Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports
live

Coronavirus, oggi in Italia 9.148 casi. Figliuolo: "Dopo gli over 65, vaccini per tutti"

LIVE TMW - Coronavirus, oggi in Italia 9.148 casi. Figliuolo: "Dopo gli over 65, vaccini per tutti"TUTTOmercatoWEB.com
domenica 02 maggio 2021 19:02Altre Notizie
di Redazione TMW

19.03 - Il bollettino di oggi in Italia - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 158.872 tamponi e individuati 9.148 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 430.906, 364 in più rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 144 persone affette da Coronavirus per un totale di 121.177 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 430.906
Deceduti: 121.177 (+144)
Dimessi/Guariti: 3.492.679 (+8.637)
Ricoverati: 18.345 (-36) di cui in Terapia Intensiva: 2.524 (+2)
Tamponi: 59.114.826 (+158.872)
Totale casi: 4.044.762 (+9.148)

12.32 - Figliuolo: "Dopo gli over 65 apriremo le vaccinazioni a tutti" - "Quando avremo messo in sicurezza gli over 65 potremo aprire a tutte le classi di età". Lo ha detto il commissario Francesco Paolo Figliuolo, parlando all'inaugurazione del nuovo hub vaccinale di Porta di Roma.

10.02 - Bonaccini promette vaccinazioni entro l'estate - Il presidente della Regione Stefano Bonaccini, in un post su Facebook, ha aggiornato sulla campagna vaccinale in corso in Emilia-Romagna: "Con le forniture previste nei prossimi mesi per l'Italia, vaccineremo tutti gli emiliano-romagnoli entro l'estate. E - ha continuato - abbiamo già condiviso protocolli per le vaccinazioni nelle aziende che ne faranno richiesta. Facciamo in modo che alle aperture di questi giorni seguano tutte le altre, continuando a rispettare le regole di sicurezza e usando cautela. La luce in fondo al tunnel che si intravede facciamola diventare realtà", ha concluso il governatore.

DOMENICA 2 MAGGIO

18.46 - Il bollettino del 1 maggio La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 378.202 tamponi e individuati 12.965 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 430.542, 5.728 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 226 persone affette da Coronavirus per un totale di 121.033 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 430.542 (-5.728)
Deceduti: 121.033 (+226)
Dimessi/Guariti: 3.484.042 (+18.466)
Ricoverati: 20.964 (-559) di cui in Terapia Intensiva: 2.522 (-61)
Tamponi: 58.957.954 (+378.202)
Totale casi: 4.035.618 (+12.965)

Superati 20 milioni di somministrazioni di vaccino. Secondo il bollettino aggiornato nel pomeriggio le dosi inoculate sono 20.11.976.

15.05 - Gravina: "La pandemia si batte con l'ottimismo" - "La pandemia si batte con l'ottimismo e non possiamo parlare solo di un anno disastroso, perché allora vivremo un altro anno di negatività che non fa crescere il Paese. Stiamo lavorando per far ripartire in tempi brevissimi tutti i settori giovanili, perché i ragazzi e i bambini devono poter tornare a giocare, e questo significherà che il Paese è ripartito e avremo vinto una battaglia straordinaria". Così il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, nel corso di una visita all'Aquila per un'iniziativa promossa dalla Lega nazionale dilettanti. "Sapevamo che in questa fase dell'anno a causa dell'emergenza della pandemia, era molto difficile far ripartire al 100% l'attività. In parte una nostra scelta, per tutelare la salute degli atleti e dei dirigenti, e perché le leggi dello Stato impongono determinate restrizioni. Ma oggi dobbiamo scrollarci di dosso questa nostra indolenza, legata all'incapacità di reagire" conclude Gravina.

11.35 - Italia, lunedì 40 vaccinazioni per i pre convocati di Mancini - Giungono importanti novità in vista del prossimo campionato Europeo: dal governo è arrivato il via libera alle vaccinazioni dei giocatori che verranno chiamati da Mancini per la kermesse in programma in estate. A partire da lunedì i giocatori si recheranno nei due hub vaccinali messi a disposizione dalla Federazione (lo Spallanzani a Roma e l'Humanitas a Milano) in base alle aree geografiche di appartenenza dei rispettivi club. Escluso AstraZeneca, che non consentirebbe un richiamo nei tempi necessari, ad essere inoculato potrebbe essere il vaccino Moderna, che prevede la seconda dose dopo tre settimane. La priorità verrà riconosciuta soltanto ai calciatori, dunque non ai membri dello staff, considerata la possibilità per questi ultimi di indossare i dispositivi di protezione e di mantenere il distanziamento. Per facilitare l'organizzazione logistica delle vaccinazioni il c.t. Mancini ha stilato una lista di 30-35 giocatori, includendo tutti quelli che possono ambire alla convocazione.

SABATO 1 MAGGIO

23.40 - Rezza: "Quadro stabile, con riaperture grande attenzione" - "Il quadro epidemiologico è stabile, con un lieve miglioramento dell'incidenza, l'Rt sostanzialmente è quello. La notizia migliore è la decongestione dei posti letto in area medica, che va sotto la soglia critica, mentre le terapie intensive sono sulla soglia. Non abbiamo tesoretto, ma abbiamo un certo miglioramento". Lo ha detto il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, al punto stampa sull'analisi dei dati del monitoraggio settimanale.

21.07 - I nuovi colori delle regioni - La Valle D'Aosta diventa zona rossa, la Sardegna arancione. Il ministro della Salute Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia, firmerà nelle prossime ore le nuove ordinanze che entreranno in vigore a partire da lunedì 3 maggio. La Valle D'Aosta sarà l'unica area rossa, arancioni Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Sardegna. Tutte le altre Regioni e province autonome restano di colore giallo.

19.50 - Inibizione oltre i 12 mesi: ecco perché Lotito rischia il decadimento a vita dalle cariche federali - La Corte d'Appello Federale ha punito il presidente della Lazio, Claudio Lotito. Il giudice Torsello - presidente della Corte d'Appello - ha infatti accolto in parte il reclamo proposto dalla Procura Federale, inasprendo le pene per il numero uno biancoceleste rispetto alla sentenza di primo grado: da 7 si è saliti quindi a 12 mesi di inibizione, circostanza che - regole alla mano - lo escluderebbe dal governo del calcio. Perché Lotito rischia di decadere? Considerati i 2 mesi di inibizione che Lotito aveva ricevuto nel 2012 per "agentopoli", infatti, si superano abbondantemente i 12 mesi più un giorno di squalifica in dieci anni che determinano da regolamento la decadenza da tutti gli incarichi federali. L'articolo 29 dello Statuto FIGC considera del resto eleggibili solo coloro che "non siano stati colpiti negli ultimi dieci anni, salva riabilitazione, da provvedimenti disciplinari sportivi definitivi per inibizione o squalifica complessivamente superiore ad un anno, da parte della Federazione nazionale, dal Coni, dalle Discipline associate e dagli Enti di promozione sportiva o da organismi sportivi internazionali riconosciuti".

18.31 - Protezione Civile, il bollettino: 13.446 nuovi contagiati (-2.439 positivi rispetto a ieri). 263 morti in 24h - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 338.771 tamponi e individuati 13.446 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 436.270, 2.439 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 263 persone affette da Coronavirus per un totale di 120.807 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 436.270 (-2.439)
Deceduti: 120.807 (+263)
Dimessi/Guariti: 3.465.576 (+15.621)
Ricoverati: 21.523 (-468) di cui in Terapia Intensiva: 2.583 (-57)
Tamponi: 58.579.752 (+338.771)
Totale casi: 4.022.653 (+13.446, +0,34%)

17.28 - Il dispositivo integrale: 12 mesi a Lotito, ammenda alla Lazio, conferma inibizione per i medici - Caso tamponi Lazio: dodici mesi di inibizione per il presidente Lotito e ammenda per la società. Questa la sentenza della Corte Federale d'Appello che ha accolto in parte il reclamo proposto dalla Procura Federale, mentre ha respinto quello presentato dalla Lazio, da Lotito, Pulcini e Rodia. Di seguito il comunicato ufficiale della FIGC: "La Corte Federale d’Appello, riunita oggi a Roma per esaminare il “caso” tamponi legato alla Lazio, ha accolto in parte il reclamo proposto dalla Procura Federale e, per l’effetto, ridetermina in mesi 12 la sanzione dell’inibizione al presidente della Lazio Claudio Lotito ed in euro 200.000,00, l’ammenda a carico della società, conferma nel resto; respinto invece il reclamo proposto dalla Lazio, da Claudio Lotito, Ivo Pulcini e Fabio Rodia". Clicca qui per leggere la news completa.

16.47 - Caso tamponi: la Corte d'Appello FIGC dà 12 mesi di squalifica a Lotito per violazione protocolli - La Corte d'appello della Figc inflitto 12 mesi di squalifica al presidente della Lazio, Claudio Lotito per la vicenda dei protocolli Covid. Lo apprende l'ANSA. E' arrivata, dunque, la tanto attesa sentenza della Corte d'Appello della Federcalcio in relazione alla vicenda della violazione dei protocolli Covid da parte della Lazio. In precedenza, il Tribunale Federale Nazionale aveva inflitto 7 mesi di inibizione al presidente Lotito e 12 mesi ai medici sociali Ivo Pulcini e Fabio Rodia per la violazione delle norme federali e la mancata osservanza dei protocolli sanitari vigenti. La società biancoceleste - si apprende - è pronta a fare ricorso al Coni.

14.24 - Sardegna in arancione, ma ha numeri da zona gialla - La Sardegna mostra numeri da zona gialla nell’ultima bozza del monitoraggio dell’Iss riferito alla settimana dal 19 al 25 aprile. Il passaggio di colore è praticamente assicurato, ma è difficile che l’Isola possa transitare direttamente dalla fascia rossa — in cui si trova da tre settimane — a quella gialla, e potrebbe restare in arancione almeno per un’altra settimana. Sempre che la nuova ordinanza del ministro Speranza non preveda 14 giorni di ulteriori misure restrittive per le aperture di bar e ristoranti e gli spostamenti tra Comuni. I dati però parlano di una situazione migliorata: l’indice di trasmissibilità (Rt) è confermato allo 0,81, tra i più bassi del Paese, e la classificazione complessiva del rischio passa da «moderata» a «bassa». Non vengono evidenziati nuovi focolai.

11.35 - Risale l’Rt nazionale a 0,85 - Risale il valore Rt a livello nazionale. Il dato, secondo quanto emerso nel corso della cabina di regia di questa mattina si assesta — infatti — a 0,85, rispetto allo 0,81 della scorsa settimana. Scende invece l’incidenza, a 146 casi settimanali per centomila abitanti (contro i 157 di 7 giorni fa).

9.55 - Speranza: "Ieri oltre 500mila vaccinazioni, grazie Ssn" - "Ieri in Italia sono state somministrate oltre 500mila dosi di vaccino. Grazie alle donne e agli uomini del Servizio Sanitario Nazionale e a tutte le istituzioni per il gran lavoro di squadra. Il vaccino è la vera strada per uscire da questi mesi così difficili". Così su Facebook il ministro della Salute Speranza.

VENERDÌ 30 APRILE

22.52 - Ag. Cragno: "Ora è negativo, ma non so se potrà giocare subito" - Graziano Battistini, agente del portiere del Cagliari Alessio Cragno, è intervenuto a Radio Kiss Kiss per fare il punto sulle condizioni dell'estremo difensore, tornato da poco negativo al Covid: “Alessio è stato abbastanza bene sempre, ora è negativo– ha spiegato ai microfoni della stazione napoletana-. Questa non arrivava nonostante stesse bene. Fortunatamente c’è tempo per arrivare alla gara contro il Napoli, non so se Semplici lo schiererà, Cragno si è allenato a casa ma non è la stessa cosa”.

21.45 - Nuovo caso di positività in Serie C: si tratta di un giocatore del Foggia - "Il Calcio Foggia 1920 comunica che, dai tamponi antigenici effettuati stamane nell’ambito dei controlli previsti dal protocollo in vigore, è emersa la positività al Covid-19 di un elemento del gruppo squadra che, in accordo con le Autorità sanitarie, è già stato posto in isolamento fiduciario presso il proprio domicilio, sotto la supervisione dello staff medico rossonero. Il tesserato risultato positivo è stato successivamente sottoposto al tampone molecolare, il cui esito è atteso per la giornata di domani". Lo si apprende dal sito ufficiale dei satanelli.

