Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

FOCUS TMW - Nuovi oriundi in Nazionale dopo Retegui? Da Prestianni a Strefezza: ecco chi sono

FOCUS TMW - Nuovi oriundi in Nazionale dopo Retegui? Da Prestianni a Strefezza: ecco chi sonoTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 27 marzo 2023, 09:55Serie A
di Raimondo De Magistris
fonte Dal nostro inviato a Malta

"Convocare altri oriundi è una possibilità. Lo fanno tutti, lo faremo anche noi". Roberto Mancini al termine di Malta-Italia ha lanciato un messaggio chiarissimo in merito alla possibilità di convocare in Nazionale quei giocatori che di italiano hanno solo il passaporto. Del resto lo si era capito già da questa tornata di convocazioni, con Bruno Zapelli nell'Under 21 e Mateo Retegui subito gettato dal ct al centro dell'attacco della Nazionale con risultati più che incoraggianti: due occasioni a disposizione, due gol.

Chi possono essere i prossimi?
Il primo indiziato è un classe 2006, quel Gianluca Prestianni che a 17 anni è già nel giro della prima squadra del Velez e nel mirino di tante big d'Europa. Origini italiane ma ancora non in possesso del passaporto italiano, Prestianni è già in contatto con la FIGC che spera in questi mesi, mentre lo doterà di documento, di convincerlo ad accettare la nazionale italiana. E' una seconda punta, qualche metro più avanti rispetto alla posizione in campo occupata da Facundo Buonanotte, classe 2004 del Brighton. Ha ricevuto qualche giorno fa la prima chiamata di Scaloni: non ha giocato contro Panama, chissà se lo farà contro Curacao tra qualche ora. Non dovesse scendere in campo giochi ancora aperti, anche se questi giorni al fianco di Messi e compagni lo spingono - in maniera chiara - verso la direzione della Seleccion. Intriga inoltre il profilo di Lucas Beltrán, autore di quattro gol nelle ultime tre partite disputate col River Plate.
Ancora giovani calciatori offensivi che militano in Argentina, ad oggi meno interessanti: Ignacio Maestro Puch, attaccante classe 2003 dell'Atletico Tucuman nel giro dell'Under 20 argentina, è dotato di passaporto italiano. Di due anni più anziano Pedro de la Vega, ala del Lanus. Mentre all'Indipendiente gioca Tomas Pozzo, trequartista classe 2000. Justo Giani è invece un classe '99 come Retegui e gioca (poco) nel Newell's Old Boys, ruolo ala destra.
C'è poi chi l'Italia la conosce bene. E lui è un discorso diverso: Gabriel Strefezza, simbolo e leader del Lecce. L'ha già detto a chiare lettere: "Il sogno è quello. Ho un bisnonno italiano. Le origini sono siciliane. Ci andrei di corsa". Aspetta solo una chiamata del ct.

Gli altri ruoli
C'è meno necessità nelle altre zone di campo, anche se nel Red Bull Salisburgo gioca quel Nicolas Capaldo che è jolly molto interessante. Ventiquattro anni, scuola Boca e ora in Austria. Scaloni per ora lo ignora e l'Italia - passaporto alla mano - resta una possibilità. Chi da anni spera in un trasferimento in Italia è Giuliano Galoppo, dalla scorsa estate al San Paolo: classe '99, figlio d'arte, grande amante del Festival di Sanremo e della città di Napoli. Ci sono poi Gino Infantino, centrocampista classe 2003 del Rosario Central, e Juan Sforza, mediano classe 2002 del Newell's Old Boys. Infine un difensore: Nicolás Valentini. Classe 2001, è un centrale che nei prossimi mesi cercherà di ritagliarsi spazio al Boca Juniors dopo il prestito all'Aldovisi.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile