoni dei media presenti al secondo Tigullio VIP Padel di Santa Margherita Ligure. Queste le sue dichiarazioni raccolte da TMW, a partire dal ko dei viola in finale di Conference League: "Arrivare a disputare una finale non è mai una cosa facile, è chiaro che ti resta l'amaro in bocca, ma ricordiamoci dove ha iniziato questa squadra. Italiano tre anni ha preso una Fiorentina che fino ad allora aveva lottato per evitare la retrocessione, avviando un percorso che l'ha portata a giocare tre finali. Magari è mancato lo step successivo, ma è anche colpa della società, oltre a qualche errore dell'allenatore. In campo poi vanno i calciatori e nella finale di Atene sono mancati proprio quelli più carismatici".

Mister Palladino è la scelta giusta per la Fiorentina?
"Come mentalità di gioco sì, a Monza l'anno scorso e per lunghi tratti quest'anno la sua squadra giocava molto bene, proponendo un calcio offensivo. Per mentalità Palladino non si allontana molto da italiano. È logico però il fatto che la Fiorentina deve intervenire sul mercato, sono tre anni che Vlahovic è andato via e non è ancora arrivato un centravanti degno di essere chiamato tale. Non dico una punta da 40 gol a stagione, ma un attaccante che possa partecipare al gioco".

Come vede infine l'Italia di Spalletti?
"Luciano fa giocare sempre le sue squadre, con lui si gioca a calcio. Come valori sulla carta però metto quattro Nazionali davanti all'Italia, ovvero Francia, Inghilterra, Germania e Spagna. Spalletti fa un gioco bello, ma molto dispendioso. C'è bisogno di spirito e di sacrificio".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile