Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

De Zerbi: "Mi piacerebbe andare in un altro paese. Europeo? Spalletti può colmare il gap"

De Zerbi: "Mi piacerebbe andare in un altro paese. Europeo? Spalletti può colmare il gap"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 13 giugno 2024, 12:26Calcio estero
di Alessio Del Lungo

Roberto De Zerbi ha lasciato il Brighton dopo praticamente due stagioni ed è pronto a rimettersi in gioco. Il tecnico ha ricevuto il premio intitolato Nicola Ceravolo e ha parlato del suo futuro: "Mi piace allenare, poi dove farlo si vedrà - dice a Italpress -. Sono stato bene in Inghilterra, vediamo. L'importante non è dove allenerò, ma è come andare, come stare in quel posto. Sono sempre stato abituato a scegliere con lucidità e senza farmi prendere dall'ansia di dover per forza allenare. Mi piacerebbe andare in un altro paese dove non sono stato, cercare di imprimere lo stesso gioco in posti diversi. Credo che gli allenatori italiani siano i migliori, sempre all’avanguardia, come comprensione del gioco pochi ci battono. L’ambiente fuori cambia, da noi il risultato sposta tutto, all’estero si vive diversamente. Ho giocato sui campi anche in C, gli allenatori possono essere determinanti nel darti disciplina, organizzazione e fiducia, ma non vincono le partite. Alla fine vince chi ha la rosa più forte nel complesso. Spalletti a Napoli ha fatto un miracolo. Gasperini ha cambiato la serie A non da oggi, da tanti anni".

Come vede l'Italia all'Europeo?
"Facciamo tutti il tifo per Spalletti e per i giocatori, sarà difficile, ma in quelle competizioni l'Italia si esalta. La Nazionale ha tanti buonissimi giocatori, ma non ha una stella come Baggio, Totti o Del Piero di alcuni anni fa. Manca il giocatore con quel fascino, il gap lo può colmare solo Spalletti. Non é questione di età o nazionalità, ma di valore del giocatore che, in quegli anni, probabilmente era a un livello diverso. Credo nei giovani, ma se sono forti e meritano di giocare, in campo conta la personalità. Forse in Italia mancano settori giovanili adeguati, perché si cerca sempre di risparmiare e si vuole tutto subito".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile