Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
esclusiva

Mandorlini: "Inter, se fossi l'allenatore non darei più la fascia a Skriniar"

ESCLUSIVA TMW - Mandorlini: "Inter, se fossi l'allenatore non darei più la fascia a Skriniar"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
martedì 24 gennaio 2023, 11:53Serie A
di Alessio Del Lungo

Il ko dell'Inter contro l'Empoli a San Siro ha fatto rumore e sembra aver definitivamente escluso la squadra di Simone Inzaghi dalla corsa scudetto. Tante le critiche anche per l'allenatore, ma Andrea Mandorlini a TuttomercatoWeb.com non crede sia il vero problema: "Lascerei quel tasto lì, non serve a niente. Ieri l'Inter non ha giocato bene, non era partita neanche male, ha cercato di fare la gara, ma ci sono state delle difficoltà e non c'era la solita carica agonistica. Forse sono state eccessive le energie spese in Supercoppa... Ed anche l'Empoli ha fatto bene".

Fosse nell'allenatore, continuerebbe ad impiegare Skriniar?
"Il suo atteggiamento è sempre stato positivo. In queste situazioni in cui i procuratori contano di più non si è mai trovato l’accordo, lui si è sempre comportato correttamente, quindi lo farei giocare... Danno tutti la colpa all’espulsione e alle cose attuali, ma andava risolta prima la questione".

Gli darebbe ancora la fascia da capitano?
"Quello è un discorso particolare, ma se gliel'ha data ieri... Io non gliela darei più".

Come mai l'Inter prende così tanti gol?
"Individualmente ha valori importanti dietro, ma è sempre un discorso collettivo. Si difende poco con i centrocampisti, forse quello può avere influito. È difficile".

Lukaku la preoccupa?
"Ha avuto infortuni, non è quello che ci ricordavamo. Ha avuto delle ricadute, è chiaro che deve fare molto di più, ma fa fatica a ritornare quello che era, anche a livello mentale. Pur avendo voglia non riesce mai a dimostrare. Soltanto il tempo ci dirà se sarà pronto".

Barella invece è apparso troppo nervoso e salterà Cremona.
"Lui è sempre stato così, è sempre stata la sua forza e forse anche il suo limite. Non è un problema comunque, si soffre il momento in queste situazioni".

Inzaghi utilizza troppo poco i giovani e li impiega in situazioni complicate. Un controsenso, non trova?
"I giovani se sono bravi giocano, c'è grande concorrenza e le scelte le fa l'allenatore. Conta il campo, Bellanova ha qualità, Asllani pure... Ci sono i campioni però e si fa fatica a toglierli, non è facile giocare all'Inter. Ci vuole pazienza con i giovani e non ne abbiamo mai. Probabilmente il distacco in campionato rende l'ambiente un po' nervoso, ma non dovrebbe essere così".

Riguardo l'abuso di farmaci in passato, tanti ex calciatori hanno parlato recentemente. Lei che idea si è fatto?
"Ho fatto parte anche io di quel periodo ed era un po' così, bisogna essere un po' 'fortunati', non so se capisce il mio discorso. Ci sono state delle situazioni che mi hanno fatto pensare, non nego che ho avuto dei giorni in cui ho riflettuto su quello che abbiamo preso e che ci hanno dato. Negli anni seguenti siamo un po' migliorati sotto questo aspetto, io spero di essere più fortunato di altri ex colleghi".

© Riproduzione riservata