Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports

Gianluca Vialli, le vittorie come filo conduttore. Ora l'Italia e la sua sfida più grande

Gianluca Vialli, le vittorie come filo conduttore. Ora l'Italia e la sua sfida più grandeTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Sport
venerdì 09 luglio 2021 05:00Nato Oggi...
di Lorenzo Di Benedetto

Considerato uno dei migliori centravanti di ruolo della storia italiana, Gianluca Vialli ha segnato e vinto con tutte le squadre con cui ha giocato. Attaccante dotato di grande forza fisica, dinamismo e spiccato senso del gol, Vialli ha iniziato a giocare a calcio nel Pizzighettone per poi passare alla Cremonese, club con cui raggiunge la Serie B nell'81. Il primo importante passo a livello professionale ci fu nell'84, quando Vialli accetta la corte della Sampdoria. In blucerchiato formerà la coppia dei Gemelli del gol con Roberto Mancini e alla fine il suo contributo, in termini realizzativi e di personalità, sarà davvero altissimo. Unico rimpianto, probabilmente, la finale di Coppa dei Campioni persa contro il Barcellona. Ma il tempo concederà a Vialli un'altra possibilità. L'attaccante infatti fa parte della ristretta cerchia di giocatori che hanno vinto le tre principali competizioni UEFA. Nel '92, dopo oltre 200 gare da sampdoriano, si trasferisce alla Juve per proseguire la sua striscia vincente. Dopo alcune stagioni diventò addirittura capitano della squadra, guidandola al successo in Coppa dei Campioni contro l'Ajax. Nel '96 passa al Chelsea, club nel quale ricopre il ruolo di allenatore-giocatore nel '98, dopo le dimissioni di Gullit. In carriera ha vinto tantissimo: 2 Campionati italiani, 4 Coppe Italia, 2 Supercoppe Italiane, una Coppa d'Inghilterra, una Coppa di Lega, una Coppa UEFA, una Champions League, due Coppa delle Coppe e una Supercoppa UEFA. Da allenatore, ha alzato al cielo una Coppa d'Inghilterra, una Coppa di Lega, un Charity Shield, una Coppa delle Coppe e una Supercoppa UEFA. Ora altre sfide, una più grande dell'altra: la più importante contro la malattia, con lo stesso Vialli che poco tempo fa ha affermato: "Il cancro è un compagno di viaggio indesiderato, però non posso farci niente. È salito sul treno con me e io devo andare avanti, viaggiare a testa bassa, senza mollare mai, sperando che un giorno questo ospite indesiderato si stanchi e mi lasci vivere serenamente ancora per tanti anni perché ci sono ancora molte cose che voglio fare". L'altra sua sfida, in parte già vinta con il suo gemello del gol Mancini, è quella di riportare la Nazionale italiana, ricoprendo il ruolo di capo delegazione, al successo: manca solo un passo, quello di domenica a Wembley contro l'Inghilterra, che potrebbe farlo entrare nella leggenda del calcio italiano. Oggi Vialli compie 57 anni.

Sono nati oggi anche Paolo Di Canio, Bostjan Cesar, Zeljko Brkic e Matteo Rubin.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000