20.13 - Novità in Sudamerica: vaccino a chi giocherà la Copa America - La CONMEBOL ha ricevuto, nelle scorse ore, 50mila dosi di vaccino anti Covid-19 da parte dell'azienda cinese Sinovac Biotech. Le dosi sono già arrivate nell'hub predisposto in Uruguay, come confermato dal numero 1 della Federazione Alejandro Dominguez, e nei prossimi giorni saranno distribuite nelle varie parti del mondo con l'obiettivo di vaccinare tutti i giocatori che prenderanno parte alla prossima Copa America in programma in Argentina e Colombia dall'11 giugno al 10 luglio 2021. L'idea insomma è quella di vaccinare giocatori e staff nel paese in cui risiedono, in modo da arrivare al torneo già vaccinati e immunizzati. Non solo Copa America però, visto che le dosi sono abbastanza per vaccinare anche le squadre attualmente impegnate nella Copa Libertadores e nella Copa Sudamericana. Il vaccino sarà destinato a giocatori e staff del calcio maschile e femminile, agli arbitri e ai delegati delle varie federazioni. Alcuni paesi (come l'Italia e in generale l'Europa) non hanno ancora dato il via libera al vaccino cinese, per questo è probabile che Messi e tutti gli altri possano ricevere la propria dose solo una volta arrivati in Sudamerica.

19.30 - Dal Pino: "Grazie al Governo, speriamo di riavere presto il pubblico anche in A" - "Ringraziamo il Governo per aver accolto la nostra richiesta di far tornare il pubblico in occasione della prossima finale di Coppa Italia". Questo il commento del numero uno della Lega Serie A, Paolo Dal Pino ,in merito al via libera - arrivato per conto del Sottosegretario alla Salute, Andrea Costa - all'apertura al 20% del pubblico al Mapei Stadium: "E' un segnale verso la normalità di cui tutti abbiamo bisogno. Restiamo fiduciosi di poter aprire gli stadi per le ultime giornate di campionato a mille spettatori in totale sicurezza".

18.50 - Protezione Civile, il bollettino: 14.320 nuovi contagiati (-4.062 positivi rispetto a ieri). 288 morti in 24h - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 330.075 tamponi e individuati 14.320 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 438.709, 4.062 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 288 persone affette da Coronavirus per un totale di 120.544 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 438.709 (-4.062)
Deceduti: 120.544 (+288)
Dimessi/Guariti: 3.449.955 (+18.088)
Ricoverati: 21.991 (-580) di cui in Terapia Intensiva: 2.640 (-71)
Tamponi: 58.240.981 (+330.075)
Totale casi: 4.009.208 (+14.320, +0,36%)

17.39 - Costa (Sottosegretario Salute) annuncia: "La finale di Coppa Italia con il 20% di pubblico" - "La finale di Coppa Italia, Atalanta-Juventus, prevista per il 19 maggio al Mapei Stadium di Reggio Emilia, sarà aperta al pubblico. Dopo essermi confrontato con il Ministro Roberto Speranza, confermo la disponibilità del Governo ad aprire lo stadio ai tifosi al 20% della capienza. Il Cts in queste ore sta studiando il protocollo per permettere agli spettatori di raggiungere e seguire la partita in sicurezza nel pieno rispetto della normativa anti-Covid". Lo ha detto il Sottosegretario di Stato alla Salute Andrea Costa. Clicca qui per la news completa.

16.32 - Serie B, Pescara: tornano negativi 3 calciatori - Con una nota, il Pescara comunica che tornano negativi 3 dei 6 calciatori dopo il test di conferma alla negatività del Covid-19. Nel pomeriggio gli stessi saranno valutati per eventuale convocazione in vista della gara Cosenza Pescara.

12.57 - Sardegna verso l’arancione - Dopo due settimane in zona rossa la Sardegna vede avvicinarsi il cambio di colore: da lunedì 3, infatti, se non ci saranno sorprese, l’Isola passerà in zona arancione. L’ufficialità si avrà solo domani, con la diffusione della bozza del monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità e poi con l’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza. Oltre ai confortanti dati giornalieri sui contagi - seppure altalenanti - a dare un a prospettiva è anche la Fondazione Gimbe che nella settimana 21-27 aprile evidenzia un miglioramento dell’indicatore relativo ai «Casi attualmente positivi per 100.000 abitanti»: 1.089 contagi con un calo del 21,8% rispetto alla rilevazione precedente (1.116 casi). Sotto soglia di saturazione i posti letto in area medica (23%) e terapia intensiva (21%) occupati da pazienti Covid-19.

