Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Sassuolo, annata di alti e bassi. Dionisi promosso tra difficoltà e grandi soddisfazioni

Sassuolo, annata di alti e bassi. Dionisi promosso tra difficoltà e grandi soddisfazioniTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 26 maggio 2022, 09:15Serie A
di Antonio Parrotto

È stata un'annata con alti e bassi per il Sassuolo che ha chiuso la sua stagione decima pari merito con il Torino a 50 punti ma i granata finiscono nella parte sinistra della classifica grazie agli scontri diretti. Un inizio non proprio scoppiettante con 7 punti dopo le prime 7 giornate. Ci sono voluti diversi mesi per vedere il vero Sassuolo di mister Alessio Dionisi. Non è stato facile - almeno nella fase iniziale - far scrollare di dosso il DeZerbismo per inculcare il Dionisismo, ma alla fine il tecnico toscano è riuscito nel suo intento. Soprattutto tra fine 2021 e inizio 2022 (da febbraio in avanti) si è visto un bellissimo Sassuolo, capace di conquistare 6 risultati utili consecutivi per due volte di seguito. Non sono mancati i brutti passi falsi come la debacle di Napoli per 6-1, il ko interno contro il Bologna a fine dicembre per 3-0, ma sono tante le prove memorabili come i tre successi esterni in casa di Juventus, Inter e Milan (quarta squadra di sempre in Serie A a riuscire in questa impresa), le belle prove con Napoli e Lazio (all'andata), il largo successo in casa dell'Empoli, i 2-2 con la Fiorentina, la vittoria contro la bestia nera Atalanta.

Tutto come previsto
Il Sassuolo a inizio anno ha perso Marlon, Locatelli e Caputo, a gennaio ha ceduto anche Boga. Il sottoscritto, nei pronostici di inizio stagione, aveva inserito il Sassuolo tra il nono e il decimo posto. Pronostico praticamente rispettato. Tutto (o quasi) come previsto con la Fiorentina che aveva maggiori potenzialità rispetto a un anno prima, idem il Torino. Inaspettata e sbalorditiva l'annata del Verona. Per il resto, questa squadra non meritava di finire sotto (con tutto il rispetto) al Bologna, all'Udinese, alla Sampdoria o all'Empoli.

Promosso Dionisi
C'era chi chiedeva di più ma non era semplice. Ricordiamo che sono andati via giocatori fatti e finiti per giovani scommesse che poi si sono rivelate azzeccate come Davide Frattesi e Gianluca Scamacca. Giacomo Raspadori e Maxime Lopez sono diventati titolari a tutti gli effetti, come lo stesso Traore. Questi, insieme a Kyriakopoulos e all'eterno Domenico Berardi, sono tutti elementi che sono migliorati rispetto a un anno fa. E il merito è dell'allenatore. Un bravo tecnico si vede dai risultati, ça va sans dire, ma anche da come riesce a migliorare i giocatori a sua disposizione. E Dionisi, al suo primo anno in Serie A, oltre ad aver dimostrato di essere una bella persona, ha dimostrato anche di essere un bravo allenatore.