Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCesenaFrosinoneLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
live

Hellas, Tudor: "Kalinic out, Ilic gioca. Bisogna sempre premere sull'acceleratore"

LIVE TMW - Hellas, Tudor: "Kalinic out, Ilic gioca. Bisogna sempre premere sull'acceleratore"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
venerdì 26 novembre 2021, 15:16Serie A
di Luca Chiarini
Diretta scritta su TUTTOmercatoWEB.com. Premi F5 per aggiornare la pagina!

14.45 - L'Hellas non ha intenzione di fermarsi: dopo la vittoria nel monday night contro l'Empoli, l'obiettivo dei veneti è ripetersi nell'insidiosa trasferta di Genova. Alla vigilia della sfida con la Sampdoria, il tecnico gialloblù Igor Tudor risponderà alle domande dei giornalisti all'interno della sede del club. Vi proponiamo di seguito, con una diretta scritta, tutte le sue dichiarazioni.

15.01 - Inizia la conferenza stampa.

Il calendario è serratissimo. Ci sarà un po' di turnover domani?
"Si tratta soprattutto di queste due partite, prima c'erano tre partite in sei giorni, adesso è un po' diverso, perché la terza è più lontana. È chiaro che, considerando anche la Coppa Italia, ci sono tante partite: ci sarà spazio quasi per tutti, poi c'è sempre una base che tira per tutta la stagione e altri che hanno un po' meno minutaggio".

Come riesce a tenere alto il morale e al contempo a predicare calma?
"Ieri abbiamo fatto un buon allenamento, oggi abbiamo fatto rifinitura. La loro vita è questa: nonostante quello che si è fatto ieri, se non ti ripeti, l'opinione cambia facilmente. È crudele, bello o brutto che sia, ma è così. Nello sport bisogna sempre schiacciare al massimo l'acceleratore. La differenza tra i campioni e i giocatori normali è questa qua. Quando uno valuta il valore di un giocatore si basa su questa cosa qua. È questo che voglio trasmettere ai giocatori, di non accontentarsi: se vogliamo essere forti quella è la chiave. Come sapete anche voi, tutte queste chiacchiere, tutte queste analisi, non servono alla squadra: c'è da fare i fatti".

In questo mese avete fatto più punti di tutti.
"Forse dentro di tutti noi è normale ci sia contentezza, perché è bello: stai facendo cose interessanti, però sono dentro la partita contro la Sampdoria, penso che i giocatori debbano essere dentro la partita. Non è mai facile affrontarli, hanno giocatori importanti davanti, vogliono uscire da una situazione di classifica che non è da Sampdoria. Il focus deve essere su questo. Oggi abbiamo fatto una bella rifinitura, andremo con le nostre armi a fare un'altra battaglia".

Può essere la partita di Kalinic?
"No perché ha un problemino al polpaccio e non è convocato. Ma c'è anche Lasagna, vediamo domani".

Sta dimostrando di essere l'uomo giusto. Che valutazione dà del club? Che futuro vede, e lei si vede in questo futuro?
"Voglio concentrarmi su domani. Mi trovo bene, la società è ben organizzata, in modo semplice: meno persone con potere ci sono meglio è, e qua la situazione è questa. C'è un d.s. bravo, presente, d'appoggio all'allenatore. Questo è importante, il presidente ha capito tutto questo, osserva e dà il suo contributo. Per un allenatore è importante. Mi trovo bene. Le ambizioni possono ammazzarti, devi concentrarti sul presente e viverlo al meglio".

Ilic gioca domani?
"Sì, giocherà".

La sorprendono le difficoltà della Samp?
"La Sampdoria ha un allenatore che ha fatto bene negli anni precedenti, serio e pragmatico. Ci aspettiamo una gara difficile, hanno vinto fuori casa: hanno le loro caratteristiche e ci siamo preparati al meglio. Andiamo là con coraggio e vediamo cosa esce".

Quanto è importante per lei aggredire alto l'avversario?
"È importante perché sei più vicino alla porta, noi ci proviamo".

Cosa vi serve per diventare una bella realtà di questa Serie A?
"C'è da lavorare. È normale che a voi e ai tifosi interessino queste cose, ma a me no: è importante fare una gara bella domani, tutto il resto rischia solo di toglierci qualcosa e di portarci svantaggi".

Quanto conta fare risultato domani? Che sensazioni ha raccolto in questa settimana?
"Le sensazioni sono buone, abbiamo avuto meno giorni ma abbiamo lavorato bene. Non credo nei precedenti e nelle scaramanzie: abbiamo analizzato l'avversario, guardando le ultime partite. Alla fine domani ci saranno due squadre che vorranno andare a vincere: speriamo sia una bella gara e che la gente si diverta".

Che idea si è fatto di D'Aversa?
"L'ho incontrato in un Udinese-Parma, perdemmo in casa: facemmo una grande gara ma loro vinsero grazie ad un paio di grandi contropiedi. Mi è rimasto l'amaro in bocca, speriamo di vendicarci sportivamente, ma in senso buono (ride, ndr)".

15.16 - Finisce la conferenza stampa.

Primo piano
TMW Radio Sport
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2022 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000