10.42 - BioNTech, vaccino per 12-15 anni in Ue a giugno - L’azienda farmaceutica tedesca BioNTech ha annunciato che da giugno il suo vaccino anti-Covid, prodotto in collaborazione con Pfizer, sarà disponibile per la fascia d’età 12-15 anni. L’amministratore delegato dell’azienda, Ugur Sahin, ha detto al settimanale Der Spiegel di essere «nella fase finale» della preparazione per la domanda di approvazione all’Ema. La valutazione dei test «richiede in media da quattro a sei settimane», ha aggiunto. (Qui l'approfondimento: si possono vaccinare i ragazzi?). A luglio dovrebbero essere disponibili anche i primi risultati dei test dei vaccini Pfizer su bambini dai 5 ai 12 anni, e a settembre dai sei mesi ai 5 anni.

GIOVEDÌ 29 APRILE

23.04 - Napoli, tutti i tamponi negativi - Buone notizie in casa Napoli dopo l'ultimo giro di tamponi. Ecco il comunicato con l'esito dei test: "Tutti negativi al Covid-19 i tamponi effettuati questa mattina ai componenti del gruppo squadra".

21.40 - F1: Gp Canada salta per Covid. Il 13 giugno si corre in Turchia - Il Gp del Canada di Formula 1, previsto per il prossimo 13 giugno a Montreal, è stato annullato a causa della pandemia di coronavirus e sarà rimpiazzato dal Gp di Turchia. La cancellazione è stata confermata dalle autorità statali del Quebec che hanno dato appuntamento per la nuova edizione che si terrà nel 2022.

19.30 - Cagliari, Cragno negativo - Buone notizie per il Cagliari in vista della sfida contro il Napoli in programma per domenica prossima. Alessio Cragno è infatti risultato negativo all'ultimo tampone, dopo aver contratto il Covid-19 durante l'ultimo ritiro con la Nazionale italiana. Il portiere svolgerà nei prossimi giorni le visite mediche di rito per ottenere l'idoneità e successivamente tornerà a completa disposizione di Leonardo Semplici.

18.02 - I numeri della pandemia in Italia - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 336.336 tamponi e individuati 13.385 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 442.771, 5.378 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 344 persone affette da Coronavirus per un totale di 120.256 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 442.771 (-5.378)
Deceduti: 120.256 (+344)
Dimessi/Guariti: 3.431.867 (+18.416)
Ricoverati: 22.571 (-489) di cui in Terapia Intensiva: 2.711 (-37)
Tamponi: 57.910.906 (+336.336)
Totale casi: 3.994.894 (+13.385, +0,34%)

16.05 - Cozzoli (Sport e Salute) sull'Europeo: "Almeno 17mila tifosi in un Olimpico sempre più smart" - "L'Olimpico di Roma sarà uno degli stadi più smart d'Europa e soprattutto con l'orgoglio di ospitare per tre partite la Nazionale di Mancini e un quarto di finale". Lo ha detto Vito Cozzoli, presidente di Sport e Salute, a RaiNews 24 mostrando il 'nuovo' stadio Olimpico in vista di Euro 2020. "Ci sarà il ritorno del grande pubblico allo stadio, la capienza sarà del 25% con circa 17mila persone, fermo restando che se ci sarà la possibilità di aperture noi siamo pronti ad accogliere più tifosi".

15.21 - Tokyo 2020, il CIO annuncia: "Gli atleti al via saranno tamponati tutti i giorni" - Gli atleti che partecipano alle Olimpiadi di Tokyo (23 luglio - 8 agosto) saranno testati quotidianamente, mentre il piano originale prevedeva tamponi ogni quattro giorni. La nuova regola è stata svelata insieme ai nuovi "Playbook", manuali che elencano le rigide misure antivirus e che sono "un segno di solidarietà e rispetto da parte della comunità olimpica nei confronti dei giapponesi che ci ospitano", ha detto il Presidente del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) Thomas Bach.

12.44 - Coppa Italia, la FIGC punta ad avere 2000 tifosi al Mapei per la finale Atalanta-Juve - Torna la possibilità di vedere la finale di Coppa Italia con i tifosi sugli spalti del Mapei. Fa il punto su La Gazzetta dello Sport: il decreto sulle riaperture prevede il ritorno di un massimo di 1000 spettatori all’aperto a partire dall’1 giugno, ma anche la possibilità di anticipare la data per specifici eventi. E la FIGC punta proprio alla sfida tra l’Atalanta e Juventus: ha chiesto al governo il 20 per cento della capienza, cioè 4.700 posti, ma punta ad arrivare al 10 per cento, cioè 2.300 persone.

