Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Cremonese, la sfida tra amici Alvini e Sarri ultimo ostacolo prima della sosta

Cremonese, la sfida tra amici Alvini e Sarri ultimo ostacolo prima della sostaTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 14 settembre 2022, 09:30Serie A
di Lorenzo Coelli

Franchi, Olimpico, San Siro e Gewiss Stadium. Non si tratta di un semplice elenco degli stadi più belli del nostro Paese, ma delle prime quattro trasferte della Cremonese in Serie A. Nelle sei giornate giocate sin qui i grigiorossi hanno già sfidato diverse prime della classe più Sassuolo e Torino, portando a casa due punti nelle ultime due partite ed iniziando a muovere la classifica.

Lazio ultimo ostacolo - Il prossimo avversario degli uomini di Alvini non è da meno: domenica 18 settembre allo Zini arriverà la Lazio dell'amico e conterraneo Sarri, impegnata anche domani nella sfida di Europa League con il Mydtjylland. Un dettaglio non da poco per la Cremonese, che dovrà sfruttare appieno la maggiore freschezza per giocarsela fino alla fine con Immobile e compagni. La cornice sarà quella delle grandi occasioni: entrambe le curve sono esaurite e i presenti superano già quota 11mila.

Amici di lunga data - Alvini e Sarri, per la prima volta in Serie A da avversari, condividono una di quelle storie che meritano di essere raccontate. Partiti dal basso, sono gli unici ad aver scalato tutte le categorie del calcio italiano e si conoscono da circa vent'anni, quando l'attuale tecnico laziale allenava a San Giovanni Valdarno. Mister Alvini lo ha sempre considerato un esempio, al punto di dedicare al suo Napoli la tesi per diventare allenatore certificato Uefa Pro nel 2018. Ora, però, scatta l'ora della pratica: la Cremonese dovrà ripartire dalla concretezza mostrata con Sassuolo e Atalanta per portare a casa punti salvezza.

Primo piano
TMW Radio Sport