Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
TMW Radio

Da Albissola a Trapani, Mussi protagonista: "Qui ho lavorato senza alcun alibi"

Da Albissola a Trapani, Mussi protagonista: "Qui ho lavorato senza alcun alibi"TUTTO mercato WEB
martedì 9 aprile 2024, 06:10Serie A
di Claudia Marrone
Piazza Affari
TMW Radio
Piazza Affari
Ospite: Andrea Mussi Piazza Affari con Cristiano Cesarini e Alessandro Sticozzi
00:00
/
00:00

Nel corso della trasmissione di TMW Radio Piazza Affari, è intervenuto il Direttore Sportivo del Trapani Andrea Mussi, che proprio ieri, con la formazione siciliana, ha festeggiato il ritorno in Serie C vincendo il Girone I di Serie D (per cronaca, nel Girone G, invece, c'è stata la promozione della Cavese)

Ieri ha festeggiato con il Trapani, ma occorre ricordare il suo nome anche nel miracolo Albissola. Analogie?
"Ad Albissola arrivai nella seconda parte del campionato di Serie D, vincendo la categoria e centrando poi la salvezza con una squadra ricca giovani e con il minor budget della categoria. La differenza è stata nella presidenza, qua ho un super presidente con in testa un maxi progetto, che mi ha permesso di lavorare senza alcun alibi. Abbiamo lavorato alla grande e compiuto questa impresa stratosferica".

Quali sono i segreti per fare un calcio a rialzo nel sud Italia?
"Il nostro presidente ha fatto prima investimenti strutturali, si è partiti dallo stadio, poi dall'organigramma e infine si è arrivai alla squadra. Questo è il progetto vincente, Antonini lo aveva fatto anche nel basket. C'è da dire che, rispetto al nord, il sud permette di investire molto di più perché c'è anche maggior ritorno di pubblico: questo dà quell'effetto entusiasmo che porta anche a benefici economici".

Un progetto a lungo raggio, quello di Antonini.
"Il progetto è a 360°, e il presidente non è il classico avventuriero, sta cercando di creare attenzione sulla città partendo dai risultati sportivi. Ci auguriamo che anche la squadra di basket faccia il salto in A1, affinché lo sport porti introiti alla città, sia una sorta di traino anche, a esempio, per le strutture alberghiere. Non sta poi a me parlare di questo, ma il progetto integrante c'è".

Andando invece alla rosa. Centrata la promozione, ci saranno alcune riconferme: c'è già qualche accordo, dopo tutti gli annuali stipulati?
"Il discorso del contratto annuale in Serie D era stato fatto per questioni strategiche, non volevamo creare alibi per un'eventuale mancanza di promozione, e sia io che il mister abbiamo sì un accordo verbale, ma c'era anche una postilla che prevedeva il nostro addio in caso non fossimo stati primi a dicembre. Dovevamo fare un record e vincerle tutte, servivano stimoli. Ora stiamo parlando per chi rinnovare o meno, io li porterei tutti ma non è chiaramente possibile".

In questo rush finale di stagione, il difficile sarà tenere alta l'attenzione della rosa...
"È una grande verità, ma adesso per tutti fare una serie di record vorrebbe dire rimanere nella storia. Non solo, c'è anche il mettersi in mostra in ottica futura, e la voglia di vincere sia la Coppa Italia che la Poule scudetto per essere l'unica squadra che è riuscita a farlo".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile