Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
TMW

Filippo Galli: "Il progetto Under 23 del Milan c'era già ai tempi miei con Mirabelli e Fassone"

Filippo Galli: "Il progetto Under 23 del Milan c'era già ai tempi miei con Mirabelli e Fassone"TUTTO mercato WEB
sabato 8 giugno 2024, 18:30Serie A
di Pierpaolo Matrone
fonte Da Parma, Lorenzo Marucci

Filippo Galli, ex difensore del Milan ed ex direttore del settore giovanile dei rossoneri, è intervenuto ai nostri microfoni a margine del "Festival della Serie A" di Parma: "A me piace molto Zirkzee, speriamo che il Milan riesca a chiudere la trattativa. Immagino che non sarà facile per le tante richieste, ma se arrivasse sarebbe un punto di forza del nuovo Milan".

Qual è la posizione in cui il Milan deve raffrozarsi?
"Tutti hanno sottolineato i troppi gol subiti, ma non è solo un problema dei difensori. Credo che bisognerà partire dal davanti, oltre a Zirkzee sarebbe bello avere una prima punta che garantisca tanti gol, non faccio nomi, immaginateli voi. E poi penso un centrocampista di contenimento che potrebbe essere l'ideale per questo Milan. E magari un difensore centrale. Sarebbero quattro colpi che metterebbero il nuovo allenatore in condizione di far bene".

Per il Milan sarebbe più facile fare a meno di Theo o di Maignan?
"E' difficile dirlo, sono due giocatori che hanno dato un gran contributo. Theo è stato determinante a sinistra con Leao. Tra i due preferirei non perdere nessuno e credo che non si perderà nessuno".

Sulla Nazionale.
"Mi auguro per Spalletti che questa Nazionale faccia bene. Io ho molta fiducia nella sua capacità di trasmettere in fretta i suoi principi al gruppo, dal mio punto di vista c'è ottimismo. Ci sono tante squadre forti, ai nastri di partenza ci sono dei gruppi importanti".

E' stato accostato al Genoa. Quanto c'è di vero?
"Ho letto anch'io sui social, ma non sono stato contattato da nessuno. Sarebbe un bell'approdo, ma non c'è stato nessun contatto e non so chi abbia messo in giro questa voce".

Sulla promozione del Parma.
"Complimenti al Parma per la Serie A raggiunta. Complimenti a Pecchia. Quando si ottiene un risultato così importante è sempre un lavoro di tutte le componenti. Nel calcio la sostenibilità è una parola un po' in disuso, forse difficilmente raggiungibile, ma il Parma sta facendo grandi cose anche da questo punto di vista. Se mantiene una sua identità può far bene, magari con qualche innesto, ma non chiedetemi quale perché non ho seguito il Parma con grande attenzione".

Su Fonseca.
"Non lo conosco un granché bene, però ho parlato con persone che hanno lavoratdco con lui, di cui mi fido molto, e mi hanno detto cose molto positive. La sua squadra in Francia ha difeso bene pur giocando un calcio offensivo, questo può essere un elemento che può farci pensare positivo".

Che ne pensi dell'esplosione di Camarda e del progetto Under 23 del Milan?
"Complimenti a Camarda e a tutti i ragazzi dell'Under 17. Il Milan dovrebbe iscriversi con l'Under 23 al campionato di Lega Pro, anche quando c'ero io con Mirabelli e Fassone c'era questa idea di fare la seconda squadra, poi è cassata. E' una cosa utile per colmare il gap tra il settore giovanile e la prima squadra".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile