Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Perugia, nuova offerta del gruppo Sciurpa per il club. Fra oggi e domani la risposta

Perugia, nuova offerta del gruppo Sciurpa per il club. Fra oggi e domani la rispostaTUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
giovedì 20 giugno 2024, 15:19Serie C
di Tommaso Maschio

Nella mattinata di ieri l’imprenditore Claudio Sciurpa e il suo gruppo hanno presentato, come promesso, una nuova offerta migliorativa, rispetto alla prima e alle richieste del patron Massimiliano Santopadre, per l’acquisto del Perugia. Lo riferisce l’edizione umbra de Il Messaggero facendo il punto sugli altri uomini che compongono la cordata.

Al fianco dell’ex patron della Rpa di Volley e ad di Vitakraft Italia infatti ci saranno i fratelli Antonini di Central Energy e Mauro Ricci di Engel&Volkers, che si sarebbero messi le mani in tasca per venire incontro alle richieste dell’attuale proprietà con Santopadre che fra oggi e domani dovrebbe dare una risposta in un senso o nell’altro.

Intanto dalle stanze di Pian di Massiano, quartier generale del Perugia, filtrano ancora forti perplessità come già espresso dall’avvocato Fabio Dominici, esperto di diritto fallimentare incaricato dal numero uno umbro di curare la trattativa con l’Agenzia delle Entrate per la ristrutturazione del debito per la quale si attende l’omologa del Tribunale a fine mese. Le perplessità sarebbero relative all’identità di alcuni soci a cui Scurpa ha annunciato di essere intenzionato ad aprire la porta dopo l’acquisizione del club,che potrebbero non avere i requisiti richiesti dalla FIGC in tema di solvibilità e onorabilità. Oltre a ribadire la necessità di trasparenza sul prerequisito di ‘tracciabilità dei fondi e responsabilità soggettiva di chi compra’ affinchié il Perugia venga lasciato in mani sicure.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile