Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
esclusiva

Timisoara, Kucich: "Riparto per scalare le categorie. Più forte dopo l'anno a Pisa"

ESCLUSIVA TMW - Timisoara, Kucich: "Riparto per scalare le categorie. Più forte dopo l'anno a Pisa"
© foto di Carlo Giacomazza-Fabio Altobello/CGP Pho
sabato 13 agosto 2022, 13:49Altre Notizie
di Andrea Losapio

Da Pisa a Timisoara. È la carriera di Matteo Kucich, portiere classe 1998, colpito dalla sfortuna negli ultimi anni di carriera. "Ho scelto la B rumena perché volevo fare un’esperienza all’estero - spiega - e come occasione mi sembrava un buon punto di partenza per questa mia “nuova carriera”. Mi hanno voluto molto e il preparatore dei portieri Alessandro Ramella è italiano, il mio percorso di crescita continuerà e non verrà più di tanto cambiato".

Come è nata l'opportunità?
"Un po’ così. Sono stati mandati dei miei video alla società sapendo che cercavano un portiere. Sono stato contattato e ho deciso di partire, per vedere com’era la situazione. Una volta presa la decisione abbiamo firmato il contratto è iniziato questa avventura".

Qual è l'obiettivo?
"Ripartire dopo i due infortuni che hanno limitato molto la mia carriera in Italia e magari crearmi un altro tipo di mercato. Oltre a fare diverse esperienze cercando di scalare le categorie".

Come sta dopo l'infortunio?
"Il Pisa mi ha fatto fare un percorso di recupero molto completo lo scorso anno, ora posso tranquillamente dire di sentirmi più forte di prima sia mentalmente che fisicamente. Il calcio è quello per cui ho lavorato fin da piccolo, quindi ora niente e nessuno deve fermare la mia carriera".

© Riproduzione riservata