Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Scandalo Gueye, il giocatore del PSG si rifiuta (di nuovo) di indossare la maglia pro LGBT

Scandalo Gueye, il giocatore del PSG si rifiuta (di nuovo) di indossare la maglia pro LGBT
lunedì 16 maggio 2022, 18:42Calcio estero
di Gaetano Mocciaro

Clamorosa notizia che arriva dalla Francia. Il centrocampista del Paris Saint-Germain, Idrissa Gueye, si sarebbe rifiutato di indossare la maglietta speciale per l'ultimo turno di Ligue 1. Una maglia che, nell'ambito della giornata mondiale contro l'omofobia del 17 maggio, ha colorato d'arcobaleno i numeri a supporto della comunità LGBT.

Ufficialmente non è stata data una spiegazione sull'assenza del senegalese a Montpellier e lo stesso tecnico Mauricio Pochettino è stato vago nelle sue risposte: "Idrissa ha fatto la trasferta per Montpellier, ma per motivi personali ha lasciato. Ma non si è infortunato". Altro indizio che inchioda Gueye è la sua assenza in PSG-Reims dello scorso anno. In quel caso non solo i parigini, ma anche gli avversari, la terna arbitrale e persino gli allenatori avevano una fascia arcobaleno. Per la stampa francese non ci sono più dubbi su quella che è una precisa scelta del giocatore di non supportare la causa LGBT.

Una situazione che ha scatenato polemiche in Francia e ai microfoni di RMC Sport, il Ministro dello Sport, Roxana Maracineanu, ha dichiarato in merito: "È un gesto che oscurerà la bella immagine che il calcio vuole dare. Che la Ligue 1 vuole dare".

L'associazione "Rouge Direct", che si batte contro l'omofobia nello sport, ha denunciato tramite Twitter: "L'omofobia non è un'opinione ma un reato. LFP e PSG devono chiedere a Gana Gueye di spiegarsi e molto rapidamente. E punirlo se necessario". Tuttavia le ultime notizie fanno sapere che il Paris Saint-Germain non ha l'intenzione di sanzionare il giocatore.

Primo piano
TMW Radio Sport