Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
focus

La Top 11 del Girone C di Serie C: Baldè inventa, Fumagalli conserva

FOCUS TMW - La Top 11 del Girone C di Serie C: Baldè inventa, Fumagalli conservaTUTTOmercatoWEB.com
Ermanno Fumagalli
© foto di Carlo Giacomazza/CGP Photo Agency
martedì 24 gennaio 2023, 07:10Serie C
di Luca Esposito

E’ andata in archivio il recupero della 23^ giornata nel Girone C di Serie C. Questi i risultati:
Gelbison-Francavilla 2-0
Messina-Avellino 2-0
Catanzaro-Cerignola 4-0
Foggia-Potenza 3-0
Giugliano-Latina 1-1
Monterosi-Crotone 1-1
Pescara-Viterbese 1-0
Turris-Picerno 1-1
Fidelis Andria-Taranto 0-0
Monopoli-Juve Stabia 1-0

Di seguito la TOP 11 di TuttoMercatoWeb.com che opta per il 3-4-3:

Fumagalli (Messina): grandissimo protagonista della sfida con l'Avellino, salva il risultato in almeno 4 occasioni risultando determinante.

Loreto (Gelbison): seconda rete stagionale per l'ex Taranto. Bravo, coraggioso e fortunato a trovare il gol con un tiro dai 25 metri.

Brighenti (Catanzaro): una squadra che pratica un calcio offensivo non può prescindere da una difesa di ferro. Altra prova perfetta.

Formiconi (Taranto): le difese di Capuano riescono sempre a garantire ottimi risultati, lui è il jolly fortemente voluto dal tecnico e del quale non si può più fare a meno.

Iacoponi (Foggia): nel momento di maggior supremazia rossonera segna la rete del 2-0 che manda definitivamente al tappeto un Potenza apparso arrendevole e sovrastato dai ritmi degli uomini di Gallo.

Franco (Turris): gara autorevole del centrocampista biancorosso che, nel finale, sfiora due volte il gol del vantaggio mostrando doti balistiche importanti.

Gladestony (Giugliano): spiazza Tonti con un preciso rasoterra sfruttando al meglio l'intelligente sponda del solito Piovaccari.

Carissoni (Latina): contro un avversario molto fisico e aggressivo ci vogliono qualità e quantità. Prestazione positiva su un campo difficile.

Leonetti (Turris): allo spirar della partita trasforma un "liscio" di Maniero nell'assist che vale il gol dell'1-1 che fa esplodere di gioia una tifoseria che si aggrappa ai suoi piedi per cullare il sogno salvezza diretta.

Iemmello (Catanzaro): quando hai alle spalle o al tuo fianco gente come Vandeputte e Biasci diventa tutto più semplice. La sua doppietta, con tanto di esultanza "particolare", consegna alla storia la squadra forse più forte di sempre per la categoria.

Baldè (Messina): il suo missile da posizione apparentemente impossibile apre le danze a cospetto di un Avellino sulla carta più quotato. Spazia a tutto campo per non dare punti di riferimento.

Leonardo Menichini (Monterosi): il monologo del Crotone lasciava presagire una imbarcata, invece legge bene la gara e capisce quando abbassarsi per difendersi e quando osare. Il pareggio contro la sua ex squadra certifica la bontà del suo lavoro.