09.40 - Coprifuoco alle 22, sarà rivisto a metà maggio - C'è l'intesa nella maggioranza sul coprifuoco: a metà maggio il governo valuterà le decisioni prese nel dl Covid. D'accordo anche Lega e Matteo Renzi che avevano criticato il mantenimento della misura, dalle 22 alle 5. In base alla risoluzione delle forze di governo si farà una nuova valutazione in base all'andamento di casi e di vaccini. Bocciato l'ordine del giorno di Fratelli d'Italia per abolire il coprifuoco alle 22 (Lega e Forza Italia non hanno votato).

MERCOLEDÌ 28 APRILE

23.36 - Europei, Vaia: "Accesso allo stadio a vaccinati o con tampone negativo" - Per le partite degli europei di calcio in programma all'Olimpico "l'accesso allo stadio sarà consentito a coloro che sono stati vaccinati e hanno un certificato vaccinale e a quelli che sono risultati negativi al tampone nelle precedenti 48 ore. Lo Spallanzani sarà ospedale di riferimento anche nelle emergenze". Lo ha detto Francesco Vaia, direttore sanitario dell'Istituto Spallanzani di Roma, al termine dell'incontro in Figc col presidente Gabriele Gravina con l’obiettivo di definire proposte e modalità operative per l’organizzazione in totale sicurezza delle gare di Uefa Euro 2020 in programma a Roma.

22.18 - Giochi Tokyo, il Governo australiano: "Priorità vaccino agli atleti" - Atleti, staff tecnici e funzionari della delegazione australiana che prenderà parte alle Olimpiadi e Paralimpiadi di Tokyo, avranno accesso prioritario alla vaccinazione anti-Covid prima di partire per il Giappone. L'annuncio è stato dato dal governo australiano. Le persone interessate al vaccino sono circa 2.050 indicate dal Comitato olimpico nazionale e Paralimpico di Canberra. "Vogliamo vedere i nostri atleti andare a Tokyo per gareggiare e ritornare in Australia sani e salvi", ha detto il ministro della Salute Greg Hunt. I vaccini che saranno messi a disposizioni degli atleti e dirigenti, in base all'età, saranno Pfizer e AstraZeneca.

21.40 - Il Monaco lotta per la Ligue 1, ma perde Golovin: il russo è positivo al coronavirus - Nuova tegola per il Monaco, a pochi giorni dalla difficilissima partita contro il Lione. La squadra di Kovac, in piena lotta per il titolo insieme a Lille e Paris Saint-Germain, perderà Aleksandr Golovin per almeno due settimane: il centrocampista russo, infatti, è positivo al coronavirus e si aggiungerà agli indisponibili Jovetic, Diop, Diatta e Gelson Martins.

18.08 - I numeri della pandemia in Italia - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 302.734 tamponi e individuati 10.404 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 448.149, 4.663 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 373 persone affette da Coronavirus per un totale di 119.912 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 448.149 (-4.663)
Deceduti: 119.912 (+373)
Dimessi/Guariti: 3.413.451 (+14.688)
Ricoverati: 23.060 (-424) di cui in Terapia Intensiva: 2.748 (-101)
Tamponi: 57.574.570 (+302.734)
Totale casi: 3.981.512 (+10.404, +0,26%)

16.08 - Figliuolo: "In arrivo alle regioni 2,2 milioni di dosi Pfizer" - Con una nota il Commissariato all'emergenza rende noto l'arrivo del lotto di Pfizer è "il più consistente in assoluto tra quelli approvvigionati dall'inizio della campagna vaccinale. Sono 2,2 milioni le dosi di vaccino Pfizer che verranno distribuite a partire da domani mattina alle Regioni/Province autonome - si legge nella nota - . L'afflusso in Italia del vaccino è iniziato nella giornata di oggi e si concluderà domani, quando - a seguire - partiranno tutte le consegne dirette verso le oltre 200 strutture sanitarie designate dalle Regioni".

