Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Le pagelle della Juventus - Disastro De Sciglio ma quante insufficienze. Dybala nel deserto

Le pagelle della Juventus - Disastro De Sciglio ma quante insufficienze. Dybala nel desertoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 6 maggio 2022, 23:03Serie A
di Marco Conterio

Risultato finale - Genoa-Juventus 2-1

Szczesny 6 Non la migliore delle gare per avvicinarsi alla finale con l'Inter: prima tanta sicurezza e interventi azzeccati, poi un errore velenoso e due reti prese nel finale.

Cuadrado 5 Una delle prestazioni peggiori dell'anno. Svagato, distratto, poco incisimo: un primo tempo caraibico, non certo all'altezza di quello che è stato forse il miglior terzino destro del campionato. (dal 60' Alex Sandro 5.5 Prova a tenere a bada gli avversari ma la Juve dopo il suo ingresso in campo non trova solidità sulla sinistra

Rugani 5 L'impressione è che sia sempre a metà tra l'intervento perfetto e il disastro in una cristalleria: azzarda interventi con gran personalità ma talvolta eccede e Destro lo mette sotto pressione.

Bonucci 6 Ha sulle spalle la guida della difesa juventina: sbaglia un intervento di troppo impeto nel primo tempo ma poi è tutto anticipi giusti nei modi e nei tempi. Tracolla coi compagni nel finale.

De Sciglio 4 Si scorda Gudmundsson alle spalle e il Genoa pareggia. Nel finale atterra Yeboah e il Genoa raddoppia su rigore. Una prestazione decisa da due episodi pesantissimi. Inevitabile l'insufficienza grave.

Rabiot 5.5 Galoppa verticale, nelle praterie lasciate aperte alle spalle del gegenpressing alla genovese. Però dalle parti dell'accampamento nemico non sfonda e allora si affida alle frecce dei compagni. Un po' troppo poco.

Arthur 5 A gennaio la Juventus era pronta a liberarlo, lo sarà altrettanto in estate perché la sua avventura in bianconero non è andata come sperato. Non è il tipo di regista di cui ha bisogno Allegri, stasera ne è la controprova. (dal 60' Zakaria 5.5 Inizio discreto, poi sparisce dalla partita. Non è nella migliore delle condizioni e si vede).

Miretti 6 Calzettoni abbassati e gioco sulle punte, esser riconoscibili all'alba di una carriera è una firma sul futuro. Gioca di personalità e con spunti che fanno intravedere più che una luce all'orizzonte. (dal 74' Bernardeschi sv)

Dybala 6.5 The Last Dance di Dybala alla Juventus è questa: un lento incedere verso il tramonto e poi un lampo straordinario, un gol bellissimo, col destro, e poi un palo, col sinistro. Bellezza estemporanea, tipica dei geni. Esce ed esce anche la Juve (dall'80' Aké sv)

Vlahovic 5 Malissimo nel primo tempo, il resto della sua partita è un crescendo. Quando Sirigu gli nega il gol al settantaduesimo esplode di rabbia prendendo a calci i tabelloni. Non ancora abbastanza. (dal 74' Morata 5 In un'azione, tutto quel che gli manca per essere il centravanti della Juve: davanti a Sirigu, appoggia per Kean che è claudicante e spara a lato. Il 9 di carattere, mette in porta palla e portiere)

Kean 5 Prima della partita Nedved gli chiede 25 gol a stagione. Nel finale ne sbaglia uno clamoroso. In tutto, quattro nella partita. La volontà non basta: una gara che è la fotografia della sua nuova avventura alla Juve.

All: Massimiliano Allegri 4.5 La Juventus stava per vincere grazie alla giocata di un singolo, Dybala. Un tracollo finale psicologico, più che tattico. E anche a livello di gioco, la stessa Juve di tutta la stagione. Ovvero pochissima cosa.