Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Real Madrid, Rudiger: "Comprensibile che alcuni rivali vogliano fare del male a Vinicius"

Real Madrid, Rudiger: "Comprensibile che alcuni rivali vogliano fare del male a Vinicius"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico Titone
martedì 13 settembre 2022, 14:56Calcio estero
di Alessio Del Lungo

Antonio Rudiger, alla vigilia della sfida tra Real Madrid e Lipsia, è intervenuto in conferenza stampa ed ha espresso la sua opinione sull'importanza di Vinicius: "Non devo parlare troppo delle sue qualità, è un grande giocatore e le conoscono tutti. Continua a fare quello che ha fatto l'anno scorso. Negli spogliatoi è calmo, gli piace divertirsi giocando e in campo fa tutto quello che può. Da giocatore, sapere di avere il suo aiuto mi fa sentire molto più tranquillo. Inoltre è una persona calma e mi piace stare con lui".

Si arrabbia come gli avversari di Vinicius quando provano a dribblarla?
"È quello che fa Vinicius, dribblare, ed è del tutto comprensibile che alcuni rivali vogliano fargli del male quando ne hanno l'opportunità. Ci ho provato anche io a volte c'è da provare a fermare l'avversario. E' una delle più grandi qualità di Vinicius e bisogna cercare di fermarlo, ma sempre nel rispetto dell'avversario. Dobbiamo fare tutti il ​​nostro lavoro e lui cerca di fare il suo per la squadra per farla vincere".

Sarà il suo esordio in Champions contro il Real Madrid.
"Spero di poter giocare. Giocare in Champions League al Bernabéu è un privilegio, certo, e un vero piacere. Ci sono dei nervi, ovviamente".

Lei è un difensore che segna molto.
"È una delle mie qualità, mi piace attaccare e fare gol. È una sensazione che ho dentro e lavoro continuamente. Ho intenzione di segnare più gol possibile. L'anno scorso ho segnato cinque gol e questo anno vorrei segnare di più e soprattutto quando sono importanti".

Werner sarà un suo avversario. Lo conosce bene.
"Ci conosciamo da molto tempo. Adoro vederlo in campo. Stavolta non saremo amici, uno degli obiettivi sarà difendere su di lui".

Parla spagnolo. Risulta importante per il suo adattamento?
"È molto importante parlare quando siamo in campo, che c'è comunicazione, che ci rende la vita più facile. Prima di giocare e poi, durante la partita. L'ho fatto per tutta la mia carriera. Sul campo parlo spagnolo e penso che tutti mi capiscano".

Sente che sta maturando?
"Con l'età arriva più esperienza, anche più maturità. Ci sono sempre errori, comunque, e quando sei giovane devi permetterti di più. Giocare in un campionato nuovo mi aiuta a raccogliere nuove esperienze. Guardando indietro vedo che ora so gestire di più tutto, ho più controllo".

Giocare con Alaba la aiuta per la lingua visto che ha giocato al Bayern?
"Non sta a me dire con chi giocare e va bene così. Quando ho giocato con lui o con Militao non c'è stato nessun problema con la lingua. È normale che parliamo spagnolo, siamo in Spagna. Non impari la lingua in due giorni, ma dato che conosco l'italiano questo mi aiuta".

Neymar dice che fa paura.
"Non so cosa dire riguardo questa affermazione. Non so se sto spaventando qualcuno, quello che mi piace è essere aggressivo, ma con giustizia, essere pulito; le mie statistiche lo dicono: negli ultimi cinque anni non ho preso nessun rosso. La mia natura è quella di giocare duro".