13.50 - Crisanti: "Riaperture intempestive, serviva un mese in più" - Andrea Crisanti, direttore del Dipartimento di medicina molecolare dell’università di Padova, ha parlato in merito alle riaperture in Italia: "Ho sempre detto che queste riaperture erano intempestive. Bisognava aspettare ancora un po’ per creare una capacità di risposta del sistema sanitario nazionale, perché siamo a un livello in cui la saturazione si può facilmente raggiungere. Poi non abbiamo creato l’infrastruttura per controllare le varianti. Con un ulteriore mese avremmo potuto far diminuire i casi, la pressione sul sistema sanitario e creare un sistema di monitoraggio delle varianti

12.23 - Pillola antivirale Pfizer forse disponibile entro l’autunno - Il farmaco antivirale in via di sperimentazione prodotto dalla Pfizer, progettato per bloccare il virus Sars-CoV-2, potrebbe essere disponibile entro la fine di quest’anno. Almeno secondo le tempistiche pubblicate oggi dal The Telegraph, secondo il quale lo studio suddiviso in tre fasi, per un totale di 145 giorni, dovrebbe terminare a metà luglio. Conosciuto come PF-07321332, il farmaco verrebbe prescritto ai pazienti al primo segno di infezione Covid. La pillola antivirale impedisce al virus di diffondersi all’interno del corpo bloccando un enzima di cui il coronavirus ha bisogno per copiare se stesso. Il trattamento appartiene a una classe di farmaci noti come inibitori della proteasi.

10.43 - Superata quota 18 milioni di vaccini in Italia - Sono 18.091.401 le dosi di vaccino contro il Covid-19 finora somministrate in Italia, l'89,3% del totale di quelle consegnate, pari a 20.263.020: nel dettaglio 13.422.240 Pfizer/BioNTech, 1.966.000 Moderna, 4.694.980 Vaxzevria (AstraZeneca) e 179.800 Janssen (J&J). Le somministrazioni hanno riguardato 10.388.313 donne e 7.703.088 uomini. Le persone che hanno ricevuto entrambe le dosi sono 5.309.781. È quanto si legge nel report online del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria aggiornato. Le dosi sono state somministrate a 5.820.776 over 80, 2.509.469 soggetti fragili e caregiver, 3.192.160 operatori sanitari e sociosanitari, 873.600 unità del personale non sanitario impiegato in strutture sanitarie e in attività lavorativa a rischio, 641.951 ospiti di strutture residenziali, 2.526.711 della fascia 70-79 anni, 725.109 della fascia 60-69 anni, 1.150.932 unità di personale scolastico, 316.005 del comparto Difesa e sicurezza; la voce 'altro' comprende 334.688 persone.

MARTEDÌ 27 APRILE

23.10 - Draghi: "Ora dobbiamo riparare i danni della pandemia" - Il premier Mario Draghi oggi ha illustrato il Recovery plan nell'Aula della Camera: "Il Recovery ha 3 obiettivi: il primo con un orizzonte ravvicinato è riparare i danni della pandemia, che ci ha colpito più dei nostri vicini europei, il pil caduto è dell' 8,7 %, i giovani e le donne hanno sofferto di più il calo dell'occupazione. Le misure di sostegno hanno attutito l'impatto sociale ma questo si è sentito sulle fasce più deboli".

22.07 - USA distribuiranno 60 milioni di dosi AstraZeneca - Andy Slavitt, uno dei dirigenti della task force della Casa Bianca contro la pandemia, ha twittato: "Gli USA distribuiranno 60 milioni di dosi di vaccino AstraZeneca ad altri Paesi non appena diventeranno disponibili".

20.45 - I numeri della campagna vaccinale in Italia - Dosi di vaccino somministrate in totale fino a mezzanotte in Italia: 17.751.562. Di cui prime dosi: 12.536.103. Di cui seconde dosi: 5.215.459. Dosi disponibili ma non ancora somministrate: 2.128.478

18.58 - Protezione Civile, il bollettino: 8.444 nuovi contagiati (-8400 positivi rispetto a ieri). 301 morti in 24h - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 145.819 tamponi e individuati 8.444 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 452.812, 8400 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 301 persone affette da Coronavirus per un totale di 119.539 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 452.812 (-8400)
Deceduti: 119.539 (+301)
Dimessi/Guariti: 3.398.763 (+16.539)
Ricoverati: 23.484 (-40) di cui in Terapia Intensiva: 2.849 (-13)
Tamponi: 57.271.836 (+145.819)
Totale casi: 3.971.114 (+8.444, +0,21%)

