Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
esclusiva

Lecce, Baroni: "Sul mercato sono in buone mani. Pronti per l'avventura"

ESCLUSIVA TMW - Lecce, Baroni: "Sul mercato sono in buone mani. Pronti per l'avventura"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
lunedì 20 giugno 2022, 20:45Serie A
di Pietro Lazzerini
fonte Lorenzo Marucci

Presente ad Assisi, in piazza del Vescovado, in occasione Gran Galà del Calcio Umbro 2022, il tecnico del Lecce Marco Baroni ha parlato della sua squadra e dei principali temi di attualità. Queste le sue parole: "In vista della prossima Serie A c'è la responsabilità di una società, di un progetto, di una città, di tutto il Salento e di un pubblico meraviglioso. C'è la voglia di buttarsi dentro questa avventura, che ci siamo conquistati tutti insieme. Sappiamo le difficoltà che dovremo affrontare ma ci fa aumentare la voglia di lavorare e di mettercela tutta".

Corvino dice che proverete a mettere insieme una squadra con il giusto mix tra esperienza e giovani, è d'accordo?
"Da questo punto di vista mi ritengo in buone mani. Questa è la sua categoria, la conosce benissimo. Il nostro progetto rimane intatto: cercare di portare nelle nostre fila giocatori giovani e motivati e da questo punto di vista il direttore è bravissimo".

La Fiorentina fa bene ad affidarsi ancora a Italiano?
"Non credo che ci siano dubbi da parte di nessuno: il suo lavoro è sotto gli occhi di tutti. Già prima che ci fosse la conquista dell'Europa ho speso parole per lui, vedo quando c'è il lavoro e a Firenze ce n'è stato molto. Non vedo perché la Fiorentina si debba far scappare un allenatore giovane, con idee e che ha dato entusiasmo alla città e un'identità alla squadra".

È una squadra pronta ad alzare l'asticella?
"L'asticella va alzata sempre nel lavoro. Non si può partire sempre dallo stesso punto e si deve alzare ogni giorno nella proposta di lavoro e nel mettere la squadra sotto la pressione giusta per migliorarsi e progredire sempre".

Che campionato si aspetta?
"Dal punto di vista qualitativo, molti giocatori importanti non sono nel nostro campionato ma penso che sarà una Serie A con un'importante proposta di gioco e di idee".

Amrabat può sostituire Torreira nella Fiorentina?
"Nel lavoro è già migliorato molto. Prima faceva un calcio diverso, più fisico, nella proposta del calcio viola occorre più pensiero e or alo sta facendo. Torreira l'ho allenato a Pescara e ha altre qualità, ma nell'interpretazione si può avere caratteristiche diverse ma avere la stessa funzionalità".

Chi sarà più emozionato quando affronterete la Fiorentina tra lei e Corvino?
"Col direttore ci siamo fermati oggi a prendere un caffè in città e si emoziona sempre vista la storia che ha vissuto a Firenze. Sarà per entrambi una grande emozione".

Il Napoli deve fare di tutto per tenere Koulibaly?
"Se lo avessi io lo legherei con la catena, ma è chiaro che ci sono anche valutazioni economiche che non spetta a me fare. é un giocatore stratosferico".

E del Napoli in generale, cosa pensa?
"Quest'anno ha fatto un buon calcio, poteva essere lì ma nelle annate tante piccole cose possono avvenire e sono complicate da valutare. Ma penso abbia comunque fatto un campionato importante".

© Riproduzione riservata
(Interviste video) Marco Baroni a tuttomercatoweb © video di Lorenzo Marucci