18.34 - De Rossi, fine dell'incubo: dopo 37 giorni è tornato negativo al Covid - Fine dell'incubo, Daniele De Rossi può tornare a sorridere. L'ex centrocampista della Roma è finalmente tornato negativo al Covid. Dopo aver contratto il virus durante il ritiro della nazionale azzurra, il neo membro dello staff tecnico di Mancini era stato costretto lo scorso 7 aprile anche al ricovero all'ospedale Lazzaro Spallanzani per una polmonite interstiziale bilaterale, presa in fase iniziale. De Rossi, dunque, è tornato a casa come raccontato da sua moglie Sarah Felberbaum su Instagram. “Trentasette giorni dopo”, ha scritto l’attrice accompagnando il post con una foto assieme all'ex giocatore.

16.23 - Gravina: "Chiesta la riapertura degli stadi per maggio. Ipotesi pubblico in Coppa Italia" - Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, nel suo intervento post Consiglio Federale, ha parlato anche delle possibili riaperture degli stadi per il finale di stagione: "Abbiamo presentato la richiesta di apertura a una parte di pubblico per eventi importanti anche nei mesi di maggio come la Coppa Italia”. Clicca qui per leggere tutte le parole di Gravina.

13.56 - L'Italia riapre, da oggi 15 Regioni in zona gialla: cosa cambia per sport e palestre - Da oggi - lunedì 26 aprile - l'Italia riapre. Ripartono le attività all'aperto, dallo spettacolo alla ristorazione. Ma con il coprifuoco alle 22. Gli studenti di tutte le scuole e le università tornano in presenza, tranne che nelle zone rosse. Dal 15 maggio riprendono a funzionare stabilimenti balneari e piscine scoperte. Il 1° giugno tocca alle palestre anche al chiuso, a luglio via libera anche alle Fiere. Per spostarsi tra le Regioni arriva un "pass", sul modello del 'green pass" europeo. Clicca qui per leggere la news completa.

13.40 - Secondo test pilota a Wembley: 8000 tifosi in Carabao Cup. Obiettivo riapertura da metà maggio - Dopo i 4000 tifosi ammessi allo stadio di Wembley per le semifinali di FA Cup, altra giornata a suo modo storica nell'impianto di gioco londinese. L'English Football League infatti ha concesso l'ingresso a ben 8000 tifosi durante la finale di Coppa di Lega-Carabao Cup tra City e Tottenham (vinta ieri 1-0 dal City), come seconda tappa di un test pilota (un totale di nove eventi, calcistici e non solo, che si terranno tra il 17 aprile al 3 maggio) che ha come obiettivo il ritorno alle gare con il pubblico sugli spalti da metà maggio in poi.

11.35 - Euro 2020, Calcagno: "Vaccinare giocatori che vi partecipano" - "Spero che i calciatori che parteciperanno agli Europei siano vaccinati; e che tutti lo siano per la nuova stagione, così che si possa lavorare in sicurezza". Così il presidente dell'Associazione calciatori Umberto Calcagno, a Radio anch'io sport

11.27 - I nuovi colori delle Regioni - L'Italia cambia di nuovo colore. Sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, che monitora l'andamento dei contagi, il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato le nuove ordinanze in vigore da oggi. In zona rossa resta solo la Sardegna mentre 5 Regioni (Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Valle d'Aosta) sono in arancione. In giallo tutte le altre. A passare in zona gialla e quindi a vedere un allentamento delle misure restrittive sono Lombardia, Abruzzo, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Umbria, e Veneto.

10.25 - Il punto sulle vaccinazioni in Italia - Sono 17.751.562 i vaccini anti-Covid somministrati nel nostro Paese, l’89,3 per cento delle dosi finora consegnate, pari a 19.880.040 (13.422.240 Pfizer/BioNTech, 4.550.800 di AstraZeneca, 1.727.200 di Moderna e 179.800 di Johnson & Johnson), mentre ammonta a 5.215.459 il totale delle persone vaccinate a cui sono state somministrate la prima e la seconda dose di vaccino. I dati sono riportati nel bollettino elaborato da ministero della Salute, presidenza del Consiglio dei ministri e dal commissario straordinario al Covid, aggiornato alle 6.10 di lunedì 26 aprile. La somministrazione ha riguardato 10.206.439 donne e 7.545.123 uomini.

LUNEDÌ 26 APRILE

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000